Il giornalista livornese Viviano Domenici vincitore del Premio nazionale di scrittura Indro Montanelli 2019. La consegna in autunno a Fucecchio

Libri & Fumetti, Livorno

E’ nato a Livorno, città che vanta una lunga tradizione giornalistica. E nella sua città natale Viviano Domenici torna almeno una volta al mese (perché il mare e il libeccio non si scordano mai), nonostante viva da tantissimi anni a Milano, il luogo dove lo ha portato la passione per il giornalismo e dove ha percorso, nella redazione del Corriere della Sera, le tappe di una lunga e splendida carriera. E oggi è arrivato un grande riconoscimento per il suo lavoro dalla Fondazione Montanelli Bassi: Domenici è infatti il vincitore del Premio nazionale di scrittura Indro Montanelli alla carriera 2019. Un premio che lo ha molto emozionato e che riceverà formalmente in autunno a Fucecchio, il luogo dove nel 1909 nacque il grande Indro. (Nella foto sopra il titolo: Viviano Domenici ospite di una trasmissione di TV 2000).

Viviano Domenici è l’ideatore delle pagine di scienza del Corriere, di cui è stato caporedattore. Una scrittura fluida, una curiosità mai doma e la volontà di studiare a fondo. Archeologia, paleontologia e antropologia sono sempre stati al centro dei suoi articoli e dei suoi libri, fra cui “Altri naufragi. Storie di amore e di avventura) (De Agostini), “Alla ricerca delle sette meraviglie. Reportage dal mondo degli uomini” (ed. Ponte alle Grazie) e due volumi realizzati insieme alla scienziata (oggi scomparsa) Margherita Hack.

Lascia un commento