“Gesti e gestacci”, dalla ‘labbrata’ al pugno chiuso. Alberto Severi al Teatro delle Sfide di Bientina

Pisa, Teatro e Danza

Uno spettacolo dedicato al senso dei gesti per la quinta stagione del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro. Di e con Alberto Severi, va in scena “Gesti e gestacci”, sabato 26 gennaio 2019 alle 21,30 30 al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30. Una produzione dell’Associazione Archetipo. 

Alberto Severi, voce e volto storico della RAI, drammaturgo di grande sagacia ed ironia ha lavorato con molti ottimi attori e registi: da Ugo Chiti ad Arca Azzurra, da Flavio Bucci a Sergio Staino e non solo. Alberto è autore ed interprete anche e soprattutto di grandi e spiazzanti monologhi. È infatti con grande onore che Utopia del Buongusto ospita la prima nazionale del suo ultimo lavoro che vuol ripercorrere il senso dei gesti: dalla “labbrata” al pugno chiuso nei cortei, dal girare col dito il dischetto per comporre i numeri di telefono al “gesto dell´ombrello”. Una esilarante ricognizione fra i gesti che vanno scomparendo o sono ormai scomparsi, e che pure facevano la nostra vita più teatrale e dunque paradossalmente più vera. Il nuovo monologo di Alberto Severi consegna al pubblico un interrogativo senza risposta (“Cosa diavolo è successo alle zanzare?) e una quasi certezza: eravamo più intelligenti quando eravamo più stupidi. E si vede. Guascone Teatro cerca di ospitare Severi in ogni occasione possibile perché lo ritiene unico esemplare fornito di humor tosco-british.

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, info@guasconeteatro.it, www.guasconeteatro.it. Biglietti: 10 euro intero, 8 euro ridotto. 

Lascia un commento