I 600 anni della Cupola del Brunelleschi: dopo la sospensione delle celebrazioni causata dalla pandemia annunciate dall’Opera di Santa Maria del Fiore per questo 2022 le tre prime esecuzioni assolute del dramma in musica “Oltre l’azzurro”, del brano “Al sognatore di cupole” e dell’opera “Con il cielo dentro”

Due anni dopo la sospensione delle celebrazioni dei 600 anni della Cupola del Brunelleschi (1420 – 2020) a causa della pandemia da Covid 19, l’Opera di Santa Maria del Fiore annuncia che tre prime esecuzioni assolute, previste nel programma di allora, saranno eseguite quest’anno nello scenario unico della Cattedrale di Firenze. Si tratta del dramma in musica Oltre l’azzurro. Il sogno di Brunelleschi con musiche di Silvia Colasanti e testo di Maria Grazia Calandrone, Al sognatore di cupole di Salvatore Sciarrino, parte del concerto La Cupola armonica, e Con il cielo dentro opera scritta da Davide Rondoni con la regia di Giancarlo Cauteruccio. Tutti e tre gli spettacoli saranno a ingresso gratuito e con prenotazione obbligatoria.

Il 23 maggio 2022 andrà in scena il dramma in musica Oltre l’azzurro. Il sogno di Brunelleschi con musiche di Silvia Colasanti e testo di Maria Grazia Calandrone secondo il progetto ideato e realizzato con la direzione artistica di Francesco Ermini Polacci e commissionato dall’Opera di Santa Maria del Fiore. L’esecuzione è affidata all’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Musica di Fiesole e al direttore francese Pierre-André Valade, rinomato interprete del repertorio contemporaneo, che saranno affiancati dalle voci miste della Cappella Musicale della Cattedrale di Santa Maria del Fiore e da quelle bianche dei Pueri Cantores sotto la guida di Michele Manganelli, maestro di Cappella della Cattedrale di Firenze. A dare la voce a Filippo Brunelleschi sarà Tommaso Ragno, attore di teatro e cinema fra i maggiori e più profondi di oggi.

 Il 14 giugno 2022 sarà la volta della prima esecuzione assoluta de Al sognatore di cupole di Salvatore Sciarrino, brano scritto su commissione dell’Opera di Santa Maria del Fiore e parte del concerto La Cupola armonica. L’evento ideato dal musicologo Gabriele Giacomelli è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione tra l’Opera, la Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, che ha messo a disposizione i propri cori diretti dal maestro Lorenzo Fratini, e il Conservatorio «L. Cherubini» di Firenze che ha coordinato l’ensemble strumentale. Il concerto è parte della XXV edizione della rassegna di musica sacra O Flos Colende (di cui Giacomelli è direttore artistico) e dell’84° Festival del Maggio Musicale Fiorentino.

Entro l’anno sarà messa in scena, con data ancora da definire, anche l’opera Con il cielo dentro scritta da Davide Rondoni con la regia di Giancarlo Cauteruccio. Dopo l’intensa collaborazione con Mario Luzi per l’indimenticabile “Opus Florentinum” e dopo una nuova edizione del 2014 pensata per il convegno “Mario Luzi “L’umanesimo della poesia”, il regista torna a lavorare nella Cattedrale di Firenze con un poeta e a confrontarsi con una delle architetture fondamentali della storia e della bellezza.

Lascia un commento