Il Giorno del Ricordo (10 febbraio) per commemorare le vittime delle foibe. Lettera agli studenti del sindaco di Rosignano, cerimonie a Cecina e Pietrasanta

LETTERA AGLI STUDENTI DEL SINDACO DI ROSIGNANO

Ecco la lettera che il sindaco del Comune di Rosignano Marittimo, Daniele Donati,  ha scritto ai ragazzi delle scuole in vista del 10 febbraio, la Giornata del Ricordo.
Per l’occasione a ogni classe degli istituti scolastici del territorio verrà consegnata una copia della Costituzione Italiana, suddivisa in tre edizioni differenti in base al gradi di scuola (Primaria, Secondaria di primo grado e Secondaria di secondo grado).
Martedì 9 febbraio, si svolgerà la prima consegna presso l’Isis Mattei di Rosignano Solvay alle ore 9.15

“Care ragazze e cari ragazzi,
A poca distanza dal Giorno della Memoria e dalla Commemorazione di Oberdan Chiesa, con cui abbiamo ricordato la persecuzione del popolo ebraico e le vittime del nazi-fascismo, vorrei porre alla vostra attenzione un altro triste episodio della storia italiana, altrettanto terribile e drammatico, ma che per molto tempo è passato sotto silenzio.
Mi riferisco al dramma delle foibe e ai tanti cittadini italiani uccisi nell’ambito della persecuzione etnica scatenata dalle milizie jugoslave di Tito, tra Trieste e Fiume, all’indomani della Seconda Guerra Mondiale.
La nostra Repubblica, colmando un vuoto di decenni, con la Legge 92 del 2004 ha istituito il Giorno del ricordo, il 10 febbraio di ogni anno. Una data importante, che non è solo una ricorrenza fine a se stessa, ma è il simbolo di un unanime impegno per la pace e il rispetto verso le diversità.
Oggi i giovani italiani, istriani, sloveni e croati possono guardare al futuro insieme, senza barriere, con serenità e senza paura, consapevoli che i totalitarismi non seguono mai i binari della libertà e della giustizia. Conoscere il passato, infatti, è il primo passo per costruire un’Europa migliore, più giusta e più aperta all’inclusione.
Studiare la storia, tutta la storia, è necessario per vigilare sul ritorno dei germi dell’indifferenza e delle ideologie esasperate, che mortificano i diritti civili e i valori umani a cui oggi siamo abituati e che spesso tendiamo a dare per scontati. La democrazia è una conquista che dobbiamo tutelare quotidianamente con impegno e responsabilità, avvalendoci di quel prezioso strumento di libertà che è la Costituzione della Repubblica Italiana.
Oggi dobbiamo essere capaci di risvegliare in noi quegli ideali, quei valori e quei principi che sono alla base della nostra Costituzione. Libertà e giustizia si conquistano giorno per giorno e  il compito dei più giovani deve essere quello di spendersi e lottare affinché le conquiste di 75 anni fa rimangano vive nella contemporaneità. 
Per questo motivo l’Amministrazione Comunale, grazie al contributo del Comitato di Gemellaggio, è felice di donare agli istituti scolastici del territorio una copia della Costituzione per ciascuna classe, nella profonda convinzione che la scuola sia non solo un luogo di cultura ma più in generale un laboratorio di formazione civile e sociale delle donne e degli uomini del domani.
I volumi saranno consegnati nei prossimi giorni presso la segreteria di ciascun istituto, previa accordo con il Dirigente scolastico.  Con i migliori saluti e l’augurio di una buona lettura, vi auguro buon lavoro!”.

 

COMUNE DI CECINA

Mercoledì 10 febbraio si celebra il “Giorno del Ricordo”, istituito per ricordare le vittime delle Foibe, dell’esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale. 

Per l’occasione verranno deposte due corone di alloro: la prima alle ore 11.30 al Monumento in piazza Martiri delle Foibe e, a seguire, la seconda nella via cittadina intitolata lo scorso anno a Norma Cossetto, vittima delle Foibe.

Parteciperanno il sindaco di Cecina Samuele Lippi e la presidente del Consiglio Comunale Sabrina Giannini insieme ai consiglieri comunali. 

Visto il permanere dell’emergenza sanitaria da Covid-19 la cerimonia si terrà in forma ristretta rispetto agli scorsi anni, nel rispetto delle misure restrittive previste dall’ultimo Dpcm ed in primo luogo dei criteri del distanziamento sociale e del divieto di assembramento.

COMUNE DI PIETRASANTA

Pietrasanta ricorda le vittime delle Foibe. In occasione della Giorno del Ricordo, istituito per conservare e rinnovare la memoria delle vittime delle Foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopo guerra e della più complessa vicenda del confine orientale, l’amministrazione comunale di Pietrasanta depositerà, mercoledì 10 febbraio 2021, alle ore 9.30, una corona di alloro al monumento collocato in largo Martiri delle Foibe, in via Tonfano, nei pressi del sottopasso autostradale.

Il monumento, intitolato “L’unione per la vita”, è stato realizzato nel 2004 dall’artista argentina Flavia Robalo con marmo bianco di Carrara. Alla cerimonia parteciperanno, insieme rappresentanti delle autorità militari e civili della nostra comunità.

 

Lascia un commento