FloReMus: tre appuntamenti in due giorni. Domenica 1° settembre Gloria Giordano racconta la “danza cosmica” di Caterina de’ Medici, poi concerto degli allievi dei corsi de L’Homme Armé. Lunedì 2 settembre Sollazzo Ensemble e la musica fiorentina del ‘300

Firenze, Musica

Il festival «FloReMus. Rinascimento Musicale a Firenze», organizzato da L’Homme Armé, ha tre appuntamenti fra domenica 1° e lunedì 2 settembre 2019.

Domenica 1 due eventi a ingresso libero a Palazzo Medici Riccardi (Via Cavour 3, Firenze), in collaborazione col Comitato Cosimo e Caterina, e lunedì 2 settembre alle 21.15, nella Biblioteca di Michelozzo (Museo di San Marco, Piazza San Marco 3, Firenze; biglietto intero euro 18, ridotto euro 12; info e prenotazioni 3396757446 informazioni@hommearme.it www.hommearme.it); un concerto col giovane ma già affermato Sollazzo Ensemble (artisti di più nazionalità, con base in Svizzera, a Basilea), dal titolo «Firenze circa 1350. Musica al tempo dello sbocciare dell’Umanesimo» già noto a livello internazionale.

Gloria Giordano
Gloria Giordano

Domenica 1 settembre alle 17 nella Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi la danzatrice e studiosa Gloria Giordano parlerà de «La “danza cosmica” di Caterina de’ Medici. Committenza coreografica sull’asse Firenze-Parigi». Le committenze artistiche di Caterina de’ Medici furono espressione di un dialogo tra due culture e si esplicitarono in molti ambiti, intersecandosi inevitabilmente con il suo progetto politico. La presenza in Francia, come nel resto d’Europa, di maestri di ballo italiani, favorì la diffusione e la maturazione di forme coreutiche già sperimentate in patria, con la costruzione di spettacoli ideati da Caterina, che si guadagnarono l’appellativo di magnificences. Gria Giordano, Professore di Teoria della Danza presso l’Accademia Nazionale di Danza, partecipa a vari progetti di ricerca internazionali, fra cui il programma PerformArt (ERC Consolidator Grant dell’European Research Council, finanziato all’interno del programma europeo di ricerca e di innovazione Horizon 2020).

Nella stessa sala alle 18.30 primo concerto del III Corso Internazionale di Musica Rinascimentale con allievi dei corsi e docenti de L’Homme Armé, ancora in collaborazione con il Comitato Cosimo e Caterina.

Sollazzo Ensemble

Lunedì 2 settembre alle 21.15 nella Biblioteca di Michelozzo al Museo di San Marco il Sollazzo Ensemble (sopra il titolo e nella foto a lato) diretto da Anna Danilevskaia (Basilea, Svizzera) presenta titolo «Firenze circa 1350. Musica al tempo dello sbocciare dell’Umanesimo», con musiche di Paolo, Donato, Giovanni e Lorenzo da Firenze e Francesco Landini. Tra il 1350 e il 1400, la città di Firenze fu l’epicentro di una fioritura culturale che ha influenzato la cultura italiana fino ad oggi: l’architettura e le arti stavano subendo un cambio estetico, il dialetto fiorentino fu elevato a lingua letteraria sovraregionale da poeti come Dante, Petrarca e Boccaccio e la città raggiunse un alto livello di civilizzazione e cultura.

Lascia un commento