“Il Generale”, prima nazionale a Rifredi con Ciro Masella

Firenze, Teatro e Danza

Appuntamento per la prima nazionale, da giovedì 1 dicembre 2016 a sabato 3 (tutte le sere alle ore 21) de “Il Generale”, che viene presentato al Teatro di Rifredi – Firenze, da Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi Centro di produzione/Utophia tra Cielo e Terra. Ciro Masella, regista e interprete dello spettacolo (finora mai rappresentato se non in forma di lettura scenica o di studio), dopo Francesco Niccolini e una lunga frequentazione con la drammaturgia di Stefano Massini, affronta ancora una volta un autore contemporaneo, il giovane Emanuele Aldrovandi in un testo che, per la dinamicità dell’azione e i tragicomici dialoghi ben condotti con un linguaggio scarno ed efficace, ha ricevuto numerosi premi fra i quali si segnala il Premio Fersen alla drammaturgia 2013. Una segnalazione speciale per la nuova drammaturgia è arrivata invece al Premio Calindri del 2010 e nel 2015 il lavoro è stato selezionato dal Teatro Stabile del veneto per “Racconti di guerra e di pace 2015”.autore emanuele aldrovandi il generale

“Il Generale” è stato scritto da Aldrovandi (nella foto a sinistra) nel 2010, con schiacciante attualità racconta ancora, a distanza di sei anni, il nostro “presente più presente”, che risulta oggi più che mai attuale, necessario, doloroso. Aldrovandi usa le armi dell’ironia per entrare in profondità nelle contraddizioni dell’umano sentire e agire, e ci regala un meccanismo complesso e raffinatissimo, un congegno perfetto. In scena con Ciro Masella (nella foto grande) ci sono Eugenio Nocciolini e Giulia Eugeni. Scena di Federico Biancalani, costumi di Micol Medda. 

Dopo essere stata vittima di numerosi attacchi terroristici, una potenza mondiale invade militarmente un piccolo stato, ma il generale che comanda la “missione di pace” si comporta, fin dal suo arrivo, in modo imprevisto: chiuso fra le quattro mura del suo ufficio impartisce al sottoposto ordini apparentemente contraddittori, che in un parossismo di distruzione portano all’annientamento del suo stesso esercito. Un annientamento feroce e definitivo, a tinte comicamente macabre. Con “Il Generale”, Aldrovandi ha costruito una macchina teatrale perfetta, astratta e fortemente evocativa, di una lucidità e ferocia chirurgiche, che svergogna la pretesa superiorità strategica e intellettuale della cosiddetta e autoproclamata “civiltà superiore” e denuncia senza mezzi termini l’assurdità e la ferocia di ogni guerra, da qualunque parti ci si trovi.

Info: 055 422.03.61 – www.toscanateatro.it – Biglietto euro 16 (ridotto 14). Prevendita:
Teatro di Rifredi dal lunedì al sabato (ore 16 – 19) | biglietteria@toscanateatro.it
Box Office in tutti i punti del circuito e www.boxol.it 

Lascia un commento