bassa

FESTIVAL DEI CAMMINI DI FRANCESCO / 1. A Sansepolcro l’appuntamento rinnova il messaggio francescano. Fra gli ospiti Massimo Cacciari, Michele Serra, Giancarlo Giannini, Igiaba Scego… Il programma dal 7 al 9 giugno

Arezzo, Da non perdere

Il Festival dei Cammini di Francesco edizione 2019 (dal 7 al 9 giugno) promosso da Progetto Valtiberina è un appuntamento ormai riconosciuto a livello nazionale che, anno dopo anno, rinnova la riflessione sul messaggio francescano affrontando i temi cruciali che pervadono la nostra epoca. 

La Valtiberina, con il suo luogo simbolico creato per i giorni del Festival, ‘il Bosco’ in piazza Torre di Berta a Sansepolcro, è diventata luogo centrale per la divulgazione del messaggio di San Francesco, che mette al centro della sua riflessione religiosa e del suo percorso di vita il Bene Comune, inteso come valorizzazione della comunione e della fraternità fra gli uomini e fra l’uomo e la natura

Quest’anno il festival, giunto alla sua terza edizione, sarà terreno di dialogo in particolare sul tema dell’inclusione dell’altro, che a partire dalla vicenda dell’incontro di San Francesco con il lupo di Gubbio ci insegna come il diverso prima intimorisce e spaventa e poi, a seguito della vicinanza e conoscenza, diventa amico. E inoltre la riflessione sui beni comuni ci porterà a parlare dell’importanza dell’Acqua, risorsa essenziale per la vita del pianeta, oggi minacciata da uno sviluppo improprio. 

A portare il proprio contributo intellettuale e artistico sul pensiero di San Francesco saranno scrittori, musicisti, economisti, attori, studiosi e docenti di teologia del calibro di Massimo Cacciari, Giancarlo Giannini, Michele Serra, Roberto Fabbriciani, Padre Pietro Maranesi, Stefano Zamagni, Telmo Pievani e la Banda Osiris, Igiaba Scego.

La manifestazione offrirà al pubblico un ampio ventaglio di attività ricreative e culturali. Dalle passeggiate a piedi o in bicicletta, agli spettacoli e agli incontri voluti per riflettere insieme sui grandi temi sociali e ambientali del nostro tempo, fino al convivio gastronomico in occasione de La Cena dei Popoli in piazza Torre di Berta allestita, per l’occasione, con piante ed alberi ad alto fusto a ricreare un bosco vero e proprio: tanti saranno i momenti di riflessione e divertimento offerti al pubblico per vivere appieno i luoghi e la parola di San Francesco.

Il programma

Il calendario ufficiale degli eventi, prenderà il via venerdì 7 giugno 2019 subito dopo l’arrivo dei pellegrini partecipanti alla ‘camminata di avvicinamento’ che si terrà giovedì 6 giugno 2019 e proporrà il percorso classico che dal Santuario de La Verna, dove Francesco ricevette le stigmate, arriverà a Sansepolcro. 

Venerdì 7 giugno 2019

Piazza Garibaldi

17.30 Inaugurazione del Festival

Coro della Scuola Primaria Maestre Pie e Piccoli Cantori del Millennio inaugurano in musica la terza edizione del Festival dei Cammini di Francesco. A seguire i saluti istituzionali.

Piazza Garibaldi

19.00 La voce dell’anima: musicali assonanze tra Puccini e San Francesco

Concerto di brani tratti dalle opere più famose di Puccini e dalle lodi di San Francesco.

Direttore M°. Andrea Marzà, Orchestra La Scala di Seta, baritono Andrea Sari, tenore Gianluca Pasolini, soprano Stella Peruzzi, soprano Sara Piccioni. Presenta Michele Casini

Piazza Torre Di Berta

20.00 Cena dei popoli

Un viaggio tra le diverse culture del mondo tra sapori e ricette, senza dimenticare la buona tradizione toscana. Una serata organizzata in collaborazione con Associazione Cuochi Aretini, all’interno del bosco urbano allestito per il festival.

Prenotazione obbligatoria tramite sito internet www.progettovaltiberina.it

22.00 Valtiberina futuro interiore

Una Valle, teatro del futuro. Non di solo turismo vive l’uomo. Quale sarà il teatro futuro di una Valtiberina vista dall’alto e da lontano?

Uno spettacolo di teatro a cura di Andrea Merendelli, Direttore Artistico del Teatro dei Ricomposti di Anghiari e Stefano Francoia, No Dimension ASD, con gli allievi del laboratorio di teatro del Liceo Scientifico Città di Piero.

23.00 Musica per l’integrazione tra i popoli

Santino Spinelli e l’ Alexian Group ci guidano in un percorso musicale fatto di suoni, parole e colori che rievocano le radici di un popolo millenario, caratterizzato da tante sfumature e grandi emozioni.

Sabato 8 giugno

Piazza Torre di Berta

10.00 Passeggiata urbana. 

Noi e le piante abitiamo insieme, anche fra pietre e asfalto. Insieme al botanico Fabrizio Zara scopriamo le piante negli angoli nascosti della città di Sansepolcro. Partenze alle ore 10,00 e 16,00 (quest’ultima in collaborazione con Valtiberina Autismo).

10.30 Il cammino e l’accoglienza. Pellegrino, migrante, diverso: quale rapporto tra l’altro e la comunità?

Tavola rotonda con gli interventi di:

Padre Pietro Maranesi, scrittore, docente di teologia e studi francescani.

L’altro nella visione di Francesco: la parabola del Lupo di Gubbio

Igiaba Scego, scrittrice italosomala.

L’altro e la paura del diverso

Stefano Zamagni, economista.

Più poveri, più ricchi: dare per avere, costruire valore attraverso la comunità

18.00 Sull’Acqua.

Michele Serra presenta il suo “Sull’acqua” (Aboca Edizioni), un testo poetico e filosofico sul tema universale dell’acqua. Elemento insostituibile della vita individuale e sociale, oggi minacciato da inquinamento ambientale, incuria, dispersione e voraci interessi economici.

21.00 AquaDueO. 

Milano, ridente cittadina che si affaccia sul mare. Firenze città d’arte e di bellissime spiagge. No, non c’è alcun errore. È quello che potrebbe accadere alla geografia italiana, in un futuro non troppo lontano a causa del progressivo innalzamento del livello del mare. L’acqua è il tema del futuro e del presente: chi meglio della Banda Osiris, guidata magistralmente dal professor Telmo Pievani, può riuscire nell’impresa di farci riflettere e sorridere al tempo stesso su questi temi.

Giardini di Piero della Francesca 

16,00 alle 18,00 

Due salti con Francesco. Per i bambini di tutte le età

Apertura dello spazio dedicato ai più piccoli con giochi di altri tempi che tirano fuori un divertimento sano e coinvolgente.

Palio di Primavera

Nel suggestivo scenario del Giardino di Piero della Francesca, gli eredi dell’antica arte della Balestra, salutano la primavera sfidandosi in una prova di abilità che decreterà il quartiere vincitore. Al migliore in campo andrà il drappo del Palio che i bambini delle scuole di Sansepolcro, futuri balestrieri, hanno dipinto per loro. La balestra da arma di guerra, a Sansepolcro si è convertita, in arma di pace, lungo quel percorso francescano che da Sansepolcro conduce ad Assisi passando dalla città consorella di Gubbio.

Piazza Torre di Berta 

dalle 18.30 Artisti di strada. 

Le magie e i virtuosismi dei nostri ospiti arrivano ad animare il centro di Sansepolcro. 

Domenica 9 giugno

Piazza Torre di Berta

7.30 La primavera in musica.

Matinée a cura dell’Orchestra La Scala di Seta, M°. Concertatore primo violino Gianfranco Contadini, con musiche di Vivaldi, Puccini, Mozart.

8.30 Camminata verso Montecasale.

Partenza della camminata verso l’Eremo francescano sopra Sansepolcro.

Località San Martino

10,45 Per aere et nubilo et sereno.

Coro Polifonico di Fontignano, Direttore M° Federica Agostinelli

Eremo di Montecasale

14.00 La selva (non così) oscura.

Dialogo tra scienza e storia sul bosco e la sua relazione con l’Uomo. Alla scoperta delle radici di un rapporto antico ma ad oggi ancora attuale. A cura del Dott. Luca Ligi e del Prof. Gianluigi Bini

15.00 Suono libero.

Lectio magistralis di  Massimo Cacciari con musiche di Roberto Fabbriciani.

Piazza Garibaldi

17.30 Color Sansepolcro.

Una nuvola di polveri colorate ecofriendly accende il tramonto di Sansepolcro. Ci mettiamo in marcia, correndo senza fretta, per celebrare la natura e la vita.

Iniziativa a cura della sezione Progetto Valtiberina Young.

Piazza Garibaldi

18.00 Gli alberi hanno il tuo nome.

Alessandro Mari presenta il suo “Gli alberi hanno il tuo nome” (Feltrinelli). Un romanzo che mette in parallelo la vicenda del santo di Assisi con quella di una ragazza di oggi. Li accomuna la ricerca di una scelta radicale, ma diversi saranno gli esiti.

Piazza Torre di Berta

21.00 Le parole note

Dalle note musicali di sottofondo eseguite dal quartetto di Marco Zurzolo, brani completi altri appena accennati, come intermezzo tra una lettura e l’altra, le parole escono chiare, profonde, narrate dall’attore Giancarlo Giannini.

Le camminate del Festival

ESCURSIONE DA LA VERNA A SANSEPOLCRO

Dal 6 all’8 giugno 2019

Questo è il percorso “classico” del cammino di Francesco. Dal Sacro Monte, passando per il Monte Calvano, i boschi di cerro e faggio, Pieve Santo Stefano e per arrivare a Sansepolcro.

PASSEGGIATA LUNGOTEVERE

Sabato 8 giugno 2019 dalle 16.00

Un itinerario di pianura che collega Sansepolcro a Città di Castello. È un percorso di lungo Tevere, protetto dal traffico stradale, che rappresenta una valida alternativa per chi volesse alleggerire una tappa del percorso da La Verna ad Assisi.

HOLY GRAVEL

Sabato 8 giugno 2019 dalle 8.30

Due escursioni, percorso lungo e percorso breve, da fare in gravel o mountain bike, per percorrere i luoghi più belli di tutta la Valtiberina umbro-toscana. Partenza da piazza Torre di Berta.

CAMMINATA SANSEPOLCRO MONTECASALE

Domenica 9 giugno 2019 dalle 8.30

Percorriamo l’antica via di pellegrinaggio che da Sansepolcro conduce fino all’eremo di Montecasale, a contatto con la natura e la spiritualità di Francesco. Partenza da piazza Torre di Berta. A conclusione della camminata, pranzo su prenotazione.

Eventi collaterali

Palazzo Alberti

1-9 Giugno

Mostra / Nella tradizione dei macchiaioli – i colori di Mario Argenti

Auditorium di Santa Chiara

Sabato 8 giugno

Dalle 15.00 – Alle 19.00 Associazione Amici della Musica: esibizione pianistica degli allievi sul pianoforte Steinway di Puccini.

Progetto Valtiberina 

Progetto Valtiberina è un’associazione libera e indipendente di Sansepolcro, senza scopo di lucro, fondata con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sociale ed economico del territorio dell’Alta Valle del Tevere in ottica di Bene Comune e Crescita Qualitativa per l’intera collettività.

La mission è quella di superare la dicotomia tra pubblico e privato per creare un polo aggregatore capace di:

  • Migliorare la consapevolezza delle potenzialità del territorio
  • Costruire relazioni tra enti, associazioni, attori locali e promuoverne il confronto 
  • Proporre progetti che puntino a una crescita del territorio che sia economicamente valida, ecologicamente sostenibile e socialmente equa. 

Fin dalla notte dei tempi il territorio dell’Alta Valle del Tevere è stato scrigno di tesori artistici e culturali, crocevia di attività commerciali e luogo di intensa spiritualità.

L’Associazione persegue un’azione molteplice e sinergica orientata allo sviluppo della Valle tale da valorizzarne le sue grandi potenzialità.

Il Festival dei Cammini di Francesco è stato realizzato infatti come vera e propria azione collettiva in collaborazione con tanti partner sul territorio impegnati a favore della comunità.

Lascia un commento