sarajevo gdansk

Doppia performance al Tenax con Teatro Studio Krypton: “Sarajevo. La strage dell’uomo tranquillo” e “Sacra Zona”. Ad Antella il teatro e la salute mentale. Poi incontro con Sandro Lombardi

Firenze, Teatro e Danza

***DANZA, VIDEO E MUSICA AL TENAX THEATRE

Giovedì 29 novembre 2018 alle ore 21.30 sul palco del Tenax Theatre di Firenze (con Teatro Studio Krypton) si si susseguiranno due singolari performance : SARAJEVO – la strage dell’uomo tranquillo, un solo di danza di Gennaro Andrea Lauro per Anticorpi –Tracce di giovane danza (durata 15 minuti);  e SACRA ZONA in concerto. Musica rap dalla Sardegna per Glocal – Giovane musica d’autore in circuito (durata 40 minuti). In collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo.

SARAJEVO – LA STRAGE DELL’UOMO TRANQUILLO. La coreografia, in forma di studio, su idea e creazione di Gennaro Lauro,  Sarajevo – la strage dell’uomo tranquillo, è una riflessione sul tema della guerra e le sue molte forme, un’indagine su quello che accade nei campi di battaglia, in noi stessi e nelle nostre case e in un dopoguerra forse possibile. “Di solito dichiara il coreografo-le guerre raggiungono un apice di distruzione, che solitamente riguarda tanto i vincitori quanto i vinti. Quanto accade dopo – in quello che viene chiamato il dopoguerra – è invece uno sforzo di ricostruzione, che vede mettersi in atto forze disperate di condivisione e solidarietà che parrebbero insperabili in tempi di guerra così come in tempi di pace. Il dopoguerra è quindi, metaforicamente,quella linea sottile tra la guerra e la pace, in cui le relazioni umane acquistano valore ed emergono come la base imprescindibile su cui solo è possibile fare, costruire, vivere e intraprendere. Gli uomini attingono allora ad aspetti creativi dell’umano che abbiamo per comodità considerato ingenui o utopici o inessenziali, a favore del cinismo del possesso.Benché non sappia ancora in che forma, l’immagine della brace è centrale oltre che rappresentativa di questo senso del dopoguerra. Un elemento luminoso la cui luce e il cui calore possono essere percepiti purché ci si faccia spazio a vicenda, ci si faccia stretti, perché l’unico modo di avere è partecipare. La brace è il nucleo attorno a cui, leggendariamente, nasce la parola, e con essa tutte le nostre letterature. Con Sarajevo, vorrei trovare questo luogo”.

SACRA ZONA. “Sacra Zona” è sia il nome d’arte del rapper fondatore (Moreno Murgia) che del collettivo artistico sardo. Il progetto, strettamente di stampo Hard Core Hip Hop, nasce nel 2012 da un gruppo di amici e dal loro desiderio di condividere con altri il proprio percorso di vita e il proprio mondo interiore. 

sacra zona uno

Attualmente la formazione completa comprende un producer, due MC, un grafico e un videomaker.Voce Moreno Murgia,doppie voci Filippo,Meloni, producer dj Leonardo Serra. Lo stile è fortemente improntato sulle tematiche legate all’horror e al macabro come l’omicidio, violenza, patologie psichiatriche, esoterismo oltre che a tematiche come disagi esistenziali e riflessioni profonde sul proprio essere e sul mondo , che alcune volte li avvicina più ai gruppi conscius rap. Le numerose dinamiche introspettive e psicologiche presenti nei testi e le frequenti citazioni relative al campo della psicopatologia sono da ricollegare al lavoro del rapper fondatore che si occupa di neuropsicologia / psicoterapia.
I video, così come le grafiche, sono totalmente auto prodotti e mostrano contaminazioni derivanti da numerosi film di genere Horror, splatter, gore, passando da Dario Argento, George A. Romero fino a registi come David Cronemberg. Il gruppo è stato fortemente influenzato dalla musica underground italiana e non, come: La Fossa, Sa Razza, Colle der Fomento, Sangue Misto, Dsa Commando, Kaos One, Lou X, Gravediggaz, Necro e tanti altri, che hanno lasciato un segno indelebile nel loro genere di sound. In rete sono presenti alcuni singoli come “Autolesionismo” “Aspettando L’alba”, “Memento Mori” e “Apostasia” ,”Wendy”, un EP contenente cinque tracce chiamato“Pessimismo EP” e un album di 12 tracce chiamato “ANTRACITE”.
Attualmente è in preparazione un nuovo album la cui uscita è prevista per inizio 2019.

Tenax via Pratese 46 Firenze
Inizio spettacoli ore 21,30
costo biglietto unico 5 euro alla cassa del teatro
costo in prevendita 6,50 euro
info Teatro Studio Krypton 055 2345443
www.teatrostudiokrypton.it

***IL TEATRO AL SERVIZIO DELLA SALUTE MENTALE E POI UN’INTERVISTA A SANDRO LOMBARDI

Giovedì 29 novembre sul palco del Teatro Comunale di Antella (via Mantisoni 10, Comune di Bagno a Ripoli) si svolgerà la seconda edizione del convegno “CONTAMI IN AZIONI”, una giornata dedicata al confronto e alla riflessione su esperienze, metodologie, poetiche teatrali nei servizi della salute mentale. È un appuntamento promosso da Teatro come Differenza, in collaborazione con l’Azienda Usl Toscana, all’interno della rassegna Effetto Placebo, che sarà l’occasione per intrecciare aspetti teorici e pratici inerenti al teatro sociale. I lavori inizieranno alle 9 del mattino per proseguire sino alle 16. Durante l’intera giornata interverranno il Dottor Sandro Domenichetti (Psichiatra già Responsabile UFSMA Firenze e Mugello), la Dottoressa Ivonne Donegani (Psichiatra Coordinamento teatro e salute mentale della regione Emilia Romagna), Alessandro Garzella (Regista e attore dell’Associazione Animali Celesti Teatro d’arte civile), Pierluigi Logli (attore del Coordinamento Teatro come Differenza), Daniele Giuliani (Socio fondatore del Coordinamento Teatro come Differenza) e Samuele Mariotti (presidente e referente per il circo sociale di Circo Libera Tutti). Oltre agli aspetti teorici ci saranno momenti per approfondire pratiche e tecniche di teatro sociale attraverso alcune fasi laboratoriali.

Sandro Lombardi_1
Sandro Lombardi

Grande attesa venerdì 30 novembre alle ore 21 per il secondo appuntamento di “Sei brillanti quando il teatro fa furore” con ospite Sandro Lombardi (ingresso 3 euro). Il celebre interprete teatrale salirà sul palco per un’intervista che rivelerà aneddoti e sorprese sulle prime messinscene con “Il carrozzone”, divenuto in seguito “Magazzini Criminali” per fondare infine la “Compagnia Lombardi – Tiezzi”. Lombardi non è solo un attore, ma anche scrittore, ha al suo attivo la pubblicazione del romanzo di formazione, “Gli anni felici. Realtà e memoria nel lavoro dell’attore”, edito da Garzanti nel 2004, dove racconta la sua progressiva scoperta del teatro, della musica, della pittura e della poesia. Un uomo di cultura a 360° con cui sarà un piacere vedere il dialogo fitto e incalzante che si instaurerà con Roberto Incerti, il quale tenterà di sapere retroscena dell’ultimo allestimento “Il ritorno di Casanova”, della riscrittura con Fabrizio Sinisi del “La signorina Else” di Arthur Schnitzler (proprio in queste sere in replica al Fabbrichino di Prato) o del prossimo debutto “Scene da Faust”. Piccoli interventi recitati dallo stesso Lombardi saranno il fiore all’occhiello per una serata sulla storia del teatro “nostro contemporaneo”.
Vincitore di quattro premi Ubu della critica come miglior attore teatrale italiano. Nelle sue interpretazioni – quasi sempre dirette dal regista Federico Tiezzi – classicità e contemporaneità vanno di pari passo. Assieme a Tiezzi e all’attrice Marion D’Amburgo è stato fondatore dell’innovativa compagnia I Magazzini.

Info e prenotazioni: www.archetipoac.it e 055621894.

Lascia un commento