le freres smith

Etnica diventa extra large e va in scena in Mugello per sei giorni di seguito (dal 25 al 30 giugno). Fra musicisti, giocolieri, equilibristi, l’Africa, il Sudamerica e i Balcani

Dischi & Live, Firenze

Dal 25 al 30 giugno 2019 andrà in scena nel centro storico di Vicchio la ventiduesima edizione di Etnica. Una edizione extra large: per la prima volta infatti saranno sei le giornate della manifestazione.

Nuove collaborazioni daranno linfa al festival: per la prima volta infatti Etnica collabora per la giornata inaugurale con Terzostudio associazione che organizza la più importante manifestazione di arte di strada italiana, Mercantia. 

Martedì 25, infatti, con “StreetArts&Buskers” giocolieri, equilibristi, mimi, clown, acrobati, musicisti, trampolieri saranno i protagonisti assoluti della giornata. Altra collaborazione nuova è con il Popolo del Blues con cui verrà ricreato quel mitico Blues Corner che caratterizzava le notti dell’On the Road di Pelago. Il blues corner sarà allestito in piazzetta di Levante per tutta la durata del festival.

Mercoledì 26 sarà una giornata interamente dedicata all’Africa. Sul palco si esibiranno due gruppi. La compagnia Giguywassa formata da ballerini e musicisti del Mali, Burkina Faso e della Costa d’Avorio ci porterà nel mondo più tradizionale della cultura africana. Tribalita’, maschere, costumi e danze.

In seconda serata invece i Kora Beat, quintetto formato da tre musicisti del Senegal e due italiani capitanati da Cheikh Fall cantante e suonatore della Kora strumenti tipico Africano. I Kora Beat esplorano le potenzialità che ha questo particolare strumento nell’incontro con generi diversi come il jazz, il funk, ed i ritmi africani moderni come lo mbalax ed il coupé decalé. Il risultato è una miscela di suoni del tutto innovativa, sorretta da un groove coinvolgente e caratterizzata dal dialogo tra Kora e Sax. Il pubblico che già conosce Kora Beat sa cosa gli aspetta: una serata di festa, danza e grande musica.

Già dal pomeriggio però ci saranno laboratori di body percussion per bambini e laboratori di danza africana per adulti. Prima del concerto sarà possibile gustare piatti tipici africani con una cena in piazza Giotto.

Giovedi 27 trasferimento in Sudamerica con i Kumbia Boruka band formata da musicisti messicani e colombiani. Il repertorio dei Kumbia Boruka è il risultato di una sapiente miscela di composizioni e classici della cumbia colombiana degli anni 60, la stessa che si balla nei quartieri popolari di Monterrey. Tutto questo, condito con la salsa e il reggae unendosi in una Giamaica tanto vicina al Messico quanto alla Colombia. Oltre alle loro composizioni contemporanee e festive, i Kumbia Boruka danno una veste nuova ai cumbias classici degli anni Sessanta, mescolandoli con reggae, dub, desert rock, melodie dichitarra elettrica psichedelica con una sezione ritmica potente e dal groove incalzante.

Venerdi 28 sarà la volta di una notte gipsy/balkan: una vera Festa Gitana. Due band italiane si alterneranno sul palco per dare vita ad una delle serate più potenti e festose di Etnica. Eusebio Martinelli con la sua Gipsy Orkestar aprirà le danze. Eusebio è un super virtuoso della tromba già collaboratore di Vinicio Capossela e Demo Morseli.

Foto Ufficiale GIUFA’

Il secondo set invece sarà dei siciliani Giufa (foto a sinistra). La band è un sestetto formato da chitarra, basso, batteria, dj e due sax alti. Proprio questa atipica line up caratterizza il suono del gruppo. Un concerto serrato che farà saltare la piazza fra brani originali e della tradizione del sud Italia, riarrangiati sempre in stile gipsy Balkan.

Ad introdurre i concerti e trasportare il pubblico nei suoni dell’est Europa ci sarà dalle 19 la performance di Coqo’ dj.

 

Sabato 29 arrivano direttamente da Parigi Les  Frères Smith (foto sopra il titolo). Questa band francese formata da nove musicisti è innamorata della musica di Tony Allen e Fela Kuti e di tutto quel genere conosciuto come Afro Beat. Ritmi incalzanti, lunghi pedali, sezione fiati potente, tre cantanti, afro groove e via alle danze.

Prima del concerto il dj set di Freddie Villarosa che dalle 19 farà ascoltare le canzoni piu’ celebri diquesta corrente musicale. Dopo il concerto tutti sulla terrazza del circolo ARCI per continuare la Festa fino a notte fonda.

Domenica 30 il Gran finale di Etnica con i Sud Sound System. Non hanno bisogno di tante presentazioni. Sono forse gli antesignani italiani di quel genere che adesso è tanto in voga ovvero un mix energico di hip hop, rap e musica impegnata. I Sud arrivano a Etnica presentando i brani classici del loro repertorio e quelli dell’ultimo album.

Poiché Etnica si pone come collante di culture, Portami altrove diviene espressione evidente di questa unione: occorre conoscere per poter partecipare alla costruzione di un pensiero plurale e aperto.

In prima serata saliranno sul palco alcuni ospiti che racconteranno modi diversi di integrazione e di sostegno mentre, in seconda serata, saranno i film ad insegnare come ampliare lo sguardo. All’interno della rassegna cinematografica ogni film selezionato porta con sé un luogo diverso, che a sua volta dialoga con una diversa Italia, che diventa paesaggio, destinazione, partenza o miraggio. Questo è il motivo per cui i registri scelti sono tutti italiani: per dare spazio, in quello che spesso viene presentato come paese monolitico e intollerante, a prospettive dissidenti, per comprenderci meglio e così capire l’altro, per spostare lo sguardo e portarlo altrove.

Si segnalano infine la presenza del ristorante e del mercato etnico per tutta la durata del festival oltre a mostre fotografiche ed allestimenti suggestivi.

Come per la passata edizione anche quest’anno l’accesso a piazza Giotto sarà attraverso con il biglietto simbolico di 1 euro per sostenere i costi introdotti dalla circolare Gabrielli del 7 giugno 2017 (il Blues Corner, Portami altrove e le attività commerciali saranno fuori dall’area a pagamento). E’ stato un format Io Sostengo Etnica che prevede un abbonamento alle sei serata al costo di cinque euro. Sostenere Etnica significa anche credere nel festival e nel suo significato. 

PROGRAMMA

Martedì 25  Giugno

Dalle 19 alle 24 StreetArts&Buskers – via Garibaldi, piazza Giotto, Corso del Popolo

Via Garibaldi

Dalle ore 19,00 – Mattacchioni Volanti – “La Levitazione”

Piazza Giotto

Ore 19,00 – Incontri ravvicinati con il mago

Ore 19,30 – Nicola Pesaresi – “Ventriloquo”

Ore 21,00 – “Alto Livello”

Ore 21,30 – “Indra”

Ore 22,00 – “Visioni d’Incanto”

Ore 22,30 – “Alto Livello”

Ore 23,00 – “Visioni d’Incanto”

Ore 23,30 – “Indra”

Piazzetta di Levante

Dalle ore 19,00 Giocalapiazza – Liberi giochi in liberi spazi

Corso del Popolo

Ore 21,00 – Piccola Caravana “Lo Struzzo”

Ore 22,00 – Incontri ravvicinati con il mago

Ore 22,15 – Piccola Caravana “Lo Struzzo”

Ore 22,30 – Nicola Pesaresi – “Ventriloquo”

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Clan dei Ribot

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 18,30        Le esperienze di teatro e musica di strada in Toscana  tra Mercantia (Certaldo) e On The Road Festival (Pelago). A cura di Alessandro Gigli e Bruno Casini

Ore 21,30        Proiezione del film: Io sto con la sposa di Gabriele del Grande, Antonio Augugliano, Khaled Soliman Al Nassiry (2014)

Mercoledì 26 giugno

Piazza Giotto

Ore 18,00 laboratorio di body percussion per bambini

Ore 19,00 laboratorio di danze africane

Ore 20,00 cena Africana

Ore 21,00 Compagnia Giguywassa in Apo Sumbò

Ore 22,30 Kora Beat

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Dusty Broom

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 19.30        L’Associazione Oltre di Vicchio presenta “Vicchio in bianco e nero”

Ore 21,30        Proiezione del film: Human flow di Ai Weiwei (2017)

Giovedì 27 giugno

Piazza Giotto

Ore 22,00 Kumbia Boruka

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Fabrizio Berti Jug Band

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 19.30        “Tra Shu’fat e Beit Doqu, l’Arci Firenze in Palestina” Raccontano Manfredi Lo Sauro e Pietro Cardelli

Ore 21,30        Proiezione del film: La mia classe di Daniele Gaglianone (2014)

Venerdì 28 giugno

Piazza Giotto: Festa Gitana

Ore 19,00 dj set by “Coqo dj” (gipsy/balkan style)

Ore 21,30 Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar

Ore 23,00 Giufà

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Swing Guitar Project

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 19.00        “Appartenere ai luoghi: Simona Baldanzi e il suo Maldifiume”

Irene Cecchini dialoga con Simona Baldanzi sul suo ultimo romanzo Maldifiume.

Acqua, passi e gente d’Arno (Edicilo Editore)

Ore 20.00        Foglia Tonda: Chiamata alle arti

Ore 21,30        Proiezione del film: La prima neve di Andrea Sergre (2013)

Sabato 29 giugno

Piazza Giotto

Ore 19,00 dj set by Freddie Villarosa (afrogroove)

Ore 22,30 Les Freres Smith (Francia) Afrobeat

Circolo ARCI

Ore 00,30 Festainterrazza

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Michele Biondi trio

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 21,30  Proiezione del film: La trasferta di Marta Innocenti (2017)

Domenica 30 giugno

Piazza Giotto

Ore 19,00 dj set by Tommaso Carlà

Ore 21,30 Sud Sound System & Bag a Riddim Band

Piazzetta di Levante – Ristorante del Festival

Ore 21,30        Blues Corner: concerto di Blues Society Duo

Piazzetta di Ponente – Portami altrove

Ore 21,30        Proiezione del film: Fuocoammare di Gianfranco Rosi (2016)

INFORMAZIONI:

Ufficio Cultura Comune di Vicchio 055/8439269 – Biblioteca Comunale di Vicchio 055/8448251

Associazione Music Pool 055/240397

jazz club 328/7043683; WEB: www.jazzclubofvicchio.it; MAIL: jazzclubofvicchio@gmail.com

FACEBOOK: jazzclubofvicchio  – etnica;
Music Pool: www.eventimusicpool.it ; info@eventimusicpool.it Facebook: @eventi.musicpool

 

 

Lascia un commento