La Sacra Cintola simbolo dell’identità (anche artistica) di Prato. Conto alla rovescia per la mostra a Palazzo Pretorio

La cintura della Vergine custodita in una Cappella del Duomo di Prato sarà al centro della nuova mostra “Legati da una Cintola. L’Assunta di Bernardo Daddi e l’identità di una città” che sarà allestita a fine estate 2017 nelle sale del Museo di Palazzo Pretorio a Prato. L’evento verrà riconfermato e saranno fornite anche alcune novità nel corso di una presentazione (dopo Milano in primavera) in programma per il 6 luglio a Firenze presso l’Opificio delle Pietre Dure, via degli Alfani, alla presenza del sindaco di Prato Matteo Biffoni e del Soprintendente dell’Opificio Marco Ciatti. La Sacra Cintola, circa 80 centimetri di lana finissima verde e broccata in filo d’oro, rappresenta, fin dal Duecento, prezioso simbolo del valore identitario cittadino e il motore delle vicende artistiche di Prato. Il suggestivo percorso espositivo, che intreccia i fili di un racconto tra storia e tradizione, metterà in luce il ricco patrimonio di cultura e bellezza, custodito nel territorio e oltre i confini locali pratesi.

Per la prima volta potremo così ammirare, grazie a prestiti dal Metropolitan Museum di New York e dai Musei Vaticani, la ricostruzione della smembrata Pala di Bernardo Daddi, realizzata per il Duomo di Prato, e di cui il Museo di Palazzo Pretorio conserva una delle due predelle. Eccezionalmente, sarà visitabile la bellissima Cappella della Cintola, nel Duomo di Prato, interamente affrescata da Agnolo Gaddi.

La mostra è a cura di Andrea De Marchi e Cristina Gnoni Lavarelli ed è promossa dal Comune di Prato Museo di Palazzo Pretorio con la collaborazione della Diocesi pratese.

L’inaugurazione è prevista per il 7 settembre 2017, poi la mostra proseguirà fino al 14 gennaio 2018 (orario 10,30-18,30, chiusura settimanale il martedì), biglietto 8 euro, ridotto 6).

INFO E PRENOTAZIONI
Tel. +39 057419349961
museo.palazzopretorio@comune.prato.it
www.palazzopretorio.prato.it

Lascia un commento