“Intrigo e amore” chiude la stagione di prosa alla Pergola. Lorenzo Baglioni a Rifredi con “I racconti del Bar dello Sport”, Giuseppe Giacobazzi in scena a Montecatini

Teatro e Danza

“INTRIGO E AMORE” CHIUDE LA STAGIONE DELLA PERGOLA

Onore e disonore, povertà e ricchezza, libertà e tirannia. Marco Sciaccaluga dirige al Teatro della Pergola di Firenze, fino a domenica 22 aprile 2018, “Intrigo e amore” di Friedrich Schiller (sopra il titolo una scena, ph. Bepi Caroli), l’ultimo spettacolo della stagione 2017/2018. La storia di un legame profondo e impossibile, di intrighi e gelosie, verità e menzogne, corruzione e libertà. “È un testo veramente “smisurato”, per dirla con il poeta Friedrich Hölderlin – afferma il regista – procede per grandi sequenze messe una dopo l’altra, che infine però raggiungono la finalità di raccontare una storia compiuta: coinvolgente, emozionante, con al centro l’uomo e le sue contraddittorie passioni”.

Il nucleo di “Intrigo e amore” è il conflitto tra il potere tirannico e il diritto alla felicità dell’essere umano, rappresentato nell’incontro-scontro fra due classi, la nobiltà e la borghesia. Il potente Presidente Von Walter vuole che il figlio Ferdinand sposi Lady Milford, la favorita del Principe, ma il giovane non si rassegna a rinunciare alla felicità con la figlia di un violoncellista, Luise Millerin.

Con Roberto Alinghieri, Alice Arcuri, Enrico Campanati, Andrea Nicolini, Orietta Notari, Stefano Santospago, Simone Toni, Mariangeles Torres, Marco Avogadro, Daniela Duchi, Nicolò Giaccone. Una produzione Teatro Stabile di Genova.

“I RACCONTI DEL BAR DELLO SPORT” CON LORENZO BAGLIONI

Dopo un anno di successi e grandi traguardi (ospite al Festival di Sanremo nella categoria “Nuove Proposte” con il brano “Il Congiuntivo” e la recente uscita del suo primo cd “Bella, Prof!”) Lorenzo Baglioni (nella foto sotto, ph. S. Cantini) torna sul palco del Teatro di Rifredi, da giovedì 19 a domenica 22 aprile 2018, con “I racconti del bar sport”.

I racconti del bar sport ©stefano-cantini 2585

Uno spettacolo di Angelo Savelli, tratto da tre distinti libri di Stefano Benni: “Bar sport” del 1976, “Bar sport 2000” del 1997 e “Pane e tempesta” del 2009. In scena accanto allo showman fiorentino gli strampalati musicisti della sua band: Marco Caponi al sax, Lorenzo Furferi alle tastiere, Pietro Guarracino alla chitarra, Emanuele Bonechi alla batteria e Alessandro Cianferoni al basso per un serrato ping pong ping pong tra l’interpretazione divertita e divertente dei grotteschi testi di Benni e le altrettanto deliranti canzoni composte per l’occasione da Lorenzo con il fratello Michele.

Info 055/422.03.61 – www.toscanateatro.it
Prezzi Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00

GIACOBAZZI AL “VERDI” DI MONTECATINI TERME

“Il nostro è un lavoro fatto anche di viaggi e durante i viaggi ti trovi inevitabilmente a pensare. Quando pensi, pensi a te e a quello che stai vivendo, a quello che hai vissuto e a quello che eventualmente potrà essere il tuo futuro. 

giacobazzi-orizz

Oggi mi rendo conto di essere un genitore di 53 anni con una figlia di 3 e quindi mi sono ritrovato a pensare: “Riuscirò a vedere i miei nipoti e nel caso li riesca a vedere a rapportarmi come fa un nonno e quindi a viziarli, a giocare con loro, a parlarci e raccontargli delle storie, cercando di dare consigli che non verranno sicuramente ascoltati, a spiegargli anche questo buffo movimento di sentimenti che è la vita. La vita, la mia vita, per come l’ho vissuta , per dove l’ho vissuta, per gli anni che l’ho vissuta, per chi l’ha vissuta con me (…). E per farlo, l’unico modo che conosco, è farlo davanti ad un pubblico”. L’appuntamento con Giuseppe Giacobazzi e il suo nuovo spettacolo “Io ci sarò” (di e con Andrea Sasdelli, collaborazione ai testi di Carlo Negri) è a Montecatini Terme, venerdì 20 aprile 2018 alle ore 21. 

Biglietti da euro 25 a 34,50

Lascia un commento