Jean-Michel Basquiat, al Mudec di Milano una mostra racconta la breve stagione dell’artista

Fuori Toscana

Grande mostra al Mudec di Milano di Jean-Michel Basquiat. A cura di Jeffrey Deitch e Gianni Mercurio, la rassegna – che resterà aperta fino al 26 febbraio 2017 – propone al visitatore un percorso composto da 140 opere realizzate dall’artista tra il 1980 e il 1987. Un dipanarsi di creatività che racconta l’intensa carriera di Basquiat, resa purtroppo breve dalla prematura scomparsa a soli 27 anni.

“In modo diretto e apparentemente infantile – si legge nella scheda della mostra – Basquiat è stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici segnate dalla schiavitù e dalla diaspora. Venti anni dopo la sua prima mostra al Whitney Museum of American Art (1992-1993) e dieci anni dopo la retrospettiva al Brooklyn Museum of Art (2005), questa esposizione mostra il ruolo centrale di Basquiat nella generazione dei suoi artisti coetanei e la funzione della sua arte come un ponte di collegamento tra le diverse culture”.

Il biglietto intero per la mostra di Basquiat al Mudec (Museo delle culture, via Tortona) costa 12 euro, sono previste riduzioni e combinazioni per i gruppi. Info:  02 54917 — info@mudec.it

 

Lascia un commento