Domenica delle idee: a Villa Mimbelli (il 25 luglio alle 19) incontro sul tema “L’era della disinformazione, i costi del pensiero anti-scientifico”

Domenica 25 luglio Villa Mimbelliore 19 00 – appuntamento con “L’era della disinformazione, i costi del pensiero anti-scientifico”. Con Eva Giovannini (giornalista),
Francesca Riccioni (fisica e scrittrice), Gabriele Trovato (docente, Università di Waseda, Giappone, Ricercatore Principale progetto EU-Japan e-ViTA, modera l’assessore Simone Lenzi.
Domenica delle Idee è una rassegna curata da Luca Zannotti all’interno di LeggerMente e sviluppata in collaborazione con dalla Biblioteca Labronica del Comune di Livorno, Itinera Progetti e Ricerche, Fondazione Livorno, Fondazione Livorno Arte e Cultura, il Chioschino, LaFeltrinelli di Livorno, con la preziosa collaborazione di Musiche Metropolitane, Deep Festival, Teatro Mo-wan, Livù, Uovo alla Pop e Meteora.

 

Il tema 
Mai come in questo ultimo anno, una collettività intera si sia trovata improvvisamente a fare i conti con le conseguenze dirette della diffusione di fake news di ambito scientifico. In un momento drammatico come quello dell’esplosione della pandemia, atteggiamenti di ostilità verso le posizioni ufficiali della comunità scientifica, causate dalla divulgazione rapida di notizie false, provenienti da fonti non attendibili, ha scatenato atteggiamenti oppositivi ed ha costruito un pensiero antagonista. L’atteggiamento antiscientifico è un tipo di approccio dettato da cause irrazionali e da una disinformazione capillare, rafforzata dalla quantità di dati sempre crescente, a cui si può accedere tramite il web e che necessiterebbe, per essere correttamente interpretata, di un’alfabetizzazione scientifica dimostratasi invece in costante calo. Quali sono i costi sociali ed economici di un simile atteggiamento? Nella società dell’informazione, anche la politica spesso insegue i “trend topic” per fabbricare consenso, a costo di rinunciare ad una visione d’insieme o ad una basilare linea di coerenza. Abbiamo avuto esperienza di come la politica stessa si sia fatta drammaticamente portatrice di notizie false nel corso della crisi Covid, moltiplicando atteggiamenti sociali inadeguati e generando ulteriore confusione. Il radicalizzarsi di certe opinioni finisce per produrre pericolose polarizzazioni sui social che possono sfociare in episodi di contrapposizione violenta, e violazione di diritti civili e sociali.

 

Eva Giovannini (Livorno, 1980). Giornalista, inviata e conduttrice Rai. 
Ha co-condotto Petrolio (Rai2, 2020), Popolo Sovrano (Rai2, 2019) e condotto due edizioni del Premio Strega (Raitre, 2017 e 2018).  Vincitrice del “Premio Giornalistico Altiero Spinelli” per gli Studi Europei (Ventotene, 2019).  Socio ind. dello IAI (2020)(Istituto Affari Internazionali). Membro della Commissione di ‘Saggi’ sull’Europa istituita dalla presidenza della Camera (2017) e membro del senior advisory board del premio nazionale dedicato alla memoria di Jo Cox.  Autrice del saggio sulle destre europee “Europa Anno Zero – Il ritorno dei Nazionalismi (Marsilio). Ha lavorato per la carta stampata – Il Tirreno, Affari&Finanza (La Repubblica) – e per vari canali televisivi – Skytg24, Annozero (Raidue), Piazzapulita (La7), Agorà (Raitre), Ballarò (Raitre), Mezz’ Ora in Più (Raitre) coprendo con reportage e dirette tv i principali fatti di attualità italiani ed internazionali.
Francesca Riccioni è una fisica livornese, specializzata in editoria scientifica al Master in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste, ha contribuito a portare la scienza nel fumetto italiano. Ha scritto ENIGMA – La strana vita di Alan Turing (2012) e Non è mica la fine del mondo (2017) con il fumettista Tuono Pettinato e Il segreto di Majorana con la disegnatrice Silvia Rocchi (2015). Tutti i libri sono editi da Rizzoli Lizard, Milano. 
Gabriele Trovato (Livorno, 1980) attualmente docente di Intelligenza Artificiale e di Scienze dell’Informazione nell’Università di Waseda, a Tokyo, Giappone, e Ricercatore Principale del progetto e-ViTA, finanziato dall’Unione Europea e dal Giappone. Laureato all’Università di Pisa, e dottorato in Waseda in Biorobotica, il suo campo di ricerca è la robotica sociale.

 

Ingresso gratuito su prenotazione tramite la piattaforma Eventbrite  
Per informazioni:
dal lunedì al venerdì ore 10.00-19.00 0586/894563 
sabato e domenica ore 10.00-19.00 tel. 0586/824552 
Facebook: LeggerMente Livorno | Twitter: @LeggerMente Livorno | Instagram: leggermente_livorno

 

Lascia un commento