È nato l’Ambito Turistico Livorno, con la città capoluogo (che è capofila e per la prima volta guida un progetto di ampio respiro) e i Comuni di Collesalvetti e Capraia Isola. Primo step: puntare sulla mostra dedicata a Modigliani

Focus, Livorno

È stata sottoscritta la convenzione tra i comuni di Livorno, Collesalvetti e CapraiaIsola per la costituzione dell’AmbitoTuristico Livorno. Un’opportunità offerta ai comuni toscani dalla legge regionale 24/2018, che consente ai comuni di formare reti e creare sinergie, anche con le strutture e le agenzie regionali che si occupano della promozione turistica della Toscana a livello internazionale. L’Ambito Turistico, che vede il Comune di Livorno quale ente capofila, avrà il compito di gestire in forma associata le funzioni di accoglienza e informazione turistica a carattere sovracomunale. In questo modo sarà possibile organizzare la governance turistica dei Comuni che fanno parte dell’Ambito, e coordinare e incrementare l’offerta territoriale di prodotti turistici, coinvolgendo soggetti privati, enti e associazioni. (Nella foto: tramonto di fine estate ai Tre Ponti, Livorno).

A curare le attività di promozione dell’Ambito Livorno sarà direttamente Toscana Promozione Turistica, agenzia regionale che provvede a presenziare a fiere, organizzare eventi e progettare attività di co-marketing.

Uno dei vantaggi dell’attuazione degli ambiti turistici previsti dalla legge regionale è infatti quello di poter lavorare a stretto contatto con gli enti che in Toscana in qualche modo “governano” il settore turistico: la Regione, Anci, Toscana Promozione, Fondazione Sistema Toscana, tramite collegamento alle piattaforme informatiche regionali, a cominciare dal sito “Visit Tuscany”.

L’Ambito Turistico Livorno è stato presentato nella Sala Giunta del Palazzo Comunale livornese. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Livorno Luca Salvetti, il sindaco di Capraia Isola Marida Bessi, l’assessore al turismo del Comune di Collesalvetti, Dario Fattorini, l’assessore al turismo del Comune di Livorno, Rocco Garufo, il dirigente del settore legislazione e statistica attività produttive della Regione Toscana, Stefano Romagnoli, e Fabrizio Campitelli in rappresentanza di ANCI Toscana.

  • L’assessore Garufo, oltre a rammentare le tante potenzialità turistiche del territorio incluso nell’Ambito, ha voluto sottolineare l’importanza del fatto che la città di Livorno, pur facendo parte di una provincia a fortissima vocazione turistica, adesso, forse per la prima volta, si mette in gioco come capofila di un progetto di ampio respiro in grado di portare grandi vantaggi al settore.

Anche Marida Bessi, sindaco di Capraia, e Dario Fattorini, assessore a Collesalvetti, hanno sottolineato le potenzialità di un’offerta turistica che possa includere, oltre all’attrattività esercitata dal capoluogo, il mare dell’isola di Capraia e la bellezza delle colline e della campagna del vasto territorio di Collesalvetti.

  • Il sindaco di Livorno Luca Salvetti ha colto l’occasione per ricordare come la prossima mostra di Amedeo Modigliani a Livorno, per la quale sono attese decine di migliaia di visitatori, sarà un banco di prova per misurare la capacità del territorio di creare sinergia, mettendo assieme pacchetti turistici che, oltre alla mostra, propongano visite e iniziative sulla costa e nell’entroterra.

A tal proposito, Salvetti ha anticipato che per il 3 ottobre tutti i sindaci della provincia sono stati invitati a riunirsi a Livorno, per confrontarsi e portare proposte, in modo da sfruttare al meglio le possibilità aperte dalla grande mostra di Modigliani al Museo della Città.

Lascia un commento