Il Comune lancia un avviso di interesse per un percordodi informazione e partecipazione dei cittadini per la realizzazione del nuovo ospedale

Livorno

Il Comune di Livorno lancia un avviso di manifestazione d’interesse per lo svolgimento di un percorso di informazione e partecipazione della cittadinanza sul tema della realizzazione del Nuovo Presidio Ospedaliero.

Secondo lo spirito della Legge Regionale 2 agosto del 2013 sulla promozione della partecipazione pubblica alla elaborazione delle politiche regionali e locali, l’Amministrazione intende avviare questo percorso per fornire ai cittadini, diretti interessati, i primi elementi di conoscenza di questa opera rilevante e strategica per la città e consentire loro di esprimersi sul tema così come indicare proposte e suggerimenti.

Da qui la necessità di individuare un soggetto esterno specializzato in informazione e percorsi partecipativi che curi la progettazione di dettaglio, gestione e conduzione del percorso rivolto appunto ai cittadini, sia come singoli che riuniti in associazioni, comitati e gruppi informali.

La manifestazione di interesse con oggetto “Manifestazione di interesse informazione e partecipazione nuovo presidio Ospedaliero” dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12 del prossimo 9 luglio 2020 mediante invio della documentazione necessaria all’indirizzo di posta elettronica certificata :comune.livorno@postacert.toscana.it .

Il bando di avviso è pubblicato nella rete civica all’indirizzo: http://www.comune.livorno.it/avviso/avviso-manifestazione-dinteresse-svolgere-servizio-progettazione-dettaglio-gestione

Info : inviare una e-mail agli indirizzi ssalvadorini@comune.livorno.it ; lmantellassi@comune.livorno.it; pfaia@comune.livorno.it.

Obiettivo generale di questo percorso partecipativo, che avrà durata fino al 31 dicembre 2020, è fornire agli interessati elementi di conoscenza sul presidio ospedaliero; una grande opera per la città che sorgerà nell’area ex-Pirelli, e occuperà una superficie di oltre 66.000 metri quadrati, per un volume complessivo di circa 285.000 metri cubi, con un piano interrato e quattro fuori terra.

Un’opera rilevante – tiene sottolineare la vicesindaca Libera Camici con delega alle politiche della partecipazione – su cui è fondamentale che i cittadini possano esprimersi , conoscerne il progetto in modo chiaro per far emergere idee e suggerimenti relativi in particolare alla gestione del cantiere dei lavori, ai temi della mobilità, della qualità ambientale e della qualità estetica degli interventi” .

Lascia un commento