palazzo reale

Guggenheim / La collezione Thannhauser: dal 17 ottobre al Palazzo Reale di Milano in mostra 50 capolavori di Cézanne, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Van Gogh, Picasso, Renoir

Fuori Toscana
Il 17 ottobre apre a Milano a Palazzo Reale la straordinaria mostra Guggenheim / La collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso in programma sino al 1° marzo 2020.
La mostra – che sarà presentata ufficialmente il giorno 16 ottobre – presenta circa cinquanta capolavori dei grandi maestri impressionisti, post-impressionisti e di membri delle avanguardie dei primi del Novecento, tra cui Paul Cézanne, Edgar Degas, Paul Gauguin, Edouard Manet, Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso.
E racconta la straordinaria collezione che negli anni Heinrich Thannhauser con il figlio Justin e la seconda moglie Hilde costruirono per poi donarla, nel 1963, alla Fondazione Solomon R. Guggenheim, che da allora la espone in modo permanente in una sezione del grande museo di New York.
Promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, è curata da Megan Fontanella, conservatrice di arte moderna al Guggenheim. Catalogo Skira.
È la prima volta che questi capolavori arrivano in Europa: dopo la prima tappa al Guggenheim di Bilbao e la seconda all’Hotel de Caumont di Aix-en-Provence, Palazzo Reale a Milano rappresenta la tappa conclusiva della mostra, dopo la quale queste splendide opere ritorneranno a New York. Si tratta dunque di un’occasione unica e irripetibile per ammirare lavori di eccezionale qualità di grandi maestri della pittura europea sinora mai esposti fuori dagli Stati Uniti.
Al Museo Guggenheim di New York questa meravigliosa collezione viene ammirata ogni giorno da centinaia di americani e di turisti in visita nell’edificio-culto realizzato da Frank Lloyd Wright; a Milano per alcuni mesi queste opere straordinarie rendono nuovamente omaggio al ruolo della famiglia Thannhauser nella difesa e nella promozione degli artisti di avanguardia europei durante oltre mezzo secolo.

Lascia un commento