DOPO IL LOCKDOWN. Firenze, il tricolore proiettato sulla facciata di Villa Bardini che ha riaperto il giardino (con l’offerta ai bambini di colazione o merenda i sabati e le domeniche di giugno)

Da non perdere

Il giardino di Villa Bardini ha riaperto ai visitatori a partire dal 2 giugno 2020, giorno della Festa della Repubblica, dopo la chiusura a causa delle misure di contenimento del coronavirus. E per celebrare il Paese in questo momento di difficoltà, la Fondazione CR Firenze e la Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron hanno previsto per tutto il mese di giugno la proiezione della bandiera dell’Italia sulla facciata della villa. Inoltre, ai bambini accompagnati dai genitori, ogni sabato e domenica dello stesso mese, viene offerta una colazione o una merenda al bar della Loggetta, un gesto che ha incontrato un grande apprezzamento da parte di tutti. (Le foto sono di Stefano Casati).

 In tanti hanno deciso di godere della splendida vista di Firenze dalla terrazza e molti genitori hanno passeggiato nel parco assieme ai figli. Fino alla fine del mese di agosto il giardino sarà aperto con orario prolungato alle 21 (con uscita da Costa San Giorgio 2, l’ingresso di via dei Bardi seguirà l’orario di chiusura tradizionale alle 19.30; l’apertura è alle 8.45; chiuso ogni primo e ultimo lunedì del mese, info@bardinipeyron.it).

 ‘’E’ una vera gioia per tutti noi – dichiarano i presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza – vedere tante famiglie e tanti fiorentini riappropriarsi di questo luogo che non è nostro ma di tutta la comunità. E’ questo il significato della giornata odierna che vuole ricordare una ricorrenza importante per la storia italiana ma anche essere di auspicio per il ritorno alla vita di tutti i giorni. Una ripresa nel nome della natura a pochi giorni dalla 46/a Giornata mondiale dell’ambiente (il 5 giugno), un tema reso ora ancora più drammaticamente attuale che in passato e al quale le nostre due Fondazioni intendono destinare nuove energie con progetti e iniziative destinati soprattutto ai giovani’’. 

Lascia un commento