Gli enologi del futuro si formano nelle Università di Firenze e Pisa, ma anche nelle imprese del territorio (come la Cantina Sociale Colli Fiorentini di Montespertoli)

Il nuovo corso di laurea su Innovazione sostenibile in Viticoltura e Enologia, che si svolge presso gli Atenei di Firenze e Pisa, prevede esercitazioni presso le aziende vitivinicole più importanti della Toscana. Tra queste, la Cantina Sociale Colli Fiorentini, maggior produttrice di vino Chianti DOCG al mondo.

Università e imprese. Su questo importante sodalizio anche il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali e la Scuola di Agraria dell’Università di Firenze muovono, da tempo, passi importanti per fornire ai propri studenti un’esperienza formativa finalizzata all’inserimento nel mondo del lavoro, oltre che per rafforzare il dialogo con il tessuto economico del territorio e creare le condizioni per il trasferimento tecnologico nei processi produttivi.

Tra le aziende che hanno aperto le porte alle esercitazioni, c’è – come accennato – la Cantina Sociale Colli Fiorentini di Montespertoli, oggi dotata di impianti di ultima generazione che utilizzano energia pulita e di una nuova linea di spumantizzazione.

Il partenariato si realizza nell’ambito del nuovo corso di laurea magistrale dedicato alla viticoltura e all’enologia innovativa e sostenibile, inter-Ateneo, ossia tra le Università di Firenze e Pisa, dove si è appena concluso il primo semestre su Viticoltura biologica e Agroecologia. Presso le aule del capoluogo toscano, invece, lo studio si è concentrato su Viticoltura di precisione e Enologia 4.0, improntata cioè su evoluzione tecnologica e sostenibilità.

Il corso partito quest’anno per la prima volta, ha gettato delle solide basi per legami forti con le produzioni del territorio, coinvolgendo da subito aziende vitivinicole importantispiega Valentina Canuti, docente del corso magistrale. “Non resta che consolidare questi rapporti nel tempo e renderli sinergici”.

La prova sul campo ha coinvolto gli studenti del corso “Progettazione e controllo del processo di vinificazione”, tenuto dalle prof.sse Valentina Canuti, Paola Domizio e Lisa Granchi presso l’Ateneo fiorentino. La cantina, non solo ha messo a disposizione le attrezzature impiegate nella produzione, ma tramite il proprio staff tecnico, ha condiviso il know-how e illustrato le diverse problematiche riscontrabili durante il processo di vinificazione (problem solving). I ragazzi hanno potuto comprendere i punti di criticità della gestione della fermentazione alcolica e di altre operazioni delicate, quali la flottazione, la stabilizzazione e la filtrazione dei vini.

Il coinvolgimento della nostra azienda ci rende orgogliosi”, dice Ritano Baragli, Presidente della Cantina Sociale Colli Fiorentini, “è uno scambio reciproco grazie al quale anche il nostro personale tecnico può aggiornarsi e formarsi”.

 

Lascia un commento