I concerti di Pieve a Elici si spostano (dopo il disastroso incendio) a Viareggio. Sabato 23 luglio nella chiesa di San Paolino Laura Llozi Roberto Arosio suonano Beethoven, Kreisler, Brahms e Ravel. L’incasso sarà devoluto per l’emergenza

Il concerto di sabato 23 luglio 2022 previsto per la stagione di musica da camera di Pieve a Elici si terrà a Viareggio. Non è stata una decisione facile ma l’Associazione Musicale Lucchese ha preferito non annullare l’appuntamento del ciclo “I concerti di Pieve a Elici” per dare un segnale di speranza e di vicinanza agli abitanti di un territorio che da più di 50 anni ospita la stagione estiva dell’AML e ora colpito da un gravissimo incendio. Grazie alla collaborazione di don Mauro Lucchesi e della sua parrocchia il concerto si terrà nella chiesa di San Paolino, in via Mazzini. L’incasso della serata sarà devoluto al Comune di Massarosa che ha indicato un conto dedicato alla gestione dell’emergenza (Iban IT63U0503470170000000002170, Causale: donazione per emergenza incendio).

Ad esibirsi domani saranno la violinista Laura Llozi e il pianista Roberto Arosio che si cimenteranno con la musica di Beethoven, Kreisler, Brahms e Ravel. Con un repertorio che spazia dalla musica barocca alla musica del XXI secolo, Llozi a poco più di 20 anni si è già esibita in tutta Europa come solista e come orchestrale in quanto membro dell’Orchestra della Gioventù Albanese, dell’Orchestra Filarmonica di Tirana (Albania), della European Spirit of Youth Orchestra e dell’Orchestre des Jeunes de la Méditerranée. Arosio è un apprezzato pianista che si è esibito in molti teatri internazionali sotto la direzione di maestri del calibro di Carlo Maria Giulini, Mstislav Rostropovich e Vladimir Ashkenazy.

Il duo eseguirà la Sonata per violino e pianoforte n. 7 in do minore, op. 30 n. 2 di Beethoven, brano energico e a tratti drammatico che ben rappresenta la ricerca stilistica del compositore per poi passare al virtuosismo di Fritz Kreisler e i suoi Caprice Viennois. Il concerto proseguirà con la Sonata n. 3 in re minore per violino e pianoforte, op. 108 di Brahms, vero capolavoro della musica da camera, per poi concludersi con Ravel e la sua Tzigane. Composta nel 1922 in omaggio alla violinista ungherese Jelly d’Aranyi, il brano venne definito da Ravel come “un pezzo virtuosistico nel gusto di una rapsodia ungherese” e si caratterizza per il fatto di mettere a dura prova la preparazione e la bravura del violinista che lo interpreta.

Il concerto inizia alle 21:15. I biglietti saranno acquistabili a partire dalle ore 20:15 (intero 12 euro, ridotto 10 euro, studenti 5 euro).

I Concerti della Pieve sono sostenuti dal Ministero della Cultura e hanno il patrocinio del Comune di Massarosa e di Prefettura e Provincia di Lucca, con la collaborazione di Camera di Commercio di Lucca e Lucca Promos – The lands of Giacomo Puccini. La manifestazione è realizzata anche grazie ad Acqua Silva, Akeron, AKC, Banca del Monte di Lucca, Banca Intesa, Cartografica Galeotti, Farmacia Novelli, Fabio Francesconi Srl, Assicurazioni Generali (Lucca), Studio legale GOD, Istituti Scolastici Esedra, Guidi Gino Spa, I gelati di Piero, Lucar TM – Concessionario Toyota, Mag-JLT Broker, Oleificio Rocchi, Toscotec, Unicoop Firenze. L’Associazione Musicale Lucchese ringrazia Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca, Studio odontoiatrico associato LDM, MondialCarta, IRA – Istituto Italiano Ricerche Applicate, mecenati ai sensi della legge sull’Art Bonus.

Maggiori dettagli su www.associazionemusicalelucchese.it.

Lascia un commento