Italiani, tedeschi e belgi: a Pietrasanta gli studenti del gemellaggio inventano l’Euriso, il riso freddo per una giornata al mare

Versilia

Ecco l’Euriso, il riso a freddo, perfetto per una giornata di mare, cucinato miscelando gli ingredienti preferiti dai giovani studenti tedeschi e belgi protagonisti del gemellaggio. E’ la curiosa ed originale ricetta figlia dell’ultima bella esperienza del gemellaggio tra la città e le famiglie di Pietrasanta e di Grenzach-Wyhlen e Ecaussines promossa dal Comune di Pietrasanta e dal Comitato Gemellaggi.

Non solo visite nelle città d’arte, con tappa principale Lucca e Pisa e naturalmente la Piccola Atene con i suoi musei, le fonderie, le botteghe, gli eventi come la Madonna del Sole e la mostra di Manolo Valdés, ma anche lezioni di italiano ed esperienze dirette sul campo con l’accompagnamento di Caterina Giannotti e la supervisione del presidente del Comitato, Daniela Zalcetti.
Tra le tante esperienze quella in cucina, in perfetto stile Masterchef, con tanto di spesa collettiva alla Conad per potenziare anche il vocabolario con nuove parole legate al cibo. Il piatto è il frutto dei sapori e delle tradizioni culinarie italo-tedesco-belga. Esperienze che hanno arricchito e divertito gli studenti che tra poche settimane ospiteranno i giovani di Pietrasanta nelle loro case. “Ieri – scrivono sulla pagina Facebook dei giovani di Ecaussinness – abbiamo finito in bellezza il nostro soggiorno a Pietrasanta. Ci dispiace lasciare i nostri nuovi amici ma portiamo a casa ricordi meravigliosi…”.

Tra qualche settimane toccherà a 5 studenti di Pietrasanta raggiungere i loro nuovi amici e le loro famiglie in Germania e Belgio.

Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

Lascia un commento