Ipnotiche, affascinanti, spiazzanti: cento opere di Escher in mostra a Pisa. Nelle sale di Palazzo Blu un singolare racconto artistico

Arte, Pisa

“Escher. Oltre il possibile” è la grande mostra dell’autunno-inverno 2017 che si apre venerdì 13 ottobre nelle sale di Palazzo Blu a Pisa (fino al 28 gennaio 2018). La rassegna – organizzata da MondoMostre e Fondazione Palazzo Blu, con la collaborazione di Gemeentemuseum Den Haag, Arthemisia e M.C. Escher Foundation – è curata dal professor Stefano Zuffi, storico dell’arte. In mostra un centinaio di opere dell’artista.FullSizeRender-9
La mostra – sottolinea la scheda di Palazzo Blu (nella foto sopra la facciata del palazzo con il grande pannello che annuncia la mostra di Echer) – presenta una completa rassegna di tutti gli ipnotici capolavori del grande olandese, con il contributo di alcune curiose soluzioni espositive progettate dall’architetto Cesare Mari e grazie all’uso delle tecnologie e della multimedialità, una delle caratteristiche delle esposizioni organizzate a Palazzo Blu. Un mondo affascinante quello di Echer e la mostra sottolinea le tappe creative dell’artista, con particolare riferimento ai soggiorni in Italia, tra scenari naturali e memorie artistiche che segnarono in maniera profonda il suo stile (a seguire una breve fotogallery con alcune delle opere esposte, immagini dal sito di Palazzo Blu).

L’artista. Mauritz Cornelis Escher (1898 / 1972) studia a Delft e ad Haarlem, storiche città d’arte dell’Olanda: il suo maestro è un incisore ebreo sefardita, Samuel Jessurun de Mesquita, che incontrerà un triste destino ad Auschwitz. Su suo consiglio, Escher comincia ad apprezzare l’arte matematica-razionale della tradizione ebraica e islamica, confrontandola con i movimenti dell’avanguardia europea. Nel corso degli anni Venti e Trenta intraprende numerosi viaggi in Italia, in particolare visita diverse città della Toscana. Si stabilisce a Siena, viaggia in lungo e largo per la campagna senese, conosce le altre città della regione (tant’è che negli anni Venti si sposerà a Viareggio). In Italia visse per lunghi anni, stabilendosi a Roma con la famiglia (moglie efigli), continuando a viaggiare specialmente nelle regioni meridionali. Ma durante la sua vita vivrà anche in Svizzera (paese di origine della moglie, e in Spagna, e in Belgio.

La mostra è articolata in nove sezioni: Volti, Animali, Oggetti e riflessi, Geometrie e ritmi, Paesaggi, L’artista, Architetture fantastiche, Nature, Autoritratti.

INFO SULLA MOSTRA

ESCHER. Oltre il possibile
BLU | Palazzo d’arte e cultura
Lungarno Gambacorti 9
Tel. 050 22 04 650
Mail: info@palazzoblu.it

Con il patrocinio:
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Comune di Pisa
Regione Toscana

Organizzazione:
Fondazione Palazzo Blu
MondoMostre
Arthemisia
Gemeente Museum, Den Haag
M.C.Escher Company

Con il contributo:
Fondazione Pisa

Curatore:
Stefano Zuffi

Date della mostra:
13 ottobre 2017 – 28 gennaio 2018

Orari 
Lunedì – venerdì 10:00 – 19:00

Sabato – domenica e festivi 10:00 – 20:00
La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietti
Audioguida inclusa 
Intero 12,00 Euro 
Previste riduzioni e convenzioni.

Aggiungendo 1 euro è possibile visitare
l’esposizione permanente di Palazzo Blu e la mostra
“Il Sessantotto. Immagini di una stagione pisana”

Lascia un commento