I concerti all’Istituto Mascagni di Livorno: inaugurazione (il 1° marzo) con il “Cimento dell’Armonia” di Vivaldi. Domenica 3 il via alla XV edizione della Rassegna Nardini e mercoledì 6 prima parte di Suoni Inauditi

Livorno, Musica

Rinnovato nel logo e prossimo a vedere la fine della lunga battaglia per la sua statizzazione, l’Istituto superiore di studi musicali Pietro  Mascagni di Livorno riprende la tradizionale stagione concertistica di primavera. La nutrita serie d’incontri si apre venerdì 1 marzo alle 18, nell’Auditorium Cesare Chiti del Mascagni, con un concerto vivaldiano che propone il Concerto per fagotto in mi minore RV 484 e prosegue, poi, con i più famosi dei dodici Concerti per violino, archi e basso continuo del Cimento dell’Armonia e dell’Inventione, universalmente noti con il nome di Le Quattro Stagioni.

  • L’Ensemble d’archi dell’ISSM Mascagni è diretto da Chiara Morandi (foto sopra il titolo). Danilo Squillace è il fagotto solista, mentre al violino solista s’alternano Alessio Mannelli, Emanuele Luzzati, Emma Lanza, Eleonora Zamboni.

Esordisce, poi, domenica 3 marzo alle 11 presso l’Auditorium Cesare Chiti la XV edizione della Rassegna Nardini, che quindici anni fa raccolse il testimone dei Concerti della domenica e che si realizza con la collaborazione del Comune di Livorno e dell’Associazione Amici del Mascagni. Anche quest’anno la rassegna ospita, insieme con le formazioni cameristiche del Conservatorio cittadino, quelle di giovani artisti che studiano negli altri Conservatori toscani, il Cherubini di Firenze, il Franci di Siena e il Boccherini di Lucca, e di quelli di Spezia – il Puccini -, di Verona – il Dall’Abaco – e di Sassari, il Canepa.

Il primo appuntamento della Nardini vede i giovani del Mascagni impegnati in un bel programma, che transita dal barocco al XXI secolo e si chiude con una pagina di Mozart.

Dopo il Concerto V in la maggiore “pour 5 flûtes-Traversieres ou autres Instruments, sans Basse di Joseph Bodin de Boismortier (1689-1755), si ascolta di Antonio Vivaldi (1678-1741) il Concerto in sol minore “La notte”, op. 10, n. 2, RV 439, con Eleonora Ricci al flauto solista e, di seguito, Glaciale, per ensemble di flauti, un brano del 2017 di Stefano Casini. Chiude il programma il Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 in la maggiore K 488 di W.A. Mozart (1756-1791),con Lucrezia Liberati al pianoforte solista. L’Orchestra d’archi dell’ISSM Mascagni è diretta da Chiara Morandi.

Paolo Antonio Tommasi

Debutta, infine, mercoledì 6 marzo alle 18 all’Auditorium Cesare Chiti, la prima parte della X Rassegna Suoni Inauditi, che percorre linguaggi e vocazioni della musica contemporanea e la ricerca sonora – grazie a tecniche informatiche e digitali e tramite l’esplorazione delle potenzialità sonore degli strumenti tradizionali – che ispira la composizione dei nostri giorni. Il concerto di apertura, di mercoledì 6 marzo, è una ricca antologia di autori, dal secondo Novecento all’oggi del XXI secolo, dove, tra i vari contemporanei,  spiccano i più noti Berio, Bussotti, Bernstein. Sono brani per strumenti tradizionali – viola, flauto, oboe, tromba e trombone, chitarra, contrabbasso e pianoforte, in varie formazioni, dallo strumento solista fino all’ensemble da camera – di cui sono interpreti i giovani allievi del Corso di prassi esecutive e repertori d’insieme e da camera per la musica contemporanea e del Novecento, del M° Paolo Antonio Tommasi (foto sopra a destra).

La seconda parte di Suoni Inauditi si svolgerà nel prossimo ottobre.

Come di consueto, i Concerti del Mascagni sono a ingresso libero.

***Auditorium Cesare Chiti ISSM Mascagni  / via Galileo Galilei, 40 – Livorno

Venerdì 1 marzo 2019, ore 18:00

Il Cimento dell’Armonia

Musiche di Antonio Vivaldi

Ensemble d’archi dell’ISSM Mascagni

Chiara Morandi, direttore

solisti: Danilo Squillace, fagotto; Alessio Mannelli, Emanuele Luzzati, Emma Lanza, Eleonora Zamboni, violino

Domenica 3 marzo, ore 11:00

XV Rassegna Pietro Nardini di complessi da camera dei Conservatori Italiani 

Musiche di Joseph Bodin de Boismortier, Stefano Casini e Wolfgang Amadeus Mozart

Orchestra d’archi dell’ISSM Mascagni 

Chiara Morandi, direttore

solista: Lucrezia Liberati, pianoforte 

Mercoledì 6 marzo, ore 18:00

X Rassegna Suoni Inauditi

Musiche di AA.VV.

Ensemble del Corso di prassi esecutive e repertori d’insieme e da camera per la musica contemporanea e del Novecento di Paolo Tommasi.

Lascia un commento