Villa-Trossi-1024×680

Estate a Villa Trossi fra teatro, musica, grandi voci liriche (come quella di Serena Farnocchia), mostre (di Stefano Pilato e Ivo Lombardi), incontri, libri e i violini di un grande maestro

Da non perdere, Livorno

di Elisabetta Arrighi

Il mare di Ardenza è vicino e dopo il tramonto la brezza è capace di rendere piacevole anche una giornata di grande calura. Il parco è ricco di vegetazione e Villa Trossi racconta la sua storia attraverso l’atrio, le stanze, le decorazioni. Una strada tranquilla della residenziale periferia sud di Livorno, con il lungomare a due passi con le sue baracchine caratteristiche e con le tamerici piegate dal vento come quelle dipinte da Fattori. Ormai è estate e Villa Trossi ha alzato il sipario sulla propria stagione che comincerà 4 luglio 2019 e si concluderà il 30 agosto. Una stagione come sempre ricca di eventi, come ha sottolineato il presidente della Fondazione d’Arte Trossi-Uberti Gianfranco Magonzi e poi il direttore artistico Fulvio Venturi. Presente anche Roberto Napoli di Promos e alcuni soci del Circolo musicale Amici dell’Opera “Galliano Masini” che ha collaborato al programma. Per Simone Lenzi, assessore alla cultura del Comune di Livorno, si è trattato della prima volta alla presentazione di questo tradizionale evento estivo (è stato infatti  nominato soltanto da pochi giorni nella giunta del sindaco Luca Salvetti eletto al ballottaggio del 9 giugno).

20190625_113204
La presentazione del cartellone: da sinistra l’assessore Simone Lenzi, Gianfranco Magonzi presidente della Fondazione d’Arte >Trossi-Uberti, il direttore artistico della stagione Fulvio Venturi, Roberto Napoli di Promos e la dottoressa Carpita direttore della Fondazione

Il programma di Villa Trossi è denso di appuntamenti, a partire dalle mostre, quella di Stefano Pilato “Penne Pinne eccetera – Assemblaggi” dal 4 al 28 luglio e l’altra di Ivo Lombardi, “La forma dell’inchiostro – La biblioteca dell’immaginario” dall’8 agosto al 1° settembre. Con una chicca, annunciata dalla dottoressa Carpita direttore della Fondazione: dal 1° al 4 agosto, nell’intervallo tra una mostra e l’altra, saranno esposti nella villa gli strumenti musicali del maestro fiorentino Carlo Vettori, che da diversi anni si è stabilito a Livorno. Il 1° agosto, il giovedì di apertura, sarà lo stesso liutaio a fare da cicerone ai visitatori. E il giorno successivo, il 2 agosto, ci sarà un appuntamento che ben si armonizza con l’esposizione. Il titolo è “Mozart e i livornesi” (ore 21.30), affinità di linguaggio nei quartetto di Pietro Nardini, Giuseppe Cambini e Mozart, con il Quartetto Quod Libet (Marcello D’Angelo violino, Gian Pietro melici violino, Latizia Baglini viola, Roberta Monaco violoncello).

20190625_114015

Molta musica, ma non solo. Fra gli eventi spiccano infatti il teatro del “Miles Gloriosus” di Plauto messo in scena dalla Compagnia Nuovo Spazio Teatro, con la regia di Simonetta Del Cittadino, le scene di Emidio Bosco, i costumi di Costumeria Capricci. Il cast dello spettacolo, il 12 luglio alle 21.30, è composto da Giuseppe Puglisi, Filippo Scarparo, Renzo Guddemi, Stefano Toscano, Fabrizio Ughi, Elisa Vastola, Lorenzo Taccini, Monica Brachini, Elena Bellandi, Daniele Bellani e Massimiliano Bardocci (prenotazioni per questo spettacolo: 339 3422139). E poi il 26 luglio alle 21.30, “C’era una svolta”, teatro – satira – canzone, di e con Manuela Bollani, al pianoforte Massimiliano Grazzini (musiche originali di Gabriele Landucci, produzione RockOpera e Stefano Bollani). Ecco poi la lirica, venerdì 9 agosto sempre alle 21.30, con il Recital Vocale Cameristico che vedrà sul palco di Villa Trossi un soprano fra i più acclamati a livello internazionale, Serena Farnocchia, che è da sempre protagonista delle estati a Villa trossi. Al pianoforte di sarà il marito Paolo Raffo. In programma musiche di Giuseppe Martucci, Giacomo Puccini, Pietro Mascagni, Alfredo Catalani.

20190625_114100
Maria Salvini, soprano, alla presentazione del cartellone di Estate a Villa Trossi

Il cartellone prevede poi  il 5 luglio alle 21.30 Romancero Gitano Op. 152 di Mario Castelnuovo Tedesco (testo di Federico Garcia Lorca) con il Coro Polifonico Rodolfo Del Corona diretto da Luca Stornello; il 19 luglio (ore 21.30) “Una voce poco fa – Omaggio all’opera buffa” con Maria Salvini soprano, Matteo Bagni tenore, Alessandro Martinello baritono, Paolo Morelli basso, al pianoforte Andrea Tobia. Presenterà Franco Bocci; il 16 agosto (ore 21.30) il cabaret di e con Paola Pasqui che presenta lo spettacolo “Le pillole di Paola”; il 23 agosto (ore 21.30) sarà la volta di “Un matrimonio da s… combinare”, due atti di Marco Chiappini con la Compagnia del Sesto Piano, regia di Tiziana Foresti, assistenza fonica di Matteo Freschi, direzione di scena di Manuela Boldrini (interpreti: Marco Chiappini, Tiziana Foresti, Cristiana Ricci, Cristina Silvestri, Stefano Valdiserri, Mario Botteghi, Massimiliano Capannini e Sara Roberti). Il 30 agosto alle 21.30 il gran finale di stagione con “Preludi, ballate, improvvisi – Chopin dalle lettere” con Scilla Lenzi al pianoforte e la voce recitante di Susanna Cappellini.

Il cartellone di Estate a Villa Trossi prevede anche alcuni incontri (sempre di giovedì) con  artisti e scrittori. Il primo sarà l’11 luglio alle 18 quando Simonetta Del Cittadino interverrà su “Il Miles e la commedia plautina” (precede la messa in scena dello spettacolo che ci sarà, come detto sopra, il 12 luglio). Il 18 luglio sarà presentato il libro “Dire tutto” di Sandra Mazzinghi (edizioni Il Boccale), interverrà Nicola Mauro Salza. Il 25 luglio alle 18 appuntamento con  “Il caso Coco Chanel. L’insopportabile genio” di Barbara Carpita, Liliana Dell’Osso e Dario Muti (Giunti Editore), con l’intervento di Diego Fiorini (Fondazione Cerratelli). Il 22 agosto alle 18 ultimo appuntamento nell’ambito degli “Incontri”: sarà presentato il libro di Elisabetta Arrighi e Lisa Domenici “All’Opera”, un viaggio nei teatri della lirica di Livorno, Lucca, Pisa e Torre del Lago (ed. Programma Editoriale, distribuito nelle edicole con Il Tirreno, in vendita opzionale), seguendo il fil rouge di Catalani, Puccini e Mascagni, con storie, aneddoti, interviste a cantanti, musicisti, registi e un intervento di Fulvio Venturi con protagonisti Galliano Masini e Maria Callas.

Lascia un commento