L’AzuniJazzOrchestra

I giovani musicisti dell’AJO Azuni Jazz Orchestra suonano Ellington, Gershwin, Mingus e Berlin a Stintino

Fuori Toscana

Dopo il successo del Bianca Frau Ensemble, tornano al Comprensorio Punta Negra di Stintino i concerti organizzati dall’Associazione culturale, musicale e teatrale LABohème. Domenica 4 agosto 2019, alle 21, largo ai giovani musicisti dell’AJO – Azuni Jazz Orchestra: gli studenti del Liceo musicale sassarese, guidati dai docenti Dante Casu e Roberto Mura, proporranno un programma che prevede grandi classici del jazz e alcune nuove composizioni, tra cui alcuni arrangiamenti del maestro Roberto Spadoni, docente del corso di Jazz big band nell’ultima edizione della masterclass Stintino Jazz&Classica. Nel corso della serata, i giovani artisti spazieranno in un repertorio che va da Duke Ellington a George Gershwin, da Charles Mingus a Irving Berlin. I concerti a Punta Negra sono un’idea dell’Associazione culturale LABohème. L’edizione 2019 è stata inaugurata giovedì 1° agosto con il live del Bianca Frau Ensemble e si concluderà il 13 agosto con l’Orchestra Juvenilia, un gruppo d’archi nato anch’esso tra i banchi del Liceo musicale Azuni di Sassari. I concerti saranno a ingresso libero aperto a tutti e inizieranno alle ore 21.

Gli appuntamenti musicali nel Comprensorio di Punta Negra seguono le masterclass di StintinoJazz&Classica, i corsi di musica d’insieme e canto lirico avviati con successo dall’Associazione LABohème sei anni fa. Tra i docenti che si sono alternati nei seminari, grandi nomi della musica italiana e internazionale: Bruno Tommaso, Roberto Spadoni, Michele Rabbia, Giovanni Falzone, Gavino Murgia, Michel Godard, Rachel Gould, Antonio Marzinotto, Pietro Scalvini, Giulio Plotino, Roberto Scandiuzzi e Alfonso Antoniozzi.

Nella filosofia dell’Associazione, l’obiettivo dei corsi è quello di valorizzare le competenze e i talenti locali, con un occhio di riguardo per i giovani.

Lascia un commento