CORONAVIRUS. Il Gruppo Capri chiude (in maniera temporanea) gli store Alcott e Gutteridge in tutta Italia. In mattinata era stato annunciata la chiusura solo in Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte ed Emilia Romagna

Moda e Artigianato

10 MARZO 2020 / “Dopo una giornata di attente riflessioni, ho deciso di fare un ulteriore passo al fine di tutelare il benessere dei nostri dipendenti, delle loro famiglie e dei nostri clienti. A partire da domani, 11 marzo 2020, i nostri negozi Alcott e Gutteridge in tutta Italia rimarranno chiusi. Ho preso questa decisione perchè davanti ad una situazione di emergenza come questa che stiamo vivendo nel nostro paese, da padre, imprenditore e italiano sento di avere una responsabilità e ritengo sia fondamentale, fare la mia parte per tutelare la collettività e contribuire affinchè l’Italia possa tornare alla normalità al più presto”. Questa la nota di Nunzio Colella, patron del Gruppo Capri, difesa in  serata dopo la notizia che venivano chiusi i negozi nelle regioni del nord  Italia.

———————-

Ecco  a seguire il primo flash diffuso dal Gruppo;

Il Gruppo Capri, alla luce dell’aggravarsi della situazione di emergenza causata dal diffondersi del Covid-19, ha deciso, per la tutela della salute dei propri collaboratori e consumatori, di chiudere temporaneamente tutti gli store Alcott e Gutteridge nelle regioni di Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte ed Emilia Romagna.

“Questa decisione, che avrà un impatto economico enorme sulla nostra azienda, è oggi necessaria per il benessere dei nostri collaboratori e clienti” afferma Nunzio Colella, patron del Gruppo, e continua “alla luce delle ultime misure di contenimento messe in atto dal Governo, ritengo sia opportuno fare la nostra parte per tutelare la collettività, in un momento così tragico e complesso per il nostro paese”.

Gli store nelle regioni meno colpite rimangono al momento operativi e sarà possibile continuare ad acquistare le collezioni Alcott e Gutteridge attraverso i rispettivi e-shop www.alcott.eu e www.gutteridge.com.

Lascia un commento