“La bella estate” a Castelnuovo Garfagnana. Incontro con l’attrice Laura Morante che presenta il suo primo romanzo. Con Ilaria Giannini

Libri & Fumetti, Lucca

Esordio letterario per l’icona del cinema Laura Morante, protagonista della rassegna “La bella estate” curata da Alba Donati. L’incontro che si terrà venerdì 17 luglio 2018 alle ore 18.00 a Castelnuovo Garfagnana. Con l’autrice ci sarà la scrittrice lucchese Ilaria Giannini. Nel suo primo romanzo, Brividi immorali (La Nave di Teseo), Laura Morante (sopra il titolo, ph. Claudio Onorati) ci racconta di famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici: storie di verità taciute che assumono, senza volerlo, le sembianze di una bugia. Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, mandando all’aria ogni morale. I “Racconti e interludi” di Laura Morante si spalancano come finestre spazzate da venti umorali su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. Ma sopra ogni cosa, su queste donne inquiete, fragili, contraddittorie, su questi uomini razionali e infantili, su bambini sognanti e feroci, su città familiari come case di campagna e case di campagna sterminate come continenti da esplorare, veleggia un’esatta, implacabile ironia che, nel disordine degli elementi, scova una bellezza insensata: la melodia disarmonica, imprevedibile e trascinante su cui il destino ci invita a ballare. Note (musicali) in testa e in coda agli interludi di Nicola Piovani.

Laura Morante inizia da giovanissima una carriera in teatro con Carmelo Bene, al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Gianni Amelio ma anche con autori internazionali di grande prestigio quali Monteiro, Resnais e tanti altri. Fra i film di cui è stata protagonista: La tragedia di un uomo ridicolo di Bernardo Bertolucci, Bianca e La stanza del figlio (con cui ha vinto il David di Donatello 2001 come miglior attrice) di Nanni Moretti, Un viaggio chiamato amore di Michele Placido, Ferie d’agosto di Paolo Virzì, Ricordati di me di Gabriele Muccino, L’amore è eterno finché dura di Carlo Verdone, La bellezza del somaro di Sergio Castellitto. Nel 2012 ha realizzato il suo primo film come regista, Ciliegine, seguito nel 2016 da Assolo.

Ilaria Giannini nata a Pietrasanta vive a Firenze dove lavora come giornalista. I suoi romanzi sono ambientati nella profonda Toscana e ricordiamo Facciamo finta che sia per sempre (Intermezzi editore) e I provinciali (Gaffi Editore in Roma).

Il progetto La Bella Estate si colloca nel percorso di rilancio del centro abitato e dei dintorni con Cantiere Aperto un progetto di restauro per la valorizzazione della storia e del patrimonio tradizionale della Garfagnana. Un percorso aperto al pubblico che accompagnerà per 18 mesi uno dei progetti di riqualificazione più innovativi mai realizzati in Toscana: un hub museale d’avanguardia progettato dall’architetto Dezzi Bardeschi e dedicato a uno dei più geniali scrittori della tradizione letteraria italiana, Ludovico Ariosto e alla Garfagnana del ‘500.

Lascia un commento