I giorni di Puccini a Lucca: recital di Maria Agresta (venerdì 20) al Teatro del Giglio, conversazione con Marco Malvaldi nel nome di Tosca (che racconta il suo libro “Buchi nella sabbia”, Sellerio – 2015)

Concerti e Lirica, Lucca

A Lucca i Puccini Days stanno volgendo al termine. Ecco gli appuntamenti conclusivi in cartellone in questo fine settimana che precede il Natale.

RECITAL DI MARIA AGRESTA / Come già anticipato da www.toscanaeventinews.it nei giorni scorsi, il soprano Maria Agresta, invitata dai maggiori teatri d’opera mondiali, sarà protagonista (venerdì 20 dicembre 2019 ore 21, Teatro del Giglio) dei Puccini Days 2019 con un recital lirico con pianoforte dedicato alle arie d’opera del Maestro e dei compositori suoi contemporanei, come Francesco Paolo Tosti, Alfredo Catalani, Pietro Mascagni, Francesco Cilea. Sul palcoscenico del Giglio, Agresta si esibirà accompagnata al pianoforte dal Maestro Michele D’Elia, cui sono affidati anche brani strumentali da Adriana Lecouvreur, Cavalleria rusticana, Manon Lescaut e Thaïs.

MARIA AGRESTA (Elisa Rinaldi credits)-2
Maria Agresta, soprano (ph. Elisa Rinaldi)

Per il pubblico dei Puccini Days, Agresta ha scelto un’ampia selezione di arie dalle opere più conosciute e amate di Giacomo Puccini. Si va da “Si. Mi chiamano Mimì” da La bohème a “Senza mamma” da Suor Angelica, passando per “Un bel dì vedremo” da Madama Butterfly, “Sola, perduta, abbandonata” da Manon Lescaut, “Signore ascolta” da Turandot e “Vissi d’arte” da Tosca. Ancora del Maestro, Agresta eseguirà preziose arie da camera quali “Sole e amore”, “Sogno d’or” e “Terra e mare”. Al programma pucciniano del recital, saranno aggiunte arie per soprano tratte da Adriana Lecouvreur di Cilea (“Ecco! Respiro appena… io son l’umile ancella”)), La Wally di Catalani (“Ebben? Ne andrò lontana”) e le romanze per soprano e pianoforte di Tosti “Non t’amo più”, “Sogno” e “Chanson de l’adieu”. 

  • Biglietti da 10,00 a 30,00 euro, con speciali riduzioni per gli Abbonati alle Stagione del Teatro del Giglio. Prenotazioni e acquisti alla Biglietteria del Teatro del Giglio (tel. 0583.465320 – e-mail biglietteria@teatrodelgilgio.it) e su www.teatrodelgiglio.it

LO SCRITTORE MALVALDI CONCLUDE LA MANIFESTAZIONE PARLANDO DI TOSCA / È ancora Tosca di Giacomo Puccini, fil rouge dell’edizione 2019 dei Puccini Days, la protagonista dell’evento conclusivo del Festival: sabato 21 dicembre 2019 alle 17.30, nel ridotto del Teatro del Giglio, lo scrittore Marco Malvaldi racconterà, sullo sfondo di una rappresentazione della Tosca del Maestro, un grande personaggio della letteratura italiana, Ernesto Ragazzoni, anarchico amante della bottiglia, poeta dei buchi nella sabbia – da qui, il titolo del romanzo oggetto della conversazione, “Buchi nella sabbia” (Sellerio, Palermo 2015) – e delle «pagine invisibilissime», dell’arte giullaresca realizzata nella vita fuori dal testo, è in un certo senso il testimone di questo «dramma giocoso in tre atti».

marco-malvaldi-920×600
Lo scrittore pisano Marco Malvaldi

Come grottesco contrappasso, accanto a Regazzoni, bohémien anarchicheggiante e antimilitarista, agirà come in duetto un rigido ufficiale dei regi carabinieri. Siamo nel 1901, tempo di attentati (il re Umberto è stato appena ucciso), e a Pisa, terra di anarchia. Al Teatro Nuovo si aspetta il nuovo re, per una rappresentazione della Tosca di Giacomo Puccini. Le autorità sono in ansia: il tenore della compagnia «Arcadia Nomade», i cavatori di marmo carrarini convocati per alcuni lavori, gli stessi tecnici del teatro, sono tutti internazionalisti e quindi sospetti. E nell’ottusa paranoia dei tutori dell’ordine, perfino il compositore, il grande Puccini, è da temere tra i sovversivi. A scombinare ancor di più le carte è l’intervento di quello stravagante di Ragazzoni, redattore del giornale «La Stampa». Fatalmente l’omicidio avviene, proprio sul palcoscenico al culmine del melodramma, e non resta che scoprire se sia un complotto reazionario o un atto dimostrativo di rivoluzionari. O un banale assassinio. Pieno di movimento, divertito come un teatro da boulevard, ma dissacrante della stupidità autoritaria, omaggio a un grande poeta, e soprattutto all’opera lirica, questo romanzo dipinge, alla maniera di Marco Malvaldi, una trama criminale con i colori del comico, del malinconico, della satira impegnata, in una fedele ricostruzione d’ambiente.  

Nato a Pisa nel 1974, di professione chimico, Malvaldi ha pubblicato con la casa editrice Sellerio la serie dei vecchietti del BarLume (La briscola in cinque, 2007; Il gioco delle tre carte, 2008; Il re dei giochi, 2010; La carta più alta, 2012; Il telefono senza fili, 2014; La battaglia navale, 2016, Sei casi al BarLume 2016, A bocce ferme, 2018), salutati da un grande successo di lettori. Ha pubblicato anche Odore di chiuso (2011, Premio Castiglioncello e Isola d’Elba-Raffaello Brignetti), giallo a sfondo storico, con il personaggio di Pellegrino Artusi, Milioni di milioni (2012), Argento vivo (2013), Negli occhi di chi guarda (2017) e, con Glay Ghammouri Vento in scatola (2019). 

  • La conversazione con Marco Malvaldi sul romanzo “Buchi nella sabbia” è realizzata in collaborazione con il Centro studi Giacomo Puccini. L’ingresso è libero e gratuito, fino a esaurimento posti.

***

PucciniDays2019-banner-800×388

Il Festival Lucca Puccini Days è frutto della collaborazione tra Comune di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Teatro del Giglio, e realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e i prestigiosi patrocini di MIBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Toscana e AGIS Toscana. Il Teatro del Giglio, la Fondazione Giacomo Puccini e il Comune di Lucca ringraziano tutti i soggetti che direttamente o indirettamente supportano le loro attività: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Unicoop Firenze, Manifattura Sigaro Toscano, Lucca Promos, The Lands of Giacomo Puccini, ACelli Group e Italia Technology Alliance.

 

Lascia un commento