Estate al Caffè Letterario Le Murate: il 20 e il 21 luglio libri e dj set. Il programma fino al 10 settembre

È in corso l’edizione 2021 dell’«Estate al Caffè Letterario» presso il Caffe Letterario Le Murate (Piazza delle Murate 1, Firenze; ingresso libero), dove si può fruire, oltre del consueto servizio bar e ristorante, di una programmazione regolare, curata da Enzo Mileo e Domenico Frascà, di eventi tardo-pomeridiani e serali all’aperto: presentazioni di libri, concerti, spettacoli di danza. Le presentazioni di libri e nuovi numeri di importanti riviste saranno di norma tre alla settimana.

Martedì 20 luglio 2021 ore 19 in collaborazione con Murate Art District (MAD) presentazione di La bambina del freddo (bookabook) di Rossella Canevari (foto a lato), un giallo dai risvolti psicologici, ricco di avvenimenti fino al colpo di scena finale. Ma anche e soprattutto una storia di formazione, che con leggerezza e profondità affronta temi importanti e molto attuali, ben oltre quello della fecondazione eterologa suggerita dal titolo. Il succedersi degli eventi suggerisce riflessioni che riguardano il percorso di crescita di tutte le donne: l’identità di genere, la faticosa ricerca dell’indipendenza, la voglia di autonomia e la costruzione dell’autostima, il difficile percorso di affrancamento da ogni tipo di omologazione, la realizzazione professionale e il rapporto con il proprio mondo di affetti. Una scrittura carica di energia che invita a pensare e può essere d’ispirazione per molte giovani donne di oggi.

Al Caffè Letterario per tutta l’estate c’è anche un aperitivo (servito al tavolo) dalle 18 e, grande novità di quest’anno, una collaborazione con Pizza&Peace, associazione che comprende pizzaioli premiati dal Gambero Rosso e che dal 2005 promuove la pizza come simbolo della cultura gastronomica italiana: garantiti autenticità di ogni materia prima, prevalenza di prodotti da coltura biologica e biodinamica, accurata lavorazione di ogni singolo ingrediente e lievito madre vivo, per pizze più buone e digeribili. Sotto l’etichetta di «Sapore&Sapere» ci saranno incontri-degustazione a cura, giustappunto, di Pizza&Peace, dal 28 giugno.

Gli eventi di «Estate al Caffè Letterario» sono tutti a ingresso libero, ma nel rispetto della normativa anti-covid, a ingressi contingentati: è dunque caldamente consigliata la prenotazione: raggiunta la capienza massima consentita, non si potrà entrare finché qualcuno non sarà definitivamente uscito; per questo è consigliato prenotare per telefono allo 055 9360738, per mail acaffeletterariofirenze.info@gmail.com (attendere risposta) o via WhatsApp al 333 1863521.

 

La programmazione è in fieri: di seguito gli eventi già confermati:

 

Prossimi eventi (in incremento)

 

Mercoledì 21 luglio ore 18 Gianni Augello, Travel blogger per l’Italia, presenta L’Italia che resta” e Destinazione Italia (Ediciclo Editore – Polaris Editore); partner: On the Road Libreria (Firenze). “L’italia che resta” è il resoconto di un viaggio di 400km che l’autore compie con mezzi pubblici sulla traccia della frontiera nascosta d’Italia, Un viaggio alla scoperta di piccoli comuni, di storie, di incontri, di luoghi di natura dove ritrovare se stessi e dove la felicità autentica ancora è possibile. “Destinazione Italia” Una guida speciale a 300 destinazioni in Italia. Ogni meta è raccontata dal punto di vista dei blogger; informazioni utili, suggestioni, emozioni, idee, per ispirare a scoprire tante mete insolite del nostro paese. É un’istantanea dell’Italia dai sentieri ai paesi minori, dalle spiagge ai borghi per dare spunti ai viaggiatori e dare una mano al settore turistico delle aree meno conosciute del paese. Gianni Augello è giornalista professionista presso la Redazione di Redattore Sociale. Si occupa di tematiche sociali a 360 gradi, con particolare attenzione al tema dei diritti, della giustizia, delle politiche sociali e del narcotraffico. Travel blogger per Italia è un collettivo di 193 Travel blogger che viaggiano per lo stivale alla ricerca di luoghi insoliti e di itinerari differenti. I diritti d’autore del libro verranno interamente devoluti a favore di Emergency per far fronte all’emergenza covid nel mondo.

Mercoledì 21 luglio ore 20.30 City Center Exremist dj set

Giovedì 22 luglio ore 18 Dario Fabbri, consigliere scientifico e coordinatore America di Limes, e Federico Petroni, Consigliere redazionale di Limes, presentano “Se crolla la Russia”, numero 6/21 di «Limes», rivista italiana di geopolitica. ModeratoriGiacomo Centanaro e Luca Galantini. Il nuovo numero di Limes analizza la postura russa di fronte al nemico di sempre: Stati Uniti e alleati europei, che la pressano lungo i suoi confini occidentali. Quali linee rosse Mosca è pronta a difendere? Quali le strategie americane per contenere la Federazione Russa senza annientarla? La crisi ucraina del 2014 e il passaggio di Kiev in campo avverso hanno convinto Mosca a meglio proteggere quel che resta dell’impero, a cominciare dalla traballante Bielorussia. E spinto il Cremlino ad allacciare una forzata ma utile cooperazione con la Cina a contrasto di Washington; oltre a una rischiosa amicizia con la Turchia targata Nato. Al Numero Uno americano fa gioco compattare il fronte atlantico contro il pericolo russo con l’aiuto interessato di nordici, baltici ed euro-orientali.

Giovedì 22 luglio ore 21 suona il Trio Zarlingo, versione bonsai dei Ragazzi Scimmia, con accentuazione del tasso di spirito festivo-danzereccio. Il trio è formato da Gabriele Mori (piano, voce, kazoo) Guido Masi (chitarra) e Andrea Brogi (batteria).

Venerdì 23 luglio ore 21 salgono sul palco Pietro Sabatini & Co. Pietro Sabatini: voce, chitarra, bouzouki, Lorenzo Frangini: basso, Francesco Giomi: batteria. Pietro Sabatini, ex Whisky Trail (35 anni di attività,11 cd, concerti in tutta Italia e Europa), Peter Cam, Meeting ecc, oltre a proporre un concerto dove vengono eseguiti brani tratti dalla sua produzione solista, come “Dark & White” e “Aurelia Allargata” (dedicato al suo territorio maremmano-livornese e entrambi usciti nel 2016), propone nuove canzoni provenienti dal Cd doppio “Passato e Presente/Past & Present” uscito il 30 maggio 2019. Concerto di “canzoni pensanti e di impegno sociale eseguite con brillantezza e leggerezza”.

Sabato 24 luglio ore 21 Cosimo Ravenni. Il mondo di Cosimo Ravenni è ironico e malinconico. Ci si può sentire dentro una vena vintage e nostalgica con tanti rifermenti agli anni 70 e 80. Per Cosimo è bello dire le cose in modo semplice e diretto senza tanti orpelli. Le canzoni che suonerà sono quasi sempre autobiografiche e parlano di amore difficile, sesso, e di personalità che lo incuriosiscono. Nonostante i temi trattati non siano sempre allegrissimi, sono affrontati non come un piangersi addosso patetico ma più come presa di coscienza della realtà. Questi pezzi saranno parte del suo primo disco solista, che uscirà a suo nome. La formazione live di questo impavido esordio vedrà Cosimo Ravenni al piano e alla voce, Stefano Tamborrino alla batteria e Leonardo Baggiani al basso e basso synth.

Martedì 27 luglio ore 18 Stefano Colangelo (Università di Bologna), la poetessa e performer Rosaria Lo Russo e Francesca Mazzotta presentano «Gli eroi sono partiti» di Francesca Mazzotta (Passigli), un libro che ripercorre in poesia una semioscurità. Niente è certo, tranne l’ora micidiale di un abbandono, di notte, quindi un risveglio disperato. Dove sono finiti gli eroi? In due sezioni, Criteri del sonno e Crateri del senno, e nel racconto in versi finale, Gli alieni, la voce supplica di adattarsi alla semioscurità di questa domanda. Francesca Mazzotta è nata a Firenze nel 1992. Si è laureata in Italianistica all’Università di Bologna ed è attualmente dottoranda presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 2016 ha pubblicato Reduci o redenti (Cartacanta editore) e nel 2018 il prosimetro Umbratile (Origini edizioni). Suoi testi poetici e critici sono comparsi su riviste come «Poesia» di Crocetti, «Atelier», «Le parole e le cose», «Nuovi Argomenti». Stefano Colangelo insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università di Bologna. Ha tenuto seminari e lezioni in Italia, Francia, Regno Unito, Germania, Belgio, Stati Uniti, Giappone e Medio Oriente. Tra i suoi libri: Il soggetto nella poesia del Novecento italiano (2009), Giuseppe Ungaretti (2012) e Poesia e Storia (con Niva Lorenzini, 2013). Rosaria lo Russo, poeta, ha pubblicato Comedia (1998), Penelope (2003), Lo dittatore amore. Melologhi (2004), Io e Anne. Confessional poems e Crolli (2012), Poema (1990/2000) (2013), Nel nosocomio (2016), Controlli (2016). Ha tradotto e curato alcuni volumi della poetessa statunitense Anne Sexton. Nel 2021 è uscita la raccolta di saggi Figlia di solo padre; è in uscita, per la poesia, Anatema.

Giovedì 29 luglio ore 18 Gabriele Ametrano (Giornalista e direttore del Festival La città dei lettori) insieme agli autori Manuela Pinetti & Gianluigi Ceccarelli presenta «Boosta Pazzesca. Tre metri sotto er Laurentino P38» (ed. Ensemble); modera il giornalista del Corriere Fiorentino Edoardo Semmola. Boosta Pazzesca, 24 anni, vive da sempre al Laurentino 38 (per gli amici P38), periferia di cemento e asfalto a Roma sud. Qui una “busta” è una ragazza non proprio bella e neanche “carina”. Diciamo pure un cesso. Insieme ad amiche improbabili dalle quali non si separa mai, ci racconta – sullo sfondo una città calda, caotica, talvolta crudele, ma che sa avere un cuore grande – un’estate rocambolesca di avventure (e disavventure), fra cui un affetto lontano che ritorna e un amore inaspettato. Un amore quasi “esotico”. Un amore, insomma, di Roma nord. Gianluigi Ceccarelli (Napoli, 1974) vive tra Roma e Firenze. È stato consulente letterario per Rai Fiction e aiuto regista per Istituto Luce. È critico cinematografico, autore di saggi sul cinema italiano, copywriter freelance e autore e sceneggiatore di documentari e contenuti editoriali per la scuola. Manuela Pinetti (Roma, 1976) è sceneggiatrice (vincitrice, nel 2011, del Premio Solinas Experimenta), critica cinematografica, saggista, scrittrice. Ha collaborato con “Nuovo Paese Sera”, “Rivista del Cinematografo”, “Film – Rivista del Centro Studi Cinematografici”, “Flanerì”, “Mymovies”.

Giovedì 29 luglio ore 21 Daniele Locchi presenta «La notte di piombo», con Daniele Locchi, Claudia Piccini, Amerigo Mascherini. Una performance dedicata al nuovo libro di Daniele Locchi, Piombo, edito da Effigi edizioni. Non si parlerà del libro. Sarà il libro a parlare, attraverso i suoi protagonisti. Una brigatista/manager, un chitarrista/rockstar, un impiegato/commissario. Tre storie, tre personaggi, una sola strana coincidenza. Dagli Anni di Piombo al Piombo degli Anni. Tutto in una notte. La Notte di Piombo.

Venerdì 30 luglio ore 21 il palco si anima con «Le danze di Gea», con Gaia Scuderi (danza espressiva araba) e Duccio Rangoni (tastiera). Uno spettacolo di danza e musica che nasce dall’idea dell’abbattimento dei confini in favore dell’unione delle arti e delle culture. La tecnica di danza denominata danza espressiva araba è un’unione fra più generi quali la danza araba, la danza contemporanea e il flamenco; la parte musicale, attraverso le note del pianoforte, si sposta da brani di autori spagnoli, cubani, arabi e inediti, il tutto in un fluire organico e di forte impatto emotivo. Lo spettacolo avrà la durata di circa 60 minuti.

Ogni performance danzata avrà un cambio di costume.

Sabato 31 luglio ore 21 Levi Strauss, power trio formato nel 2015 da Federico Franchi, Bernardo Cicchi e Simone Drago (già membri di altre storiche formazioni fiorentine), portano sul palco un repertorio di classici della musica statunitense (cantati sovente a tre voci) e brani di formazioni contemporanee. La scaletta spazia dal country di Hank Williams al rhythm & blues di Sam Cooke e Marvin Gaye, passando per il folk-rock di Crosby, Stills, Nash & Young e The Band e il rock dei Velvet Underground, per arrivare all’alt-country dei primi Wilco ed alle atmosfere sferraglianti dei Black Keys.

Giovedì 5 agosto Le scarpe del Flâneur Dalla silloge poetica scritta sui boulevards parigini nella tradizione dei poeti maledetti la trasposizione in note dei versi di Jonathan Rizzo. Con lo stesso poeta alle letture e l’accompagnamento al piano del Maestro Nicola Genovese e con la magia della tromba del Maestro Renato Cantini. Il crocevia delle arti è stasera alle Murate.

Venerdì 6 agosto ore 20.30 Francesco Rainero in concerto. Il cantautore fiorentino Francesco Rainero, accompagnato da Chiara Vichi, presenta le canzoni dei suoi album “Mancino” e “Generazione”, i suoi singoli più recenti e alcune speciali cover in una versione inedita. Francesco Rainero: voce e chitarra acustica; Chiara Vichi: chitarre, effetti e cori

Domenica 8 agosto serata musicale a cura dell’Associazione Mezzotono. L’associazione ha presentato il progetto “Mezzotono: Piccola Orchestra Italiana Senza Strumenti musicali” che è stato approvato ed inserito nella rassegna Estate Fiorentina 2021.

Giovedì 12 agosto ore 21 Fake trio. Swing, Rock’n’Roll, Blues, Ska con Lele Fontana: piano e voce, Francesco Cherubini: batteria; Lorenzo Forti: basso.

Sabato 14 agosto ore 20.30 The Storytellers duo. Marilena Catapano: voce e percussioni; Gianfilippo Boni: voce e pianoforte. Il meglio della musica d’autore Italiana (Dalla, De Gregori, De Andrè, Fossati, Conte, Capossela, Daniele, Gaetano, Battisti, Caputo, Concato e tanti altri, non tralasciando i brani più significativi del Cantautorato internazionale femminile (Tracy Chapman, Cindy Lauper, Suzanne Vega etc), riproponendoli in versioni ritmiche riarrangiate e liberamente reinterpretate, dando sempre libero spazio all’improvisazione e all’emozione del momento.

Giovedì 19 agosto ore 21 «Storie di Nostalgie Immobili. Saluto a Fabrizio de André», con Pantaleo Annese: voce, testi e nostalgie, Vito Vilardi: chitarre e arrangiamenti.

Venerdì 3 settembre ore 21 Sandro Band.

Venerdì 10 settembre ore 21 LessJazz Quartet.

 

Lascia un commento