Jazz Meets in Fortezza Vecchia a Livorno: il 15 luglio (ore 21.30) concerto MoreLove con Chiara Pellegrini voce e Andrea Pellegrini pianoforte

Livorno, Musica

Mercoledì 15 luglio 2020, alle ore 21.30, per la 5° edizione della rassegna Jazz Meets in Fortezza Vecchia, concerto MORELOVE con Chiara Pellegrini, voce, e Andrea Pellegrini, pianoforte.

Il repertorio del Duo comprende alcuni fra i più noti standard jazz e alcune composizioni più originali come “Windmills of Your Mind” di Michell Le Grand, basato su un brano di W.A. Mozart e altre rarità, anche di autori toscani.

Intima complicità e energia dirompente sono le caratteristiche del duo MoreLove. La relazione tra padre e figlia si trasforma in una collaborazione artistica. Un bel messaggio di rispetto e di amore in una società in cui troppo spesso e le relazioni familiari sono frantumate e soggette a tensioni di ogni tipo, a incomprensioni e a conflitti spesso profondi. E ancora una volta un messaggio positivo viene dal mondo delle Arti. 

Fra le più interessanti voci italiane attuali legate al jazz, alla musica folkorica e alla musica improvvisata, polistrumentista, arrangiatrice e autrice, Chiara Pellegrini appartiene a una lunga dinastia di musicisti. Ha studiato diversi strumenti come il Corno, il Flauto traverso, la Chitarra, il Basso elettrico e le Percussioni studiando poi Tecnica del Canto Moderno con Ilaria Bellucci e diplomandosi infine in Canto Jazz al Prins Claus Conservatory di Groningen in Olanda. Oltre ad aver collaborato con numerosi musicisti di jazz italiani ed europei, fa parte, come chitarrista e cantante, del trio femmiinle “Faya” con il quale nel 2019 ha vinto il prestigioso premio internazionale Creole Music Festival di Berlino. A lei alcuni compositori hanno dedicato differenti brani come “Un La bemolle per Chiara” di Giacomo Riggi e “Chiara’s Window” del canadese William Beauvais.

Andrea Pellegrini – Il suo stile “poliedrico e eclettico” (Musica Jazz) attinge a stili diversi con influenze Third Stream. Collaborazioni con Bruno Tommaso, Paul McCandless, Tino Tracanna, Paolo Fresu, Pino Minafra, Arnoldo Foà, Beppe Caruso, Emanuele Cisi, Jamie Moses (Brian May, Queen), Irene Grandi (duo), Bobo Rondelli (duo), Cristina Donà, Mirko Guerrini, Fulvio Sisti, Fabio Morgera, Scott Hamilton, Pat La Barbera, The Trammps e molti altri. È stato Direttore della Scuola di Musica G.Bonamici di Pisa. Molti musicisti di oggi sono stati suoi allievi: Giulio Carmassi (Pat Metheny Quintet), Tommaso Novi (Gatti Mezzi), Motta (Francesco Motta), Mattia Donati ecc. E’ docente presso i Conservatori italiani e presso istituzioni internazionali come la Monash University di Melbourne e il Clazz International Festival di Arcidosso. Il suo recente CD sulle musiche delle canzoni di Piero Ciampi ha ricevuto il premio speciale della giuria al premio Ciampi 2016. Ha pubblicato due libri con le Edizioni Erasmo Livorno: “Livorno, dalla ‘musica americana’ al Jazz” con Maurizio Mini (2013) e “Mirabolanti avventure dei un jazzista” (2014). Quest’ultimo è stato ristampato quest’anno nel centenario della morte di Modigliani. Sta preparando una serie di trasmissioni radiofoniche sulla vita dei fratelli Reverberi per la Radio Svizzera Italiana. 

Lascia un commento