pensare

Festival del Pensare, il viaggio è il filo conduttore fra desideri, speranze, ricerca di nuove dimensioni. A Cecina, Casale, Guardistallo e Montescudaio: personaggi, performance, racconti

Focus, Livorno, Pisa

Il Festival del Pensare che quest’anno ha come tema il Viaggio, è una manifestazione diffusa nei comuni di Cecina, Guardistallo, Montescudaio e Casale Marittimo, in programma dal 18 al 24 luglio 2018. Il Viaggio, inteso nelle sue molteplici declinazioni, sarà quindi il filo conduttore: c’è chi parte per trovare vita da luoghi dove la vita è negata. C’è chi parte per trovare un’altra dimensione, libera da impegni professionali e poi c’è chi parte per ritrovare se stesso. Quali i legami possibili tra queste così lontane e diverse identità? Chi si mette in viaggio ha un desiderio, coltiva una speranza, segue la stella di un progetto. Il termine Viaggio indica una delle dimensioni che da sempre costituiscono l’essenza della condizione umana. Dante dà vita alla Divina Commedia nella dimensione del Viaggio, Ulisse ne è la metafora per eccellenza, la ricerca esasperata di un altrove che dia senso alla vita.

Questa la prospettiva che anima il programma del Festival del Pensare edizione del 2018. Il festival entra nel vivo mercoledì 18 luglio, ore 21,30, a Cecina in piazza Guerrazzi, con Fuochi, lo spettacolo del Teatro dell’Orsa in cui si esplora il coraggio di donne che hanno contribuito a scardinare organizzazioni sociali, miopi e inibenti la forza della evoluzione, del viaggio che fa degli esseri umani, soggetti padroni della propria vita.

Giovedì 19 luglio, ore 21,30 a Casale Marittimo, nel Chiostro della Fattoria Gioiosa, c’è Andrea Camerini, autore e disegnatore satirico, le sue strisce sono state pubblicate da “COMIX” e “Lupo Alberto”, sue sono tutte le sigle animate del programma “Striscia la Notizia” e i cartoons di “Crozza Italia”, ha realizzato oltre 60 cortometraggi e due web series, con i quali ha vinto riconoscimenti internazionali (tra cui 9 premi in due edizioni al Los Angeles Web Series Festival a Hollywood, dove per due volte ha vinto il riconoscimento anche come regista). A Casale presenterà Blu, il cartoon, premiato a Hollywood, intriso di lirismo e delicata ironia che racconta il viaggio fantastico di un ragazzino e del suo cane attraverso la costa Toscana, quella di Giovanni Fattori a Pietro Mascagni, di Amedeo Modigliani a Napoleone, e ancora a ritroso degli Etruschi e dei Romani. Dialogherà con Camerini, Andrea Valente, narratore e autore poliedrico, il suo primo lavoro risale al 1990, con una vignetta pubblicata sulle pagine del New York Times, cui hanno fatto seguito collaborazioni editoriali con giornali e riviste, interventi sulle pagine di Linus, Comix, la rivista Pimpa. Del 1995 è la creazione del personaggio della pecora nera, nato su una cartolina di buona fortuna, poi su magliette, diari scolastici e libri per ragazzi. Nel 2007 il progetto La pecora nera & altri sogni, realizzato con i ragazzi all’interno del carcere minorile di Nisida, vince il premio Andersen al progetto educativo. Ad accompagnarli nel racconto ci saranno la giornalista e critica d’arte Elisa Favilli e Maria Antonella Galanti, professoressa ordinaria di Pedagogia generale presso il Corso di studi in Filosofia e al Corso di studi DISCO (Discipline dello spettacolo e della comunicazione) e al Corso di Laurea specialistica in Letteratura italiana dell’Università di Pisa, coordinerà l’incontro Daniela Scotto di Fasano psicologa, membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana e dell’International Psychoanalytic Association.

Venerdì 20 luglio, ore 21,30 a Guardistallo, Teatro Marchionneschi, all’incontro dal titolo Se non speri l’insperabile, non lo raggiungerai, saranno protagonisti i grandi interpreti di viaggi estremi, in Alaska con i running wolf alle Olimpiadi e alle più importanti Maratone mondiali. Parteciperanno Roberto Ghidoni vincitore tre volte della Iditarod, la celebre corsa in cani da slitta che da Anchorage arriva a Nome e che lui ha però fatto a piedi. E’ il leggendario “running wolf” come lo ha definito la stampa americana. Una storia, la sua, che fa il giro del mondo e che parla di natura, valori, avventura, sport e rinascita, Marco Berni che ha partecipato a 6 edizioni dell’Iditarod Trail Invitational, per un totale di quasi 7500 km sui ghiacci d’Alaska ed è una delle 4 persone al mondo che hanno portato a termine con successo la gara su entrambe le varianti Nord e Sud, Gabriele Rosa, cardiologo e medico sportivo, è l’allenatore di maggior successo dell’atletica mondiale. Negli anni ’90 ha per primo intuito le potenzialità degli atleti keniani con i quali ha sviluppato un metodo di allenamento che ha portato il suo gruppo alla vittoria di oltre cento maratone internazionali e conquistato prestigiose medaglie ai Giochi Olimpici e ai Campionati del Mondo.

Italo_moscati
Italo Moscati

Sabato 21 luglio, ore 21,30 invece, in piazza della Gogna a Castagneto Carducci, suggellando la collaborazione con il festival Le vie del giornalismo, Italo Moscati regista, sceneggiatore e autore tv, presenterà il film 1200 km di bellezza (proiezione film e incontro con l’autore). Grazie alle immagini e alle riprese dell’Istituto Luce degli ultimi ’90 anni, la pellicola ci mostra il nostro paese in tutta la sua bellezza, dal Sud al Nord: esattamente i 1200 chilometri del nostro territorio, con le sue coste e le sue costruzioni, ma anche con i suoi abitanti e il suo folklore, un viaggio attraverso il cinema, che porta lo spettatore a fare un vero e proprio Grand Tour nella nostra penisola, per ritornare ad amarla e ad apprezzarla.

LorenzoMattotti
Lorenzo Mattotti

Domenica 22 luglio, a Casale Marittimo, nel chiostro della Fattoria Gioiosa, un grandissimo artista, Lorenzo Mattotti, nell’incontro dal titolo Perdersi tra sogni e pensieri, ci guiderà in un viaggio negli spazi del sogno e dell’arte in compagnia dello psicoanalista e artista Luca Caldironi. Lorenzo Mattotti vive e lavora a Parigi. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo e i suoi disegni appaiono su riviste e quotidiani di tutto il mondo (The New Yorker, Le Monde, Das Magazin, le Nouvel Observateur, Corriere della Sera e la Repubblica). Realizza copertine, campagne pubblicitarie e manifesti, tra gli altri per Cannes 2000. Nel febbraio del 2018, gli è dedicata, all’Istituto Italiano di Cultura di New York, una mostra che celebra la ventennale collaborazione con la rivista New Yorker, e, per l’occasione è uscito il volume Lorenzo Mattotti. Covers for the New Yorker (Logos Edizioni, 2018).

Il festival prosegue lunedì 23 luglio al teatro Marchionneschi di Guardistallo, con Philipp Bonhoeffer, liutaio, musicista, sognatore e scienziato, che ci farà viaggiare nella fragilità delle idee, accompagnato dallo psicoanalista, neurologo, psichiatra Marco Francesconi.

A chiudere, martedì 24 luglio, un fuoco d’artificio: Remo Bodei – da Paesaggi sublimi – a Vittorio Lingiardi – con Mindscapes – che ci condurranno – insieme con Marco Francesconi – nell’esplorazione di una dimensione del viaggio tra realtà, sogno, memoria, desiderio. Vittorio Lingiardi, psichiatra e psicoanalista, è professore ordinario di psicologia dinamica presso la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma. Ad accompagnare l’avventura della quarta edizione del Festival i tre laboratori gratuiti, che porteranno chi vorrà, a esplorare il territorio di giorno a piedi o in bicicletta, oppure, di notte, nella dimensione della buiometria partecipativa, cioè del quanto mai attuale inquinamento luminoso del nostro paese. Il festival è realizzato anche grazie al contributo e con il patrocinio dei Comuni di Cecina, Casale Marittimo, Montescudaio, Guardistallo con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmi di Volterra e si avvale della media partnership di Rai Cultura.
Info www.pensiamoinsieme.org 

Lascia un commento