IMG_8311

Fabbrica Europa, il 16 e 17 maggio appuntamenti al PARC e alla Pergola dove c’é “Parete nord”

Firenze, Teatro e Danza

Al PARC di Firenze giovedì 16 e venerdì 17 maggio 2019 – ore 19 a nell’ambito di Fabbrica Europa (eventi fino al 12 luglio), Federica Santoro e Luca Tilli presentano Hedvig, nuova tappa del progetto L’ANITRASELVATICA. Liberamente ispirato all’opera di Ibsen, è un personale affresco in divenire restituito attraverso un’originale riscrittura vicina al collasso della materia linguistica, sonora e soprattutto umana (Biglietti: 10€/8€).

IN FLORE – un progetto di Associazione SassiScritti e Fabbrica Europa nell’ambito dell’Estate Fiorentina – porta negli spazi di PARC alcuni dialoghi inediti tra musica e letteratura. Venerdì 17 maggio ore 18.00 la cantautrice Maria Antonietta incontra la scrittrice Maria Grazia Calandrone (ingresso libero).

Venerdì 17 maggio alle ore 20.45 al TEATRO DELLA PERGOLA MK presenta Parete nord di Michele Di Stefano. La montagna è imprendibile perché assoluta e sempre pronta a franare, dunque irresistibile sia per il corpo del danzatore che per quello dello scalatore, votati ad affrontare un costante allenamento al vuoto attraverso l’intelligenza motoria del fare che parte sempre da un attacco, della parete o della coreografia. (Biglietti: 20€ /15€ /10€. Prevendita: Circuito Box Office Toscana e www.ticketone.it)

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 055 351599 / 055 2638480 www.fabbricaeuropa.net

• gio 16 maggio e ven 17 maggio ore 19.00 > PARC
FEDERICA SANTORO / LUCA TILLI
Hedvig

da: L’anitra selvatica di H. Ibsen
studio di e con: Federica Santoro e Luca Tilli
oggetti di scena: Marina Schindler
dipinto di: Ettore Frani

Epilogo.
Amputare l’antefatto. I flussi che circolano tra le persone. Il loro spazio. C’è poca differenza tra errore e menzogna. Una domanda alla quale non si sa ancora rispondere.
Abbiamo lavorato su questo testo di Ibsen da subito in modo estrattivo, ricavandone una originale riscrittura vicina al collasso della materia linguistica, sonora e soprattutto umana.
Casa Ekdal, tutti cercano Hjalmar Ekdal. È fuggito, si è rintanato al piano di sotto da un certo Molvick e dal saggio dr. Relling, perché Gregor Werle lo ha informato della probabilità che Hedvig non sia davvero sua figlia, per via di una segreta relazione, di Gina sua moglie, con l’industriale Werle, padre di Gregor, quando lei era a servizio come cameriera dai Werle, 15 anni prima. Il vecchio tenente Ekdal, padre di Hjalmar continua ad andare a caccia nella sua “foresta casalinga”, in soffitta tra i suoi abeti secchi, conigli, piccioni e un’anitra, mentre Hedvig vive nella disperazione, proprio nel giorno del suo compleanno.
Biglietti: 10€ / 8€

• venerdì 17 maggio ore 18.00 > PARC
IN FLORE
MARIA ANTONIETTA e MARIA GRAZIA CALANDRONE

Un progetto di Associazione SassiScritti e Fabbrica Europa nell’ambito dell’Estate Fiorentina

IN FLORE porta negli spazi di PARC alcuni dialoghi inediti tra musica e letteratura. Musicisti della scena indipendente italiana tra i più attenti alla ricerca della “parola”, incontrano scrittori e poeti per raccontarsi e raccontare come nascono i propri testi, tra estratti di canzoni e letture dai libri.
Il pubblico sarà accompagnato in percorsi imprevedibili per entrare nelle atmosfere di brani, romanzi, racconti e versi. In questo primo appuntamento, Maria Antonietta, cantautrice innamorata, tra le tante arti, della poesia, incontra la scrittrice e conduttrice Rai Maria Grazia Calandrone
Ingresso libero.

• venerdì 17 maggio ore 20.45 > Teatro della Pergola
MK / MICHELE DI STEFANO
Parete nord

coreografia: Michele Di Stefano
musica: Lorenzo Bianchi Hoesch
con: Philippe Barbut, Biagio Caravano, Francesco Saverio Cavaliere, Sebastiano Geronimo,
Luciano Ariel Lanza, Laura Scarpini, Francesca Ugolini
disegno luci e direzione tecnica: Giulia Broggi, Firefly, 2018, courtesy First Rose
abiti: Matteo Thiela
direttore di scena: Davide Clementi
organizzazione: Carlotta Garlanda / logistica: Francesca Pingitore
produzione: mk/klm 2018 in coproduzione con Torinodanza festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale nell’ambito del progetto “Corpo Links Cluster”, sostenuto dal Programma di Cooperazione PC INTERREG V A – Italia-Francia (ALCOTRA 2014-2020)
con il sostegno del: MiBAC
in collaborazione con: Comune di Bardonecchia
ringraziamenti: Alberto Re e Alessandra Sini
durata: 45’

La montagna è imprendibile perché assoluta e sempre pronta a franare, dunque irresistibile per il corpo del danzatore così come per quello dello scalatore, votati ad affrontare un costante allenamento al vuoto attraverso l’intelligenza motoria del fare, che parte sempre da un attacco: della parete o della coreografia.

Si muovono nella vastità del paesaggio e corrono dei rischi per procedere a una trasformazione cruciale, diventano cioè il paesaggio stesso assorbendone tutte le informazioni e restituendole in forma di spostamento continuo.

Affrontare una danza come una concatenazione di movimenti vuol dire qui utilizzarla per esplorare l’esterno, mitologia dell’inaccessibile inclusa, e per provare a perdere la figura in questo esterno. Dissolversi nel mondo infine; quel che si vede dalla cima è incidentale.

Con la capacità di astrazione che contraddistingue il suo lavoro, sempre sospeso tra mondo fisico e realtà immaginate, Michele Di Stefano raccoglie questi sentimenti per riportarli in forma di coreografia pura.

Lo spettacolo ha la forma di un dittico: a una prima parte costruita sul dinamismo incessante e serrato dei performer si succede una scena di paesaggio, che crea il plastico in movimento di una veduta alpina mossa da eventi misteriosi e ispirata dalla “disubbidienza geografica” che ogni territorio montano porta con sé.

Biglietti: 20€ / 15€ / 10€
Prevendita: Circuito Box Office Toscana e online www.ticketone.it
info e prenotazioni: tel. 055 351599 / 055 2638480 www.fabbricaeuropa.net

– PARC Performing Arts Research Centre, Piazzale delle Cascine 7, Firenze
– Teatro della Pergola, via della Pergola 30 / Firenze

Lascia un commento