peace frame – miriam barbosa

Gran Gala alla Versiliana: il festival Danza in arte a Pietrasanta chiude con molte guest star. Presenta Anna Falchi

Lucca

Il Dap (Danza in arte a Pietrasanta, nella foto Peace Frame – Miriam Barbosa), festival internazionale di danza e delle arti visive che per due settimane ha calato i suoi ballerini fra le opere d’arte in esposizione permanente nelle piazze e nelle vie della cittadina versiliese, sabato 1 luglio 2017 (ore 21) chiude la prima edizione con un Gran Gala in Versiliana. A presentarlo Anna Falchi, madrina d’eccezione, con il fuori programma del passo a due di Sebastian Kloborg (coreografo e ballerino danese) in compagnia della grande etoile russa Maria Kochetkova (solista del San Francisco Ballet e dell’American Ballet Theatre). La Kochetkova è giunta a Pietrasanta attratta dalla presenza dei colleghi al Dap Festival. I due incanteranno il pubblico in “Closer”, una coreografia di Benjamin Millepied musicata da Phil Glass. Alla Kochetkova sarà consegnato anche un riconoscimento alla carriera. Ma il fiore all’occhiello della serata sarà la performance appositamente costruita dal giovane e talentuoso danzatore nonché coreografo Sebastian Kloborg su un progetto artistico tutto danese di cui fanno parte lo scultore Jorgen Haugen Sorensen e il compositore Kim Helweg. Tre genialità a confronto, riunite su un unico palco attorno a “The Crowd” per mostrare quanta vitalità ed energia, ma anche quanta commistione e modernità, circolino nel mondo dell’arte, affatto lontano dalle nostre quotidianità. Ad interpretare la danza attorno alle opere di Sorensen, appositamente create per il palcoscenico e riadattate dall’opera originale esposta in piazza Duomo: Thomas Johansen, Elena Martinez, Ana Sendas, Csongor Szabo e dieci allievi selezionati all’interno del Dap College.

“Pietrasanta, fulcro delle arti visive, della creatività e dell’intelletto, diviene il luogo dove la passione e la fisicità della danza si uniscono al pensiero artistico, alla forza e al simbolismo della scultura per dar vita ad un movimento innovativo – spiega Adria Ferrali, direttrice artistica del festival iniziato il 18 giugno – Il contatto con la realtà artistica della città è un impulso alla creatività ed alla sperimentazione dell’arte che coinvolge la fotografia e i media indirizzando il progetto verso tematiche contemporanee”. Perché Dap Festival è questo: fusione delle arti, apertura all’esterno e formazione per le giovani generazioni.
Durante la serata si esibiranno anche i ragazzi selezionati nel corso delle mastreclass dal coreografo vietnamita Thang Dao, nonché il norvegese Thomas Johansen insieme all’italiana Tamara Fragale. Inoltre verranno proiettati estratti dei filmati realizzati durante le esibizioni dei coreografi (la brasiliana Miriam Barbosa, il messicano Javier Dzul, il russo Boris Shipulin, lo svedese Sigge Modigh, l’italiano Gennaro Guadagnuolo, il vietnamita Thang Dao) che hanno partecipato alla piattaforma concorrendo ad aggiudicarsi i premi che saranno consegnati durate il Gran Gala.

Prezzo biglietto: il biglietto d’ingresso alla serata di gala conclusiva del 1 luglio 2017 al Teatro La Versiliana costa 30 euro, 20 euro, 15 euro.
Tutte le informazioni sul sito: www.dapfestival.it

Lascia un commento