Figlie di Eva ©Fabio Lovino_3

IN PALCOSCENICO. A Bientina “Sorellamen” e il teatro per ragazzi. A San Gimignano “ReaLeaR”, a Marcialla “La conquista della Luna”, a Campi Bisenzio “Figlie di Eva” con Cucinotta, Belvedere e Andreozzi, a Pietrasanta “Per non morire di mafia”

Firenze, Pisa, Siena, Teatro e Danza

Tanti appuntamenti teatrali nel primo fine settimana di febbraio 2019. Ecco una breve panoramica – compreso il teatro per i ragazzi – fino a martedì 5.

*****BIENTINA / 1, “SORELLAMEN” (LA VERA STORIA DI TRE SORELLE FINTE)

Teatro e musica per uno degli appuntamenti più attesi della quinta stagione del “Teatro Liquido”. Sabato 2 febbraio 2019 alle 21,30 al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30, Guascone Teatro presenta “Sorellamen” La vera storia di tre sorelle finte. Con Adelaide Vitolo, Irene Rametta, Valentina Grigò ed Emiliano Benassai. Drammaturgia e regia di Andrea Kaemmerle.

Sorellamen

Un salto di un centinaio di anni indietro per raccontare il futuro ai nostri bisnonni. Insomma una cosa tanto stranamente semplice da essere imperdibile. Galleggiare sulle tempeste della seconda guerra mondiale cantando come tre donne olandesi col passaporto ungherese che presto saranno tre dive italiane. Diventare mito ed immaginario collettivo senza essere mai se stesse. Uno spettacolo che saccheggia a piene mani il mondo del “Trio Lescano” e dei primi anni della radio. Il pubblico si troverà ad essere divertito testimone di una vicenda tra cronaca e storia, una narrazione obliqua dove il mondo della provincia si impasta con gli avvenimenti planetari che cambieranno tutto per sempre . In scena tre attrici canterine con dinamite in pancia, miele nel cuore e il pepe nelle scarpe.

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, info@guasconeteatro.it, www.guasconeteatro.it. Biglietti: 10 euro intero, 8 euro ridotto.

*****BIENTINA / 2, PER I RAGAZZI C’È “DA CAPO A PIEDI” (e poi la merenda con la pizza)

Spettacolo comico per bambini e famiglie interamente dedicato al corpo umano, nella quinta stagione del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro. Domenica 3 febbraio 2019 alle 17,00 al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30, la compagnia toscana Circusbandando presenta ‘Da capo a piedi’. Di e con Di e con Paco Paquito e Celestina.

da capo a piedi

Un spettacolo di una comicità unica divertente ed assai coinvolgente. Interamente dedicato al corpo umano. Con una trascinante colonna sonora, con un lavoro corporeo estremamente vivace e pieno di danze, capriole, cadute e varia acrobazia, con costumi folli e colorati, Paco Paquito e Celestina usano in modo originale l’arte della clowneria. Si parla della bellezza, della statura, della malattia, dell’igiene e della pulizia, dell’anatomia, del cuore e dell’amore: il tutto affrontato con semplicità ed in modo scanzonato ma sempre con grande capacità comunicative e profonda sensibilità. Il messaggio che se ne ricava è di una totale immediatezza : il proprio corpo va sempre conosciuto, amato, rispettato, accettato, coccolato, stimolato per  una vita piena di gioia di vivere, di allegria e priva di vergogne, di paure, di timori di non essere (è proprio il caso di dirlo)  all’altezza della situazione. Non solo. Del proprio corpo si può ridere e sorridere ci fa bene. Un sorriso ogni mattina è infatti la migliore medicina.

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, info@guasconeteatro.it, www.guasconeteatro.it. Biglietti: 7 euro adulti, 5 euro i bambini fino a 12 anni. Dalle 16 alle 17 pizza gratis per tutti i piccoli spettatori presso l’Angolo della Pizza.

*****SAN GIMIGNANO, UNA COMENICA CON “REALEAR”

Il Teatro in epoche e linguaggi diversi, a confronto nella la rassegna ‘Leggieri d’Inverno’ edizione numero diciassette. Domenica 3 febbraio 2019 alle 21,00 a San Gimignano (Siena), nella sala espositiva ‘Genziana’, in Via Marconi 19 (zona piazza Sant’Agostino), è in programma lo spettacolo ‘ReaLeaR’.  Di e con Caterina Simonelli, per la regia di Marta Richeldi. Ispirato a Re Lear di William Shakespeare. Una produzione IF Prana con il contributo di Regione Toscana e con il sostegno di Tema Cultura. 

Real-Lear-If-Prana

Real Lear è un testo vitale, ironico, contraddittorio, sincero, capace di creare un corto circuito esplosivo tra la storia contemporanea, autobiografica di Caterina Simonelli e la grande storia del Re Lear di Shakespeare. Due epoche, due linguaggi: i personaggi del teatro e le persone della vita vera si specchiano, si riconoscono, affrontano lo stesso vuoto, le stesse contraddizioni, si aggrappano alla vita cercandone un perché o la lasciano andare stanchi di lottare.

Caterina in scena è sola con un mare di parole: le scrive, le “re-cita”, le urla, le prende in giro. Ma queste parole non bastano, non bastano a dire l’amore, non bastano a riempire il vuoto dentro e intorno a noi, allora c’è la corsa, c’è il silenzio, ci sono il corpo e la musica, c’è il teatro e la possibilità di fermarsi per un istante, di incontrarsi, di riconoscersi in Shakespeare, nei grandi re, nei padri e nei figli di ogni epoca.

Caterina Simonelli, regista, attrice e drammaturga, si è diplomata nel 2005 presso la Scuola del Piccolo di Milano diretta da Luca Ronconi. Nella Stagione 2015/2016 ha interpretato Goneril nel Lear di Roberto Bacci, nuova produzione del Teatro Nazionale della Toscana. Nel 2017 partecipa con Real Lear (produzione IF Prana) al Roma Fringe Festival, dove vince il Premio come “Migliore Attrice”.

‘Leggieri d’Inverno’, per la direzione artistica di Tuccio Guicciardini e Patrizia de Bari, è promossa dall’Associazione Giardino Chiuso, con il sostegno del Comune di San Gimignano, Regione Toscana e in collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa. 

*****MARCIALLA, IN SCENA “LA CONQUISTA DELLA LUNA”

Prosa al Teatro Comunale Regina Margherita di Marcialla (Barberino val D’Elsa – Firenze – Via Amelindo Mori, 20). Sabato 2 febbraio 2019 alle 21,30, la compagnia toscana TeAltro presenta lo spettacolo ‘La conquista della luna’. Un avvincente e originale testo di Alessio Bianchini e Francesco Mattonai che vede in scena lo stesso Alessio Bianchini, insieme ad Elena Capone, Andrea Corti e Valentina Paoletti.

FrancescoMattonaiTealtro

La rappresentazione teatrale è ambientata nel mese di luglio del 1969 e i nostri eroi hanno una settimana di tempo per conquistare la Luna e per attraversare quello spazio vuoto chiamato cosmo. Ma sarà anche una settimana per innamorarsi. Al pubblico, la sorpresa di scoprire come. 

L’appuntamento è inserito nella nuova stagione del Teatro Comunale Regina Margherita di Marcialla che quest’anno è accompagnata dallo slogan ‘Il bello di essere piccoli ma di pensare in grande’. Un cartellone che da novembre ad aprile incornicia oltre una trentina di appuntamenti tra teatro ragazzi, popolare toscano, teatro contemporaneo e di ricerca, teatro a km 0, jazz con degustazioni di vino e concerti bandistici. Il programma completo si trova su www.teatromargherita.org. 

*****CAMPI BISENZIO, “FIGLIE DI EVA” CON CUCINOTTA, BELVEDERE E ANDREOZZI 

Saranno Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi le protagoniste di “Figlie di Eva”, una storia di solidarietà tutta al femminile, in cui tre donne si uniscono per vendicarsi dello stesso uomo. Lo spettacolo andrà in scena in prima toscana martedì 5 febbraio 2019 alle 21.00 presso il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (piazza Dante Alighieri, 23).  La rappresentazione, diretta da Massimiliano Vado, è una produzione Bis Tremila (ingresso da 22 euro). 

Figlie di Eva ©Fabio Lovino

“Figlie di E.V.A” è la storia di tre donne sull’orlo di una crisi di nervi (le foto sono di Fabio Lovino, a sinistra e in alto sopra il titolo), legate allo stesso uomo: un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato sindaco delle imminenti elezioni. C’è Elvira, la segretaria tuttofare, Vicky la moglie tradita un po’ ingenua e un po’ scaltra e Antonia, la ricercatrice universitaria con una scomoda sindrome di La Tourette che sta aiutando il figlio del politico a laurearsi. L’uomo in questione, Nicola Papaleo, dopo averle usate per arrivare in vetta, le scarica senza mezzi termini: manda Elvira in galera per falso in bilancio, abbandona Vicky per una donna più giovane e spedisce Antonia a insegnare a Vibo Valentia perché non ha fatto promuovere suo figlio. Le donne, dopo un tentativo di vendetta personale che nessuna di loro riesce a portare a termine, pur conoscendosi appena e detestandosi parecchio, si uniscono per vendicarsi tutte insieme. Ingaggiano un giovane, bellissimo e sprovveduto attore squattrinato, Luca, e come tre streghe usano tutti i loro trucchi per trasformarlo ne “l’uomo perfetto”, istruendolo, sistemandolo e preparandolo fino a fare di lui un antagonista politico così forte da distruggere il cinico candidato premier proprio sul terreno in cui si sente più forte: la politica. Un po’ Pigmalione, un po’ Club delle Prime Mogli, un po’ Streghe di Eastwick, Figlie di Eva è una storia di solidarietà, una riflessione sulla condizione femminile, costretta a stare un passo indietro ma capace, se provocata, di tirare fuori risorse geniali e rimontare vincendo in volata. 

“Figlie di Eva – si legge in una nota sullo spettacolo – è la vita per come vorremmo che fosse. E anche per come è, perché spesso, le donne, anche quando vogliono vendicarsi, se si mettono insieme sanno creare cose meravigliose”.

La stagione di prosa del Teatrodante Carlo Monni (consultabile sul sito www.teatrodante.it), continuerà il 16 febbraio 2019 con “Maratona di New York” lo spettacolo realizzato da Teatrodante Carlo Monni in collaborazione con Todi Festival che vede sul palco l’ex campionessa mondiale di salto in lungo Fiona May e l’attrice Luisa Cattaneo in una rivisitazione tutta al femminile del testo di Edoardo Erba, dove le attrici corrono realmente per l’intera durata dello spettacolo in un percorso immaginario che celebra un’amicizia sincera tra ostacoli, fatica e sudore.

Info e prenotazioni: Biglietti disponibili in tutti i punti vendita Ticketone, su www.ticketone.it  e presso la biglietteria del teatro. Prenotazioni al 055.8940864 – biglietteria@teatrodante.it / www.teatrodante.it 

SERVIZI

Navetta: è disponibile il servizio navetta su prenotazione, da Firenze. Gli spettatori interessati dovranno prenotare entro le ore 17 del giorno dello spettacolo telefonando in biglietteria. Il servizio è offerto grazie alla gentile collaborazione della Fratellanza Popolare di San Donnino. 

Fiabe della Buonanotte

Durante lo svolgimento degli spettacoli è possibile usufruire del servizio di baby parking, organizzato in collaborazione con Centro Iniziative Teatrali. Potrete portare con voi i vostri bambini e lasciarli ad un animatore/attore che li porterà nel “Salone delle Fiabe” al terzo piano del teatro e li intratterrà con racconti, fiabe, attività teatrali e ludiche. Il servizio è gratuito e disponibile per bambini dai 3 anni. È necessaria la prenotazione entro due giorni dalla data di spettacolo.

*****PIETRASANTA, “PER NON MORIRE DI MAFIA” CON SEBASTIANO LO MONACO

Prosegue il cartellone del Teatro Comunale di Pietrasanta. La Fondazione Versiliana propone questa volta uno spettacolo di impegno civile, “Per non morire di mafia”, monologo tratto dall’omonimo libro di Pietro Grasso, interpretato da Sebastiano Lo Monaco.  Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Comunale di Pietrasanta, lunedì 4 febbraio 2019 alle  21.00 nell’ambito del cartellone promosso da Fondazione Versiliana con la consulenza artistica de Lo Studio Martini e in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo.

02 Sebastiano Lo Monaco-Per Non Morire di Mafia-foto di Margherita MirabellaLa storia di un magistrato impegnato da decenni contro la criminalità. L’autobiografia di un uomo interamente consacrato alla sua missione e convinto che per contrastare la mafia sia prima di tutto necessario avere la percezione esatta della sua pericolosità. “Per non morire di mafia” non è un semplice spettacolo, ma un ritratto, una discesa nel cuore vibrante e nel lucido pensiero di un uomo che da decenni lotta contro il crimine per il trionfo della legalità. Il testo di Pietro Grasso ripercorre le stagioni della guerra alla cupola siciliana in modo schietto, affrontando anche rapporti delicati: i legami tra mafia e politica, gli scontri all’interno della magistratura, le carenze legislative e di mezzi. Infine, Grasso affronta gli intrecci attuali con la ‘ndrangheta e la camorra e traccia una mappa delle nuove mafie (cinesi, russe, albanesi, nigeriane, colombiane), individuando le strade e gli strumenti che ci permetteranno di non morire di mafia, di non sottometterci al suo potere.

I biglietti sono in vendita presso il Teatro Comunale di Pietrasanta (Piazza Duomo) sabato 2, domenica 3 febbraio dalle 17:00 alle 19:00 e il giorno stesso dello spettacolo lunedì 4 febbraio   a partire dalle ore 17:00. Prezzi 22 euro platea; 13 euro galleria. Sono disponibili agevolazioni per giovani under 30, over 65,  diversamente abili, possessori Carta dello Spettatore FTS.  Per informazioni Tel. 0584/265733 – 0584 265777 www.versilianafestival.it 

Lascia un commento