borzacchini

I due Ettori (Borzacchini e Visibelli): pantaloncini corti…. amicizia lunga. Appuntamento alla Bodeguita di Livorno

Libri & Fumetti, Livorno, Lucca

Nuovo appuntamento alla Bodeguita Social Club di Scali Finocchietti, 28, a Livorno, per “Assaggi d’autore… solo il martedì”, a cura delle Edizioni Erasmo e Libreria Erasmo. Quello di martedì 12 dicembre 2017 sarà un (doppio) appuntamento speciale, sì perché il 12 dicembre è il compleanno del Borzacchini, che sarà ricordato con gaudio e letizia fra i Sodali, camerlenghi, baccellieri, Profeti, protonotarii e filo sodali della prima ora, ma anche dopo. Nelle stanze della Bodeguita vibrerà ancora la sua voce e quella dell’amico d’infanzia Ettore Visibelli.
L’evento, presentato dal Sodalizio Muschiato, va sotto il titolo (lungo) “I due Ettori – Pantaloncini corti, ma…un’amicizia lunga. Ettore Borzacchini, ricordi e letture del grande umorista; Ettore Visibelli, e il suo libro, “I Tarocchi di Armida” (Edizioni Erasmo-2017).” S’inizia alle ore 18.30, precise.

Ettore Borzacchini, pseudonimo di Giorgio Marchetti (Lucca, 12 dicembre 1943 – Viareggio, 7 settembre 2014), è stato uno scrittore e satirista italiano. L’opera principale consiste nei quattro volumi del Borzacchini Universale (Ponte alle Grazie), che figurano nel repertorio dei testi lessicografici di riferimento dell’Accademia della Crusca. L’Associazione Internazionale di Studi di Italianistica) nella sua conferenza annuale del 2005 presso l’Università della Carolina del Nord gli ha dedicato una sessione del seminario “Anxiety of form in contemporary italian fiction” dal titolo: “Il Borzacchini Universale, o Il Dizionario Macaronico di Giorgio Marchetti”. Tra le altre opere ricordiamo: Il Grande Milvio (Maria Pacini Fazzi), Il Galateo del Borzacchini (Ponte alle Grazie), La villeggiatura del Borzacchini (Ponte alle Grazie), Le automobili del Borzacchini (Ponte alle Grazie), Il caffè del Borzacchini. Storie da bar (Salomone Belforte). Ultimo, uscito postumo per le Edizioni Erasmo (2017), il “Carteggio Borzacchini-Sardelli, 1996-2014”.

Ma di cosa parla il libro di Ettore Visibelli “I tarocchi di Ermida”, che sarà presentato oltre che dall’autore anche da Stefano Caprina? Vediamo. Cosa succederebbe se ci fosse predetta la data della nostra morte ? Livorno, 1951. Aristide, vent’anni, conosce Armida, una donna navigata, dedita ai tarocchi. L’incontro risulta fondamentale per lui: oltre ad iniziarlo all’arte amatoria, le predizioni dei tarocchi di Armida gli complicheranno l’ultima fase della vita, costringendolo a rivedere ed analizzare tutti gli anni che si porta alle spalle.
Il romanzo, che si dipana in una Livorno dai connotati talvolta comici, altre volte drammatici, s’interroga in maniera ironica, scanzonata eppure profonda sulla superstizione e sul significato della vita.
Ettore Visibelli nasce a Livorno nel 1941 e vive a Roma. Chimico organico, dopo trentacinque anni di lavoro nell’industria, ha dato seguito alla sua passione per la scrittura, dedicandosi prevalentemente alla narrativa. Ha pubblicato Inseguire chimere cavalcando ippogrifi, Ibiskos Editrice, 2001; Il minuetto degli intrighi e delle passioni, Azimut, 2008; Non sarai mai uno scrittore, Libertà Edizioni, 2010; Tutti visi belli, storia di una famiglia, Libertà Edizioni, 2012.

Info:
La Bodeguita Social Club – Scali finocchietti, 28 – cell. 346 610 0832.
Edizioni Erasmo www.erasmolibri.it e Libreria Erasmo – via degli Avvalorati, 62, tel. 0586 211015

 

Lascia un commento