È morto il partigiano “Ricciolo”. Cordoglio per la scomparsa di Carlo Mochi: partecipò alla liberazione di Rosignano Marittimo. Il ricordo del sindaco Daniele Donati

Carlo Mochi. Sopra il titolo: un’immagine di quando era partigiano

Ci ha lasciati il Partigiano Carlo Mochi. Il suo nome di battaglia era “Ricciolo” e insieme insieme al fratello Bruno prese parte alla Resistenza con la 3a Brigata Garibaldi operando nella zona del Monte Amiata e liberando dal gioco nazifascista il Comune Rosignano Marittimo, di cui era originario.
“Lo scorso anno – ricorda il sindaco di Rosignano Daniele Donati – durante la commemorazione della Liberazione organizzata dal nostro Comune, ho avuto l’onore e il piacere di ospitare la presentazione del suo libro, proprio sull’impresa di Libertà compiuta da lui e dai suoi compagni. Voglio esprimere le più sentite condoglianze, da parte mia e dell’Amministrazione, ai suoi cari”.
“Con lui – aggiunge Anpi Rosignano – scompare uno degli ultimi esponenti di quella generazione che con coraggio, abnegazione contribuì a restituire all’Italia le libertà che il fascismo le aveva sottratto”.

Lascia un commento