Etrusca Rete Lirica, presentato a Cecina il progetto che parte domenica 20 marzo con “La traviata” al Teatro De Filippo. Il 14 ci sarà invece la guida all’ascolto. Coinvolti il Comune cecinese, la Schola Catorum di Rosignano, la Scuola Guido Monaco di Livorno, il Meridiano Festival e il Teatro dell’Aglio

Presento a Cecina il Progetto Etrusca Rete Lirica in sinergia con l’Associazione Musicale Guido Monaco Livorno, Meridiano Festival Cecina, Associazione Musicale Schola Cantorum Rosignano.

Nella Sala Giunta della Sede Comunale di Piazza Carducci, l’assessore alla Cultura Domenico Di Pietro ha incontrato il presidente Bruno Lami della Schola Cantorum di Rosignano, Pia Maresi presidente della Scuola Guido Monaco di Livorno, Diego Terreni direttore artistico del Meridiano Festival di Cecina e la sua presidente Gabriella Vanarelli.

Ad accoglierli oltre all’Amministrazione comunale era presente anche Maurizio Canovaro del Teatro dell’Aglio, nonché il gestore attuale del Teatro Comunale De Filippo insieme alla Nuova Giovanile.
Il progetto “Etrusca Rete Lirica” prevede una spettacolazione della durata di un anno e partirà domenica 20 marzo 2022 alle ore 17:00 presso il Teatro De Filippo di Cecina portando in scena “La traviata” di Giuseppe Verdi. Proseguirà nei mesi di maggio, luglio, novembre 2022 e marzo 2023 con ulteriori spettacoli in suggestive location del territorio (un concerto sinfonico, Cavalleria Rusticana e Lucia Lammermoor).

L’assessore alla Cultura Domenico Di Pietro ha ringraziato Gabriella Vanarelli per il rapporto di lunga data fra il Meridiano Festival e l’Amministrazione comunale oltre a tutte le altre Associazioni presenti alla Conferenza Stampa, per aver permesso al Comune e al Teatro di entrare a far parte di questo progetto, incrementandone la programmazione e arricchendola portando all’interno la musica lirica.

“Questa Stagione Lirica ci permette di intercettare un bisogno che sul nostro territorio non è ancora stato ancora soddisfatto, per cui spero che abbia un buon seguito” ha aggiunto l’assessore Di Pietro.
Anche il presidente Bruno Lami e la presidente Pia Maresi hanno espresso il loro entusiasmo per il progetto definendolo impegnativo, ma certi che ripagherà abbondantemente tutti i loro sforzi.

Il direttore artistico Diego Terreni ha voluto ringraziare tutte le Associazioni per aver accolto con entusiasmo il progetto:
“In questi due anni difficili sia la Schola Cantorum, sia il Meridiano come la Guido Monaco si sono mobilitati per mantenere vivo lo spirito del nostro mondo. Di fatti, dopo due anni di stop abbiamo ritenuto di dover unire le nostre forze che rappresentano la Costa Etrusca in ambito musicale, per rinascere da questa lenta e faticosa ripresa delle attività. Voglio perciò ringraziarli per aver subito aderito con gran voglia di fare alla Stagione, in cui ci saranno giovani talenti della zona, ma anche talenti provenienti da città come Venezia e Milano. Daremo spazio a queste nuove promesse e per molti di loro sarà un vero e proprio debutto di ruolo”.

Le opere saranno rappresentate in forma concerto o in forma semi-scenica e ogni concerto sarà preceduto da una Guida all’Ascolto.
Lunedì 14 marzo alle ore 17:00 al Teatro De Filippo ci sarà la prima guida dedicata allo spettacolo di domenica 20 marzo “La traviata”.

Lascia un commento