Inaugurazione (il 25 giugno) del Museo Archeologico Bruno Antonucci a Pietrasanta. Per l’apertura al pubblico si aspetta il via libera del ministero

Corsa contro il tempo per l’apertura del nuovo spazio del Museo Archeologico Bruno Antonucci in programma domenica 25 giugno 2017, alle ore 11, che andrà ad arricchire ulteriormente la proposta culturale di Pietrasanta affiancandosi all’offerta del Museo Barsanti, del Museo dei Bozzetti e di Palazzo Panichi, del Museo Casa Carducci a Valdicastello fresco di restaurato e nel 2018 del Museo Mitoraj che nascerà nello stabile dell’ex mercato coperto e per la cui realizzazione l’amministrazione comunale ha ottenuto 2 milioni di euro dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Il Museo Archeologico, ospitato al piano terra, mette in esposizione centinaia di reperti, la cui datazione copre un arco temporale che va dalla Preistoria al Medioevo in Versilia. Il progetto è stato seguito, coordinato ed approvato dalla Sovraintendenza delle Belle Arti, dall’Università di Pisa e dal Comitato Scientifico. “Come promesso ai cittadini  – spiega Massimo Mallegni, sindaco di Pietrasanta – apriremo il Museo e lo faremo diventare un altro punto di riferimento della nostra offerta culturale e storica. Il Museo rientra nel nostro progetto di riscoperta delle nostre radici e del suo patrimonio archeologico altrimenti destinato agli scantinati. C’era bisogno di uno spazio adeguato dove valorizzare i reperti: Palazzo Moroni è nel cuore della piazza ed è un luogo perfetto”. Il vernissage anticipa, di alcuni giorni, l’apertura al pubblico: l’amministrazione è infatti in attesa dell’autorizzazione da parte del Ministero dei Beni Culturali.

 

Lascia un commento