“La mano bruciata”, il 22 settembre alla Libreria Brac di Firenze presentazione del volume del regista Jonny Costantino

Giovedì 22 settembre 2022 alle ore 18.30 alla Libreria Brac,  Firenze via de’ Vagellai 18 r, nell’ambito della programmazione Arte a parte, il regista Jonny Costantino  presenta “La mano bruciata”, edito da Rubbettino. Insieme all’autore interviene Rosaria Lo Russo.

Il libro «Questo libro è il mio cuore messo a nudo per interposti artisti». Gli artisti protagonisti dei saggi selvaggi che compongono quest’opera spiazzante e sanguigna sono scrittori e pittori: Bachmann, Bernhard, Bolaño, Brancale, Ceronetti, de Marco, Dumas, Ferrari, Flaubert, Kristof, Lispector, Mattotti, Moresco, Samorì. Su ognuno di loro l’autore ha scritto denudandosi in un corpo a corpo dove l’azione è affidata all’erotica della parola. «La scrittura non è la scrittura: è uno stile di vita e di morte». 

Per Jonny Costantino l’arte è un gioco dove la vita è in gioco. Nella sua scrittura la forma saggio si rinnova divenendo un luogo di sconfinamento narrativo e intensificazione lirica non meno della forma romanzo, fatta esplodere nel precedente Mal di fuoco. «Questo è un libro sulla natura del fuoco». Il fuoco qui indagato è il fuoco della vitarte, con una formula dell’autore, cineasta oltre che scrittore. Nella sua visione inconciliata e abissale l’unica mano legittimata a scrivere del fuoco è la mano che dalla vitarte è stata segnata: la mano bruciata.

 

Jonny Costantino è scrittore e cineasta. Ha scritto “Ultraporno” (2021), “La mano bruciata. Scrittori, pittori, elezioni” (2021), “Un uomo con la guerra dentro. Vita disastrata ed epica di Sterling Hayden: navigatore attore traditore scrittore alcolista” (2020), “Nella grande sconfitta c’è la grande umanità” (con Michael Fitzgerald, 2020), “Mal di fuoco” (2016). Tra i film realizzati con Fabio Badolato (insieme sono la BaCo Productions): “Sbundo” (2020), “La lucina” (2018), “Il firmamento” (2012), “Beira Mar” (2010), “Le Corbusier in Calabria” (2009), “Jazz Confusion” (2006). Nel 2009 ha fondato le riviste “Rifrazioni. Dal cinema all’oltre” e “Rivista”. 

Attualmente è redattore del “Primo amore” e collabora con “Antinomie”. Insegna “Regia: poetiche e pratiche del cinema” presso la Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini a Ferrara e vive a Bologna.

 

Rosaria Lo Russo, poeta, performer, traduttrice, saggista, è nata a Firenze, dove vive, nel 1964. Per la poesia ha pubblicato in volume L’estro, Cesati, 1987, Vrusciamundo, I quaderni del Battello Ebbro, 1994, Comedia, Bompiani 1998, Penelope, d’if 2003, Lo dittatore amore. Melologhi, Effigie 2004 (già Premio Antonio Delfini, 2001), Io e Anne. Confessional poems, d’if 2010, Crolli, Le Lettere 2012 (precedentemente con Battello Stampatore, 2006), Poema (1990/2000), Zona 2013, Nel nosocomio, Effigie, 2016, con Daniele Vergni il libro con mediometraggio in dvd Controlli, Monza, Millegru, 2016 (Premio Elio Pagliarani 2017), Anatema, Effigie, 2021, Rina, Battello Stampatore, 2021, Unamedea, Valigie Rosse, 2021 (Premio Ciampi-Valigie rosse 2021). Ha pubblicato quattro libri di traduzioni da Anne Sexton; Poesie d’amore, Le Lettere, 1996 (seconda edizione riveduta e corretta, 2019); L’estrosa abbondanza (antologia con Edoardo Zuccato e Antonello Satta Centanin), 1997; Poesie su Dio, Le Lettere, 2003; Il libro della follia, La nave di Teseo, 2021. Per la saggistica, in volume: Figlia di solo padre, Seri Editore, 2020, La protagonista di Pirandello, Metauro, 2021. Ha messo in voce la Commedia di Dante con lo spettacolo Voci in Comedia. Lectura Dantis, dal 2000 in poi e moltissimi poeti, quasi sempre alla loro presenza, fra i quali Bigongiari, Luzi, Pagliarani, Brodskij, Caproni, Zanzotto, Szymborska, Vicinelli, Balestrini, Calogero e Rosselli (in cd e dvd ne La furia dei venti contrari. Variazioni Amelia Rosselli, a c. di A. Cortellessa, Le Lettere 2007).

 

 

Libreria Brac

Via de’ Vagellai 18 r 

50122 Firenze

www.libreriabrac.net

info@libreriabrac.net

055 0944877.

 

Lascia un commento