“EJOB”, il progetto europeo (Lucca-Nizza) per nuove figure professionali nel mondo della nautica italiana e francese. Il 5 dicembre presentazione al Museo della Marineria di Viareggio

Focus, Lucca, Versilia

Al via “EJOB” il progetto europeo che darà forma alle nuove figure professionali nel mondo della nautica italiana e francese. Sarà ufficialmente presentato il 5 dicembre 2019 alle ore 9 presso il Museo della Marineria di Viareggio il neonato progetto EJOB, finanziato e sviluppato in seno al programma comunitario “Interreg Marittimo”, che ha come obiettivo principale quello di contribuire a rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra i territori italiani e francesi designati, al fine di rendere questo spazio una zona competitiva, sostenibile e inclusiva nel panorama europeo e mediterraneo.

Il progetto mira ad approfondire le opportunità di lavoro nel settore dei mestieri dell’economia del mare con una particolare attenzione allo yachting di bordo.

Capofila di EJOB è la Provincia di Lucca, il partner di riferimento italiano sarà ISYL (Italian Superyacht Life), che raggruppa i tre Istituti tecnici viareggini coinvolti (L’ISI Piaggia, il Galilei –Artiglio ed il Marconi). Il versante francese è invece ben rappresentato dal prestigioso Lycée des metiérs hotellerie-tourisme di Nizza.

Come si realizza il progetto? Attraverso la predisposizione e l’attuazione di un programma che vedrà il coinvolgimento di oltre 100 studenti e almeno 5 istituti scolastici tra la provincia di Lucca e la città di Nizza, con l’obiettivo di fornire agli studenti moduli formativi integrati nel loro percorso scolastico e necessari a formare nuove professionalità richieste dal settore nautico, nonché di conoscere, attraverso un’attività di scambio, i contesti economici e culturali, legati al settore nautico, che caratterizzano i due versanti italiano e francese.

A che scopo? È necessario avviare un percorso di complementarietà tra domanda (delle imprese) e offerta “creata” (percorsi di formazione condivisi tra imprese e istituti tecnici/professionali) in una filiera prioritaria dello spazio transfrontaliero italo-francese, come la nautica.

Il percorso formativo ha come scopo quello di rafforzare i profili professionali legati alla nautica da diporto, ed in particolare di figure innovative quali:

  1. 1)  chef di bordo
  2. 2)  steward di bordo
  3. 3)  comandante di bordo

Nella foto sopra il titolo: una veduta della Marina di Viareggio (yacht Benetti)

Lascia un commento