I “grandi numeri” del Follonica Summer Festival 2018: 34mila presenze negli undici giorni di spettacoli

Dischi & Live, Grosseto

Per il Follonica Summer Festival 2018 più che un bilancio positivo un vero e proprio successo. A dirlo – si legge nella nota finale degli organizzatori – sono i numeri: poco meno di 34mila presenze registrate negli undici giorni in cui sono andati in scena gli spettacoli in programma – rispetto alle 20mila della prima edizione – un indotto complessivo che ha generato benefici sul territorio, l’immagine della città di Follonica sempre al centro dell’offerta artistica dell’estate.

Logo FSF 2018 Bianco“Partiamo dalle presenze: 2.500 spettatori per la grande apertura con il musical Jesus Christ Superstar, 4.000 per Coez, 4.000 per Gianna Nannini, 2.000 per il musical Grease prodotto dalla Compagnia della Rancia, 3.000 per la FollSonica Big Night – un concerto gratuito, pensato per dare spazio alle realtà musicali della provincia di Grosseto. E ancora: 4.000 spettatori per Caparezza, 2.500 per il comico Enrico Brignano, addirittura 3.000 i ragazzi per Made in internet, lo show degli youtuber più famosi d’Italia, all’appuntamento con la musica elettronica di Cosmo sono arrivati in 2.500, così come in 2.500 hanno assistito allo spettacolo Sono solo, con te con cui Paolo Ruffini e Claudia Campolongo hanno omaggiato Giorgio Gaber. Per arrivare al grande concerto finale con protagonisti gli idoli della trasmissione Amici Irama, Einar e Le Deva, presentati da Diana Del Bufalo e Andrea Dianetti, che ha visto la partecipazione di 3.500 spettatori. La grande affluenza e il forte consenso del pubblico, nonostante la folta presenza di appuntamenti artistici che punteggiano la costa toscana in estate – sottolinea la nota – premiano e valorizzano quindi l’investimento per la realizzazione di questo ambizioso progetto. Non a caso lo slogan che ha caratterizzato questa seconda edizione è stato #Sempremeglio. La ricetta vincente del Follonica Summer Festival si è basata su un ingrediente fondamentale: la scelta artistica trasversale, un cartellone variegato in grado di soddisfare i gusti del pubblico di tutte le fasce di età. Dalle famiglie ai bambini, dagli amanti della sofisticata musica cantautorale, fino alle sonorità più esuberanti di Caparezza e Cosmo.È piaciuta molto anche l’evoluzione logistica e strutturale della location, il Parco Centrale – Arena Spettacoli, uno spazio verde di 10 ettari reso ancora più accogliente e confortevole e ampliato ad una capienza massima di 4mila spettatori”.

FSF 6

“Altro grande protagonista di questo Festival – proseguono ancora gli organizzatori – è stato il territorio: le ricadute virtuose sul fronte occupazionale sono state molteplici, senza contare l’indotto generato da un’affluenza così massiccia di cui hanno beneficiato bar, ristoranti, strutture alberghiere e ricettive in generale e tutto il tessuto economico della città di Follonica. Considerato che, la macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione, per gli organizzatori è doveroso ringraziare chi ha contribuito al successo: la Prefettura, la Questura, le forze dell’ordine quali i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato, e ancora la Polizia Municipale, il servizio security Rovani Group 360°, la Vab, la CRI sezione Follonica, lo Sportello H, la Cooperativa “Il Nodo”, la Pro Loco di Follonica e molti altri.

FSF 7

“Vedere il Parco Centrale affollato da migliaia di persone e dai loro sorrisi ci ripaga dello straordinario sforzo organizzativo coordinato da Valerino Gronchi e dell’impegno che tutte le persone coinvolte hanno dimostrato, anche in condizioni climatiche avverse – sottolinea il direttore artistico Paolo Ruffini – In questa seconda edizione il Follonica Summer Festival si è consolidato e l’hashtag #Sempremeglio si è collocato alla grande in quello che poi è stato. La musica, il divertimento e l’arte appartengono a tutti e noi abbiamo avuto l’occasione di restituirli al pubblico. Per undici giorni a Follonica è stato più facile essere felici. Buon fine estate a tutti e appuntamento al 2019!”.

“Si sono chiuse due settimane di emozioni, di grandi concerti, di grande spettacolo – spiega il sindaco di Follonica, Andrea Benini – La città ha accolto artisti di fama nazionale e internazionale, ma soprattutto migliaia di persone di tutte le età e provenienti da ogni parte d’Italia che all’Arena hanno dato vita a momenti indimenticabili. La macchina organizzativa del Follonica Summer Festival è stata meravigliosa, ha saputo gestire anche imprevisti e maltempo con impegno e dedizione. Voglio ringraziare con tutto il cuore tutti coloro che, a diverso titolo, hanno contribuito alla buona riuscita degli eventi. I numeri di questa seconda edizione sono estremamente positivi e delineano che le scelte compiute sono state giuste, grazie anche alla collaborazione e alla sintonia che si è creata con Paolo Ruffini, Valerio Gronchi e con un gruppo di giovani professionisti straordinari. Il resto del successo di questa manifestazione è da attribuire a Follonica, alla sua voglia di scommettere non sulla paura, ma sulla felicità e sulla bellezza”.

Lascia un commento