I luoghi del tempo in Maremma, fra suoni, storie, autori di libri, reading e sapori. Un viaggio che celebra l’ambiente, la cultura, la bellezza

Focus, Grosseto

Al via l’edizione 2019 della manifestazione “I luoghi del tempo” – festival di suoni, storie e sapori in Maremma – che si inaugura a partire dalle ore 18 di sabato 25 maggio presso il pozzo 10 di Ribolla con Daniela Morozzi, Ambrogio Sparagna e il Coro dei minatori di Santa Fiora.

“È con grande soddisfazione che saluto la nona edizione de ‘I luoghi del tempo’. Per chi come me sostiene, decisamente, l’importanza del rapporto con il territorio, trova proprio in questo festival un ottimo esempio – ha detto Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana – Combinare la cultura, la storia con la scoperta dei luoghi, accompagnandoli con i prodotti della terra, diventa la chiave d’accesso per conoscere la nostra Toscana. Davvero complimenti, in particolare al direttore artistico Lorenzo Luzzetti, che ha creduto, insieme a tutti i Comuni coinvolti, in questo importante progetto.”.

“Passano gli anni e il Festival ‘I luoghi del tempo’ è sempre più convincente. Ogni luogo recondito della Maremma può diventare lo splendido contesto per partecipare a concerti, reading teatrali, conversazioni con importanti autori di libri. Anzi il luogo diviene esso stesso parte del tutto, entra profondamente nella proposta artistica e diviene protagonista insieme agli scrittori e ai musicisti. Il Parco Nazionale delle Colline Metallifere – ha aggiunto la presidente Lidia Bai – ha sostenuto questo progetto fin dalla sua nascita proprio perchè esiste una comunità di intenti tra la mission del Parco e il fine del Festival: la valorizzazione del patrimonio culturale, la sostenibilità ambientale, la lentezza e la celebrazione della bellezza”.

Una manifestazione per la quale – come ha specificato il presidente Emiliano Rabazzi – la Rete delle biblioteche e archivi di Maremma ha rinnovato il proprio sostegno al festival. Che “anno dopo anno – è il pensiero di Lorenzo Luzzetti, direttore artistico – si arricchisce di appuntamenti e scopre nuovi emozionanti paesaggi: sei giornate (più un extrafestival al Resort La Pescaia) nel suggestivo territorio delle Colline Metallifere della Maremma toscana alla riscoperta di luoghi ricchi di storie e di bellezze paesaggistiche, luoghi “con un’anima” che vengono valorizzati grazie alla poesia, alla musica, ai racconti; e attraverso i sapori dei prodotti locali, anche essi parte integrante della cultura del territorio. Al tramonto, rispettando l’equilibrio ambientale di una Maremma lontana dai clamori estivi e da un turismo talvolta troppo invadente”.

Ma vediamo a seguire il programma e i personaggi ospiti (tutti i dettagli sul sito www.iluoghideltempo.it). Dopo l’inaugurazione del 25 maggio, nuovo appuntamento il 1° giugno 2019 a Sticciano Alta (Centro Storico, dalle ore 18.30) con Paolo Hendel e Ginevra di Marco; quindi domenica 2 giugno spostamento a Punta Ala (Castello dalle 18.30) con Riccardo Rossi, Bruno Manfellotto e Baro Drom Orkestar. Si riprende l’8 giugno a Monterotondo Marittimo (Biancane, dalle 18) con Mario Tozzi, Mirco Mariottini & Francesco Ponticelli; poi il 9 giugno ci saranno Ascanio Celestini e Stefano “Cocco” Cantini a Scarlino (Poggiotondo, dalle 18.30), quindi venerdì 14 giugno a Caldana (Centro Storico, alle 18.30) appuntamento con Franco Cardini e Ars Regia. Infine l’extrafestival sabato 15 giugno (ore 20) al Resort La Pescaia di Sticciano Scalo con Festa per Giorgio – Michele Placido.

www.iluoghideltempo.it

Lascia un commento