Dario Vergassola, Luca Trapanese e Mia Canestrini fra gli ospiti dell 15^edizione del Festival Tralerighe di Barga. Appuntamento dal 13 al 16 luglio

Saranno Dario Vergassola, Luca Trapanese, Mia Canestrini e le autrici del giallo e del noir, gli ospiti della quindicesima edizione del festival Tralerighe di Barga 2022. Dal 13 al 16 luglio nella piazzetta del libro in via Giannetti a Barga (Lucca) si terranno le presentazioni. L’evento, curato dall’amministrazione comunale di Barga e Tralerighe libri editore, rientra nei progetti Barga Città che Legge (del Mibact) e il Patto della Lettura della Regione Toscana. Collaborano all’evento la cartolibreria Poli di Barga e la libreria Ubik di Lucca.

L’inaugurazione è affidata a Dario Vergassola mercoledì 13 luglio alle ore 19 nel centro storico di Barga. Vergassola, intervistato da Andrea Giannasi, presenterà “Storie vere di un mondo immaginario. Cinque racconti delle cinque terre” (Baldini e Castoldi). Il comico ligure scoperto agli inizi negli anni Novanta ha lavorato con gli autori e gli artisti più famosi d’Italia, partecipando a trasmissioni radiofoniche e televisive tra Rai e Mediaset. Ricordiamo tra le altre “In Kantina” su Rai2 con Angela Finocchiaro. Dal 1997 diventa ospite frequente del Maurizio Costanzo Show e lavora con Gianni Boncompagni, Serena Dandini e Paolo Hendel. È ospite anche di “Quelli che il calcio” e poi “Mai dire gol” con la Gialappa’s Band. Lavora poi con Sky ed è protagonista della serie tv “I carabinieri” su Canale 5. Con Federica Panicucci ha condotto “Bulldozer”. Al fianco di Serena Dandini ha condotto la trasmissione di Rai 3 “Parla con me” in onda in seconda serata fino al 2011. Oltre a essere autore di libri pubblica rubriche e articoli per diversi giornali e magazine tra cui: Max, Left e Il Venerdì.
 
Giovedì 14 luglio alle ore 21 sul palco del Tralerighe di Barga salirà Luca Trapanese il primo caso in Italia di genitore omosessuale ad adottare una bambina affetta da sindrome di Down. Dal 2018, infatti, è il padre single della piccola Alba: un immenso gesto d’amore, da parte di un uomo che da sempre ha a cuore la tematica della disabilità. Luca Trapanese ha 44 anni, è nato a Napoli nel 1977. Ha due lauree (Lettere e Scienze dell’Educazione e della Formazione) e da sempre svolge attività di volontariato in paesi in via di sviluppo con l’Associazione delle suore di Maria Teresa, per la quale ha coordinato tantissimi progetti. Cattolico praticante, dichiara di essere cresciuto spiritualmente sui treni bianchi per Lourdes, impegno volontario grazie al quale ha creato fortissimi legami con tanti ragazzi disabili. È il fondatore di “A ruota libera Onlus”, associazione benefica creata a Napoli nel 2007 insieme ad Edoardo Salvarese che ha lo scopo di creare progetti e opportunità per le persone affette da disabilità. Esemplari sono il Borgo Sociale, una comunità per ragazzi disabili senza genitori, e la Casa di Matteo, una casa famiglia per bambini con gravi malformazioni. Luca Trapanese è al momento Assessore al Welfare per il Comune di Napoli e lotta da anni per riformare la legge sulle adozioni.
L’evento è curato in collaborazione con la Libreria Ubik di Lucca.
 
Venerdì 15 luglio alle ore 21 sul palco Mia Canestrini, zoologa specializzata in conservazione della biodiversità animale, da oltre 15 anni si dedica a progetti di conservazione del lupo, la specie più iconica della natura selvaggia. Sulle tracce dei lupi sin dai tempi dell’università, quando studiava Scienze Naturali a Bologna e oggi “lupologa” affermata, è fra i maggiori esperti italiani di lupi e di fauna selvatica. Coordinatore tecnico monitoraggio nazionale lupo, Mia Canestrini, oltre ad insegnare al master in Amministrazione e Gestione della Fauna selvatica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e al master in Salvaguardia della fauna selvatica dell’Università di Padova, è molto attiva anche nella divulgazione: ha scritto il libro La ragazza dei lupi (Piemme, 2019), tiene conferenze e seminari in tutta Italia sulla biologia di cani e lupi e sul loro rapporto con l’uomo ed è molto presente sui media. Ha scritto per National Geographic, Donna Moderna, Marie Claire, Touring Club e ha creato la rubrica settimanale “Sei una bestia” per l’agenda Smemoranda, per la quale è anche una delle firme nell’edizione 2021/2022. Oggi conduce la rubrica “La bella e le bestie” per il programma 105 Friends su Radio 105 e, oltre ad avere uno spazio a Geo (Rai Tre) con la rubrica “Buone notizie dalla Natura”, co-conduce La banda dei fuoriclasse su Rai Gulp e Il Provinciale su Rai Due.
 
Sabato 16 luglio dalle ore 16 Garfagnana in Giallo Barga Noir con le presentazioni dei libri finalisti e la premiazione dell’edizione 14 a cura di Andrea Giannasi, Fabio Mundadori e Chiara De Magistris. Su palco anche gli autori della collana Nero di Tralerighe libri editore: Marco Amerigo Innocenti con “Perché muore un gigolò” e Ciro Pinto con “Mimma”. Saranno premiate le sezioni libri editi e assegnati i premi dell’Antologia Criminale (edita da Tralerighe libri editore) e il racconto migliore del Contest di scrittura “All’ultima minuto” con incipit di Alice Basso, tenutosi a novembre nell’ambito del Lucca noir.

Info –  www.tralerighelibri.com

Lascia un commento