DOPO IL LOCKDOWN. Arriva a Livorno la nave da crociera “Seven Seas Voyager” con 108 membri di equipaggio (fra cui 5 italiani). Sosterà per due mesi ad una banchina esterna al Mediceo. Il coordinamento della Capitaneria di Porto

Da non perdere, Livorno

 A seguito dei recenti provvedimenti governativi che hanno previsto la possibilità che le navi da crociera – anche di bandiera estera – possano sostare nei porti italiani in attesa della fine della fase di emergenza, il porto di Livorno ospiterà dal 29 maggio 2020 la nave Seven Seas Voyager, di bandiera Bahamas, lunga oltre 200 metri, che attraccherà alla banchina n. 75 dello scalo labronico (area del Porto Mediceo, banchina esterna lato Bacino), con un equipaggio ridotto di 108 membri, di cui 5 italiani compreso il comandante e senza passeggeri. 

Si è tenuta nella mattinata del 28 giugno l’ultima riunione preparatoria – coordinata dalla Capitaneria di porto – che ha visto la partecipazione di tutti gli attori coinvolti sotto i diversi aspetti, sanitario e di sicurezza in particolare. Erano infatti presenti al tavolo la regione Toscana – settore prevenzione collettiva, l’ufficio di sanità marittima, la Prefettura di Livorno, l’Autorità di sistema portuale, il comune di Livorno, la Polizia di frontiera marittima e il comando provinciale dei Vigili del Fuoco, oltre che l’agenzia marittima di riferimento. 

Per tutto l’equipaggio, già soggetto a monitoraggio sanitario dal momento dell’imbarco senza che siano emerse criticità, è stato stabilito che verrà sottoposto comunque a “tampone” e rimarrà a bordo fino al relativo esito negativo. 

Gli aspetti relativi alle sicurezza della manovra e dell’ormeggio, nonché gli altri aspetti più tecnici legati all’approdo erano già stati valutati in una precedente riunione. 

L’arrivo è per le 10 del giorno 29 maggio, la permanenza sarà di circa due mesi e la nave sarà perimetrata e oggetto di costante monitoraggio da parte delle autorità competenti. 

Lascia un commento