Il 26 agosto appuntamento con il Balagan Cafè. Aperitivo musicale, delizie culinarie dal mondo ebraico, visite alla Sinagoga di Firenze, incontri e concerto finale

Ultimi due appuntamenti del giovedì, il 26 agosto e il 2 settembre 2021, con il Balagàn Cafè, la rassegna estiva caratterizzata da incontri, musica e sapori, organizzata dalla Comunità e dal Museo ebraico di Firenze con il sostegno di Rete Toscana ebraica e della Regione Toscana e il contributo di Fondazione CR Firenze e realizzata in collaborazione con il Comune di Firenze nell’ambito del calendario dell’Estate Fiorentina. 

Il “Balagan Cafè” (ingresso libero da via Farini, 6 a partire dalle ore 19) di giovedì 26 agosto prevede: visite guidate per piccoli gruppi della Sinagoga e del Museo ebraico, tenute da operatori dedicati dalle ore 18 alle 20 (per partecipare al costo di 10 euro a persona è necessario prenotare al numero 055290383). 

La serata entrerà nel vivo con l’aperitivo musicale: dalle ore 19,30 il “Muzika Shelanu”, una vetrina delle produzioni di giovani musicisti della Comunità Ebraica, che questo giovedì si arricchisce di un viaggio nella musica elettronica con il talentuoso Tommaso Bianchi in “Attraverso lo Specchio”.

Le delizie culinarie del mondo ebraico saranno cucinate e “narrate” da Jean Michael Carasso (per l’apericena i posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione su https://www.jewishflorence.it/mostre-ed-eventi/ offerta di partecipazione a partire da 10 euro). Il menù prevede: “Shakshuka con uovo”, un piatto emblematico della cucina israeliana, tramandato dagli ebrei tunisini, oggi diffuso in Israele e consumato a colazione come a pranzo e cena. A seguire patate speziate harrà, un’antica specialità mediorientale adottata in Israele e molto popolare come antipasto. Infine, per concludere il menù, la crema di carote alle spezie, un’altra componente dell’antipasto misto ebraico orientale che va degustata col pane. Come sempre il tutto sarà accompagnato da bevande e aperitivi dalle mille tradizioni ebraiche a cura del Balagan Bistrot Cafè. 

Alle 20,30 l’incontro con personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo prevede un dialogo con l’esperto di politica internazionale Niccolò Rinaldi, che collabora da decenni con il Parlamento Europeo ed è stato di stanza a Kabul e Peshawar come responsabile per l’informazione per l’Afghanistan negli anni ‘80/’90 su incarico delle Nazioni Unite. Autore fra l’altro del volume “La Droga di Dio” (ed. L’Ancora del Mediterraneo), si concentrerà sugli ultimi sviluppi in Medio Oriente e aiuterà i presenti ad orientarsi tra le ultime notizie di cronaca provenienti dal mondo arabo.

Il concerto delle 21,30 vede il ritorno a Firenze del virtuoso clarinettista Amit Arieli. Nato a Tel Aviv, cresciuto nel capoluogo toscano, Amit ha poi intrapreso una fortunata carriera che lo ha visto suonare in tutto il mondo e ricoprire incarichi prestigiosi negli Stati Uniti, in Europa, e ora in Israele. Il concerto sarà un trascinante viaggio nel klezmer, tradizione del mondo ebraico d’Est Europa, letto attraverso gli incontri di Amit con le tante tradizioni della musica ebraica da Israele al mondo chassidico. 

Per informazioni:
firenzebraica@operalaboratori.com
055290383
www.firenzebraica.it

 

Lascia un commento