EFFETTO VENEZIA / 1. Su il sipario a Livorno, tutti gli eventi tra fortezze e canali. Cinque giorni di festa, cibo di strada e cultura

Comincia l’edizione 2017 di Effetto Venezia, la più importante manifestazione dell’Estate Livornese. Mercoledì 26 luglio, a partire dalle ore 19, si alza il sipario sulla tradizionale kermesse(questa è la 32^ edizione) che si tiene nell’antico quartiere de La Venezia. La festa – come indica il Comune – si protrarrà per 5 serate fino a domenica 30 luglio con un fitto programma di eventi ad ingresso gratuito (per conoscerli in dettaglio consulta il sito: https://www.livorno-effettovenezia.it/).
Numerosi i palchi allestiti in tutto il quartiere che ospiteranno spettacoli di ogni tipo, dalla musica al teatro, dalla danza al cabaret. Ma uno spettacolo sarà lo stesso quartiere, con le sue caratteristiche architettoniche, i suoi ponti in marmo e canali navigabili che richiamano la città lagunare. A seguire il programma dettagliato del primo giorno:

MERCOLEDÌ 26 LUGLIO 2017
– ore 19.30 Dal Ponte di Marmo a Piazza Del Luogo Pio
HABEAS CORPUS 
azione_ 1 Lo Sbarco –Ponte di marmo 
3 Azioni coreografiche di danza contemporanea e musica dal vivo 3 a cura di Chelo Zoppi e Francesca Ricci assistente alle coreografie Asia Pucci, musica a cura di Stefano Agostini.
Un progetto realizzato da AtelierdelleArti in collaborazione con il Teatro Migrante di Arci Solidarietà ONLUS Livorno e Istituto musicale Pietro Mascagni
Ensemble Strumentale Istituto Mascagni: Paola Barsacchi, Radames Ceccarelli, Vania Franchi, Chiara Novello – flauti. Valeria Scime’ – violino. Con la partecipazione di Guy Frank Pellerin – sassofono. 
Danzatori Asia Pucci, Giulia Razzauti, Caterina Ceccarini, Laura Balzano, Eleonora Bolognesi, Valentina Fantozzi Silvia Ferrini, Matilda Mentessi Pucci Alessandro, Clio Pucci.
Amatori Rosaria Iannicelli, Maria Spagnoli, Sascha Chimenti, Paola Catastini, Vivetta Rossi, Cristina Giuliani, Federica Boesmi, Francesca Nistri, Fiorella Gasperini, Stefania Brogi, Michela Melani, Elena Lorenzini, Rossella Barontini, Manuela Ziggiotto, Renata Fontanella, Gabriella Torriti, Grazia Giorgi. 
Colored Bakary Jobe, Mamady Conde, Mounirou Kpakpatrou, Billy Igiebor Amas, Shirzad Shamali, Khurram Shahzad, Frank Lapidus Eyen Kollo, Mouhamadou Fofana.
Piazza del Logo Pio
– ore 21 Presentazione A.S. LIVORNO CALCIO
– ore 21.45 
TODO MODO 
Grazie – un’avventura musicale in viaggio da 20 anni
Todomodo ringrazia. Partiamo così. Ringrazia Livorno per questi 20 anni di musica con una serata che attraversa le sue più importanti vicende produttive, dagli esordi al centro di aggregazione giovanile di Salviano fino alle sue ultime produzioni nei teatri più importanti d’Italia. Una vera e propria avventura che nasce negli anni 90’ qui nel cuore della nostra città da lavoro di Pietro Contorno, Filippo Papucci e Claudia Campolongo, partita per gioco e facendosi seria e importante negli anni, attraverso una catena interminabile di “e Se?” che da voli pindarici si sono trasformati in realtà. Todomodo festeggia quindi i suoi 20 anni di musica con una grande serata con i suoi protagonisti più significativi, livornesi e non.
Un vero e proprio “Grazie” che da il nome alla serata: una carrellata di canzoni dal Jesus Christ Superstar (2000), Pinocchio SuperStar! (2007), Alice di Carta (2009), Across the Universe (2010), Spring Awakening (2013), Musica Ribelle (2017) e con una performance della Matilda Italian Academy (2016).
Una serata intensa dedicata alla musica presentata da Alessia Cespuglio ed Emiliano Geppetti (La Bella e la Bestia, Shrek, Jesus Christ Superstar e cantante dei Gary Baldi Bros ) che canterà insieme a Federico Marignetti (Spring Awakening, Romeo e Giulietta, Dorian Grey, Musica Ribelle), Elisa Arcamone e Jara Grieco le canzoni più famose della storia musicale di Todomodo. Saranno accompagnati dai bravissimi Fabrizio Balest basso, Carlo Bosco piano e tastiere, Raffaele Commone batteria ed Emmanuele Modestino chitarra e performer che hanno fatto la storia di questa compagnia come Elena Mellino ed Andrea Ferraro, con la regia di Emanuele Gamba, il coordinamento artistico di Pietro Contorno, quello musicale di Raffaele Commone (che curerà anche i visual dello spettacolo) e il coordinamento tecnico di Alessandro Baldi. Scene e costumi saranno curati sa Blender-Soluzioni Creative. E quindi Todomodo andrà in scena con un gran bel “Grazie” per la sua Livorno nella magnifica cornice del suo evento più spettacolare, “Effetto Venezia”.

FORTEZZA VECCHIA
Quadratura dei Pisani – ore 18.30 
Caffè Letterario 
Krzyszstof Charamsa “La prima pietra. Io, prete gay e la mia ribellione all’ipocrisia della Chiesa” – Rizzoli Editore 2016 a cura dell’Associazione Agedo e Tavolo Rainbow. Modera Danilo Fastelli, giornalista de Il Tirreno.
Palco Cisterna – ore 22 
Fondazione Teatro Goldoni
R-EXISTENCE
R-EXISTENCE, messo in scena dagli allievi della Bottega d’Arte del Teatro Goldoni, è la storia, senza tempo, di giovani che si affacciano alla vita e sono costretti a prender in braccio un fucile e fare la guerra in nome di Dio. “Quale Dio” si chiedono spesso, mentre vedono scorrere sangue lungo le strade della loro città, ormai divisa dallo spartiacque della differenza di credo. Amici non più amici ma costretti ad ammazzarsi tra loro. Storie d’amore e di amicizia sporcate dalla violenza di una guerra che non ha reale fondamento nella religione, ma, come sempre, nell’avidità e negli interessi degli uomini. Una storia che parla di ragazzi, della loro voglia di vivere e di sperimentare tutto quello che possono, sapendo che la loro esistenza è legata a un filo talmente sottile da diventare invisibile.
R-EXISTENCE parla di vivi, di morti, tutti uniti in un unico cammino verso una meta che ancora non conoscono ma che sperano sarà quella giusta. Liberamente ispirato alla piece “Croisade “ di Michel Azamà, lo spettacolo intreccia musica e drammaturgia coniugando due linguaggi che si abbracciano e si confrontano arricchendo la storia e rendendola estremamente attuale. Le musiche, tratte dal repertorio rock e pop, diventano parole vive sulla bocca dei personaggi e li definiscono in maniera unica, così come gli arrangiamenti vocali e musicali, ispirati e nati in fase di lavorazione dello spettacolo.
Arrangiamento musicale di Five Live e Niki Mazziotta con la collaborazione di: Gabriele De Pasquale Chitarra Anita Salvini Violoncello e Clarinetto Edoardo Vilella Pianoforte e Percussione Gabriele Ciangherotti Batteria Arrangiamento vocale dei Five Live Direzione musicale Niki Mazziotta Regia Paola Martelli
Interpeti: Caterina Barsotti Alessio Bonaretti Rossella Caciagli, Marco Carnevali, Nicole Domenici, Carolina Longone, Silvia Magnani, Valentina Nieri, Giovanni Parlanti, Claudia Perossini, Martina Riso, Filippo Sassano, Antonio Siani, creazione delle maschere e costumi Cristina Novi e Domenico Sassano.

Cannoniera ore 21 e ore 22 
Compagnia Degli Onesti
LE STANZE LIVORNESI
con Emanuele Barresi, Fabrizio Brandi, Claudio Monteleone, Stefano Santomauro, scene e costumi Adelia Apostolico, Sartoria Costumeria Capricci organizzazione Sandro Paolucci regia Emanuele Barresi.
Anche quest’anno le “stanze” saranno dedicate a personaggi livornesi che hanno lasciato una traccia profonda nella storia della nostra città. Il pubblico sarà accompagnato nel viaggio all’interno della Fortezza Vecchia, da un Cicerone molto particolare, uno che grazie alla sua abilità, riesce ad entrare dappertutto, un personaggio divenuto proverbiale per i Livornesi, i quali, quando qualcuno non riesce ad aprire una porta, un lucchetto o una qualunque serratura, dicono: “Dè, devi esse’ il….” E pronunziano un nome che adesso on riveliamo, per non sciupare la sorpresa agli spettatori. All’interno della cannoniera della fortezza, incontreremo un Livornese che fu protagonista di un episodio bellico tra i più straordinari tra quelli compiuti dal nostro esercito; poi ci sarà un Livornese che addirittura capovolse, senza saperlo e soprattutto senza volerlo, le sorti della prima guerra mondiale, a vantaggio dell’Italia; poi ci imbatteremo nel più grande illusionista della sua epoca ed infine, nella stanza chiamata ampolletta, Stefano Santomauro darà sfogo alla sua vis comica, prendendo di mira abitudini e vizi del popolo labronico.
I Biglietti si potranno fare all’ingresso della Fortezza; per prenotazioni ed info telefonare al 349 8169659.
TEATRO VERTIGO, Via Del Pallone — Rassegna Teatrale “DNA”

– ore 21.30 
Piccolo Teatro Città di Livorno e Centro Artistico “Il Grattacielo” in 
CAVALLERIA RUSTICANA
 Dramma scritto dal siciliano Giovanni Verga e messo in musica dal livornese Pietro Mascagni”. Nel Gennaio del 1980, andò in scena sul palcoscenico del Centro Artistico “Il Grattacielo”, una speciale “Cavalleria Rusticana” che riscosse un enorme successo per il modo particolarmente originale con cui venne realizzata. La Direzione del Piccolo Teatro Città di Livorno ha pensato di riproporre a quasi quarant’anni di distanza questa speciale edizione di “Cavalleria Rusticana”. Regia Beppe Ranucci

Libereparole presenta all’interno del Teatro Vertigo: video di Diego Piccaluga “Omaggio a Giorgio Fontanelli” /  video di Luciano De Nigris “La cucina tradizionale livornese”.
– ore 22.30 The Poet’s Corner: Fabio Max, Elena Peebes, Adriana in “RacCANTA Storie”

Palazzo Huigens
- ore 21/24 Mostra fotografica di Paolo Ciriello
Scatti folli: foto da “La pazza gioia” di Paolo Virzì
a cura della Cooperativa Itinera
– ore 21.30 
ISTITUTO MASCAGNI
 Elena Gori, violino Lucrezia Liberati, pianoforte César Franck Sonata per violino e pianoforte in La maggiore
Federico Piccioli, chitarra Federico Moreno Torroba Suite Castellana
Gabriele Piva, pianoforte SergejProkof’ev Sonata n. 2, in Re minore, op. 14
Arianna Argentieri, sax Tommaso Giganti, pianoforte Jules Demersseman Fantaisie sur un thème original

Piazza Domenicani 
- ore 22.30 BANDA CITTA’ DI LIVORNO  
direttore Massimo Ferrini
Chiesa S. Caterina 
ore 19.30 
DIMITRI GRECHI ESPINOZA, sax
OREB – la montagna e il suono
Chiesa S. Ferdinando 
ore 20.45 
CORALE MASCAGNI
 Programma: G. Rossini – “Mosè” – “Dal tuo stellato soglio” G. Verdi – “I Lombardi alla Prima Crociata” – “O Signore dal tetto natio” G. Verdi – “La Forza del destino” – “Madre pietosa Vergine”G. Verdi – “La Forza del destino” – “La Vergine degli Angeli” G. Verdi – “Otello” – “Ave Maria” P. Mascagni – “Il Piccolo Marat” – “O Vergine confido” P. Mascagni – “La Pinotta” – “Signor cui sempre loda” P. Mascagni” – ” Parisina” – “Sequenza delle tre Donzelle” G. Puccini – “Le Villi” – “Sia propizio il cammino” P. Mascagni – “Cavalleria Rusticana” – “Ave Maria – Intermezzo”. Solisti: Laura Peschiera (Soprano) Barbara Terreni (Soprano) Roberto Bucchioni (Tenore) Luciano Rizzo (Tenore) Luigi Luisi (Baritono) Paolo Morelli (Baritono). Pianoforte e Direzione: M° Giorgio Maroni

Mercato Centrale 
- ore 20.30 Don Pasta United Food Of Livorno La cucina meticcia di Livorno / 
ore 21 Cucina Etnica Greca

Via Borra
- ore 22.45
 JUBILATION GOSPEL CHOIR
Programma Total praise (Smallwood) I won’t go back (McDowell) Friend of God (Houghton) Everything will be alright (Hutchins) It’s not over (Houghton) Find your wings (Harris) I still have joy (Tribbet) He made away (Morgan) Can’t nobody (Crouch) Good to me (Crowford). Direttore Luca del Tongo.
Largo Strozzi 
SPAZIO BLUES EFFETTO VENEZIA 
Palco “Manlio Pepe” 
- ore 21.30 Steve Sperguenzie & the incredible lysercic ants Psychedelic Rock/Blues Steve Sperguenze voce armonica, Marco Menicucci chitarre, Valerio Fantozzi basso, Fabio Giusti batteria.
Piazza Legnami 
- ore 22 
EFFETTO LIVE
Palco “Mirco Pacini”
Leave Behind 
Si formano nell’Agosto 2014 con il nome di “Peacemaker”, inizialmente come coverband di gruppi pop-punk californiani, come Green Day e Blink-182. Successivamente alla composizione di pezzi inediti, hanno cambiato il nome in “Leave Behind”; Le loro canzoni richiamano il sound tipico punk ’90 West-Coast, ma rielaborato in maniera del tutto unica, unendo elementi di Rock, Punk ’70, Pop. 
Southern Snakes
I Southern Snakes sono una band formatasi nel 2016 composta da musicisti livornesi e pisani, tutti con molta esperienza live alle spalle e provenienti da influenze musicali diverse. I Southern Snakes, così come è distinguibile dal proprio nome, propongono brani dall’inconfondibile stile del “southern rock” portando sul palco una scaletta di cover classic rock con sonorità dell’America sudista, come Lynyrd Skynyrd, ZZ Top, 38 Special, Alman Brothers.

Lascia un commento