GIORNO DELLA MEMORIA 2022. Apre il 21 gennaio al Palazzo Ducale di Lucca (Sala Tobino) la mostra “Anne Frank, una storia attuale”. Tradotta in 25 lingue, racconta la Shoah ed ha già viaggiato in 150 paesi. Resterà aperta fino all’11 febbraio

Come spesso accade negli ultimi anni per le iniziative del Giorno della Memoria dedicate al ricordo della Shoah, anche quest’anno sarà una mostra a dare il via al programma provinciale in cui si inseriscono le iniziative promosse dalla Provincia di Lucca e, in particolare, quelle organizzate dai Comuni del territorio.

Venerdì 21 gennaio 2022, infatti, con una visita guidata nella sala Tobino di Palazzo Ducale, a cui parteciperanno una ventina di studenti, si aprirà al pubblico la mostra Anne Frank, una storia attuale”, curata dalla Anne Frank House di Amsterdam e promossa dall’Assemblea Legislativa Regione Emilia Romagna, che rimarrà aperta fino all’11 febbraio. L’allestimento a Palazzo Ducale è promosso da Provincia di Lucca, Comune di Lucca e dall’Istituto Storico della Resistenza.

Ideata e prodotta dalla Fondazione Anne Frank di Amsterdam, la mostra è stata tradotta in oltre 25 lingue ed ha viaggiato in più di 150 Paesi del mondo, ponendosi come centro propulsore di attività quali corsi di formazione per gli insegnanti e progetti didattici per gli studenti.

Il percorso si articola su un duplice piano narrativo: da una parte viene analizzata la vicenda umana di Anne e della sua famiglia nel contesto degli avvenimenti che hanno sconvolto l’Europa in quegli anni; dall’altra sono trattati temi più generali come il fanatismo politico, l’antisemitismo, la Shoah, e le violazioni dei diritti umani. Più nello specifico dal punto di vista cronologico degli eventi, la mostra è suddivisa in cinque periodi della storia di Anne che consentono l’approfondimento di altrettante tematiche:

1929-1933: i primi quattro anni di vita di Anne. Ascesa del Partito Nazionalsocialista in Germania. Temi: il nazionalismo e la ricerca del capro espiatorio.

1933-1939: la fuga in Olanda della famiglia Frank. Espulsione degli ebrei dalla Germania e la loro persecuzione. Tema: la “pulizia etnica”.

1939-1942: l’inizio della persecuzione degli ebrei. Tema: il coraggio civile.

1942-1945: il periodo di clandestinità dei Frank nell’alloggio segreto, il diario di Anne e la deportazione. Tema: la Shoah.

Dal 1945 a oggi: le reazioni alla pubblicazione del Diario e la società del dopoguerra. Temi: i diritti umani e le responsabilità individuali nel mantenimento della democrazia.

L’infanzia e la Shoah sono due degli aspetti che si evidenziano visibilmente nella rassegna espositiva dove sono presentati da un’angolazione essenzialmente biografica con l’ausilio di materiale fotografico e citazioni del diario di Anne che raccontano della condizione di una famiglia ebrea nel periodo nazista. Il richiamo alla tutela dei diritti umani, efficacemente inserito negli ultimi pannelli, invita il visitatore, partendo dalla conoscenza del passato, a prendere parte attiva ai problemi del presente. Accanto alle vicende vissute dalla famiglia Frank sono inoltre presentati con efficacia temi quali l’ascesa del nazionalismo e la ricerca di un capro espiatorio, le epurazioni, l’atteggiamento nei confronti degli ebrei, la Shoah, fino ai diritti dell’uomo e al loro rispetto nelle nostre società.

La mostra “Anne Frank, una storia attuale” sarà aperta fino all’11 febbraio con orario continuato (9-19) e chiusa la domenica.

Orari: dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.00; il martedì e il giovedì anche dalle 15.00 alle 18.00. Sono previste aperture straordinarie sabato 29 gennaio e domenica 30 gennaio con orario 15.00 – 18.00.

L’ingresso, a titolo gratuito, avverrà nel rispetto della vigente normativa di prevenzione Covid e dell’apposito protocollo antiCovid predisposto per l’iniziativa, con obbligo di green pass rafforzato.

E’ possibile effettuare visite guidate contattando preventivamente la Scuola per la Pace della Provincia di Lucca: tel. 0583 417481 – scuolapace@provincia.lucca.it

Lascia un commento