Danza: serata eXplo nella chiesa di Sant’Andrea a Pisa (il 3 aprile), Evolution Dance Theatre (il 4) al Giglio di Lucca e “Dall’Antigone” (il 5) a Lastra a Signa. Teatro: finale di stagione al Francini di Casalguidi con Laura Morante

Lucca, Pisa, Pistoia, Teatro e Danza

***LAURA MORANTE PER IL FINALE DI STAGIONE A CASALGUIDI

Con il tutto esaurito dello spettacolo Brividi immorali che vede protagonista, giovedì 4 aprile 2019 (ore 21), una grande attrice di teatro e cinema, tra le più amate dal pubblico, Laura Morante, si chiude la stagione 2019 del Teatro Francini di Casalguidi. Ideato da Elena Marazzita, lo spettacolo è un reading musicale con la partecipazione della violoncellista Michela Munari. “Brividi immorali. Racconti e interludi” rappresenta l’esordio letterario di Laura Morante, edito da La Nave di Teseo nel 2018.

BRIVIDI IMMORALI laura morante 4 aprile 2019 Teatro Francini Casalguidi

Famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici: storie di verità taciute che assumono, senza volerlo, le sembianze di una bugia. Tradimenti e paure alimentati da vecchi rancori o da accadimenti fortuiti, fraintendimenti e rimpianti serbati per anni che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, a scrivere da capo un inizio o una fine, mandando all’aria ogni morale. 

Irregolari e spiazzanti, quasi si muovessero al ritmo di un’improvvisazione jazz, diversissimi eppure legati nel profondo, i Racconti e interludi di Laura Morante si spalancano come finestre spazzate da venti umorali su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. Ma sopra ogni cosa, su queste donne inquiete, fragili, contraddittorie, su questi uomini razionali e infantili, su bambini sognanti e feroci, su città familiari come case di campagna e case di campagna sterminate come continenti da esplorare, veleggia un’esatta, implacabile ironia che, nel disordine degli elementi, scova una bellezza insensata: la melodia disarmonica, imprevedibile e trascinante su cui il destino ci invita a ballare.

Laura Morante inizia la sua carriera da giovanissima, prima nella danza, con la compagnia di Patrizia Cerroni, poi in teatro con Carmelo Bene, al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Mario Monicelli, Gianni Amelio, Pupi Avati, Peter Del Monte. Nel corso degli anni si cimenta con il cinema italiano e straniero, lavorando con autori di grande prestigio, come Monteiro, Malkovich, Tanner, Vecchiali e Resnais. Forte di premi e riconoscimenti per la sua carriera di attrice, nel 2012 esce Ciliegine, il suo primo film come regista (“Globo d’oro” come Regista rivelazione). Nel 2016 firma la sua seconda regia con il film Assolo.

Info 0573 917414 / 0573 991609 – 27112

***DANZA: A PISA SERATA EXPLO PER TEATRI DI CONFINE

La prima settimana di aprile è all’insegna della danza contemporanea, con l’ormai tradizionale appuntamento della Serata eXpLo, tre coreografie di altrettanti coreografi, tutti giovanissimi, selezionati fra coloro che hanno partecipato alla Vetrina “Giovane Danza d’Autore” del Network Anticorpi XL, di cui sono partner la Fondazione Toscana Spettacolo e la Fondazione Teatro di Pisa, organizzatori della rassegna Teatri di Confine.

Quarto appuntamento proprio di Teatri di Confine, mercoledì 3 aprile 2019 ore 21, la Serata eXplo porterà sul palcoscenico della Chiesa di Sant’Andrea tre giovani “promesse” con le loro creazioni, accomunate dall’originalità del linguaggio e dall’innovazione della ricerca stilistica.

Basato sul concetto di desiderio e sull’ambivalenza di presenza/assenza, un lavoro breve, frizzante e danzato con grande tecnica da Siro Guglielmi, giovane vicentino formatosi alla Scuola del Balletto di Toscana. P!NK ELEPHANT è il suo primissimo lavoro, dove si esplora intimità, passione, amore per se stessi, per la vita, per una persona, attraverso gesti e movimenti, una danza compiuta attorno all’oggetto amato, sulla musica di Alessio Zini e Cristiano de Palo, produzione Associazione Cultura Zebra.

Francesco Colaleo e Maxime Freixas tornano con CHENAPAN, in italiano monello, liberamente ispirato ai comici Stanlio e Ollio e ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, mettendo in scena i giochi di una volta: guardie e ladri, mosche cieche e nascondigli segreti. Lo spazio scenico è un cantiere a vista, che si trasforma sotto gli occhi di chi osserva. Nessun supporto tecnologico, ma soltanto i corpi e le loro curiosità irrefrenabili, sulla musica di Vincenzo Pedata. Produzione Artemis Danza, in collaborazione con Anghiari Dance Hub, Capotrave/Kilowatt, Espace Glandier (Montpellier).

Mattia De Virgiliis è partito, infine, dalla tragedia di Sofocle, spesso sfruttata da registi e autori per la forte valenza simbolica della ribellione alle ingiustizie, anche andando conto leggi dello Stato, della figura di Antigone. In MONARCH ANTIGONE ne propone una lettura che sottolinea la violenza psicologica nei confronti delle donne, attraverso una danza intensa, di grande fisicità e privata da qualsiasi espressione puramente estetica. Una violenza che si conclude con la condanna, l’emarginazione o la dichiarazione di follia della donna, per questo nel titolo si fa riferimento a Monarch di Akab, il cui testo si occupa del metodo di manipolazione della mente. Produzione Gruppo Danza Oggi/Compagnia Mattia de Virgiliis.

Al termine dello spettacolo, incontro/conversazione con i coreografi, e uno sguardo sugli spettacoli successivi, a cura di Silvia Poletti, critico e studiosa di danza.

I biglietti (posto unico 10 euro; ridotto 7 euro; scuole di danza, giovani under30, abbonati del Verdi 5 euro) sono in vendita al Botteghino del Teatro Verdi.

PROMOZIONE LASCIATI SORPRENDERE TEATRI DI CONFINE: chi acquista il biglietto per i cinque spettacoli di danza in aprile – Serata eXpLo, Home Alone, Butterfly, R.OSA 10 esercizi per nuovi virtuosismi e Saremo bellissimi e giovanissimi sempre – paga un biglietto da 5 euro per tre spettacoli, gli altri due sono omaggio.

Per ulteriori informazioni: Fondazione Teatro di Pisa, tel 050 941111, www.teatrodipisa.pi.it

***EVOLUTION DANCE THEATRE AL GIGLIO DI LUCCA

Chiusura in grande stile giovedì 4 aprile 2019 (ore 21) per la Stagione di danza 2019: ospiti del Teatro del Giglio, i danzatori di Evolution Dance Theater con Night Garden (immagine sopra il titolo), uno spettacolo incantato che, nel buio della notte, sul palco senza scenografia, guida gli spettatori in luoghi straordinari abitati da bizzarre creature luccicanti. Evolution Dance theater è un’originale fusione di danza, acrobazia e effetti visivi, e da un decennio presenta spettacoli che affascinano ed ipnotizzano il pubblico. Fondata a Roma nel 2008 dall’artista americano Anthony Heinl (già membro di Momix), la Compagnia deve la sua fama alla creazione di performance innovative che, grazie al sapiente mix fra tecnologia ed arte, creano esperienze visive uniche e coinvolgenti, Evolution Dance Theater si esibisce spesso anche al di fuori dei confini nazionali e i suoi tour hanno toccato paesi come Brasile, Colombia, Israele, Grecia, Hong Kong, Macao, Cina, Germania.  

Anthony Heinl, direttore artistico, coreografo, danzatore, ideatore di scenografie e costumi di Evolution Dance theater, ha debuttato sui palcoscenici di musical in giovanissima età, e prima dei suoi 20 anni ha recitato in più di 30 produzione musicali in ruoli anche da protagonista come nel Musical Jesus Christ Superstar del Tour Nord America. Dopo un anno alla facoltà di Chimica e Fisica, e un altro anno all’estero a lavorare in una vineria della Loire Valley in Francia, è ritornato negli Stati Uniti e al Teatro.  Ha frequentato il prestigioso Boston Conservatory di Musica, Danza e Teatro, dove ha ricevuto la Jan Veen Award per l’eccellenza nel maggio 2001. In seguito, ha ottenuto anche una borsa di studio per il Jacob’s Pillow Dance Festival e il Paul Taylor Winter Workshop a Angelin Preljocaj, David Parsons, Lachine, Peter Anastos, Martha Graham.  Nel 2001 è entrato a far parte dei Momix. danzando in Lunar Sea, Sun Flower Moon, Opus Cactus, Momix in Orbit, Best of Momix, Momix Classics and Supermomix in tour mondiali di oltre 1500 spettacoli che includono Australia, Austria, Belgio, Brasile, Cina, Canada, Cile, Dubai, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Italia, Macau, Nuova Zelanda, Singapore e Stati Uniti.  Ha assistito Moses Pendleton nella creazione di Sun Flower Moon e Lunar Sea ed è rimasto nei Momix per 6 anni.  Nel 2006 si trasferisce definitivamente in Italia dove, in collaborazione con Emiliano Pellissari dei “NO Gravity“ e Gianni Melis dei “Momix”, ha lavorato come danzatore, assistente alla coreografia e regia di scena allo spettacolo Comix (Teatro Parioli Roma). Nel 2007 lavora alla creazione e danza nel nuovo spettacolo Why di Daniel Ezralow. Nel 2008 va in scena con la sua prima produzione teatrale al Teatro Rossini a Roma, che segna l’inizio della eVolution dance theater. Nel 2009 viene chiamato dal Maestro Vladimir Derevianko, direttore artistico del MaggioDanza di Firenze, per curare la nuova produzione “FireFly“, di cui ottime sono state le recensioni. 

Biglietti da 10 a 30 euro, in vendita alla Biglietteria del Teatro del Giglio (tel. 0583.465320 – email biglietteria@teatrodelgiglio.it).  

***LASTRA A SIGNA: SI CONCLUDE RESI_DANCE 2018/2019 CON LA COREOGRAFIA “DALL’ANTIGONE”

Si chiude venerdì 5 aprile 2019 (ore 21) con la prima nazionale di “Dall’Antigone” la rassegna di danza Resi_Dance 2018/2019 del Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze),  a cura della Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli Istanti.

Dall’Antigone or “Antigone” pone in primo piano il contrasto tra Antigone e Creonte, tra legge naturale e legge umana, tra Re e suddito, tra potere politico e potere cittadino, tra famiglia e Stato. Sono i conflitti inconciliabili che si ritrovano anche nella nostra società contemporanea, così complessa e ricca di contraddizioni. Lo spettacolo è una rilettura, in chiave contemporanea, della tragedia di Sofocle e si concentra sulla contrapposizione delle due figure femminili: Ismene e Antigone. Da una parte c’è Ismene: rinunciataria e rispettosa delle regole, un personaggio che segue le correnti di pensiero vigente, abbandonando le proprie idee e scegliendo il compromesso meno rischioso; il suo opposto è la sorella Antigone: passionale, pronta a sacrificare la propria vita per amore e inseguire il principio divino. L’atto d’amore di Antigone darà inizio alle morti volontarie che alimentano la tragedia.
Antigone è colei che lotta per la giustizia e non a favore delle leggi, a volte inique.

Compagnia Simona Bucci/Compagnia degli Istanti in coproduzione con Teatro Popolare d’Arte. Con il sostegno di: MiBac Dipartimento dello Spettacolo e Regione Toscana.

Ideazione e coreografia sono a firma di Roberto Lori, consulenza alla regia e alla drammaturgia di Gianfranco Pedullà. In scena i danzatori Fabio Bacaloni, Ilaria Battaglioni, Elisa Carletti, Roberto Lori, Michela Paoloni. E con Giulia Anastasio, Matilde Baldessari, Letizia Bani, Iris Berdicchia, Francesca Bruno, Giulia Caneschi, Sabrina Cecere, Paola Fontana, Giulia Francavilla, Marta Iucci, Shasa Lastrucci, Giuditta Macaluso, Asia Neri, Alessia Parenti, Cristina Poli, Yuli Spiegelman, Arianna Terreno, Chiara Tufaro.
Con la partecipazione dell’attrice Rosanna Gentili e con Matteo Zoppi.

Musiche originali composte da Andrea Alessi, Giovanni Bedetti, Simone Bompadre.

Biglietti 15/13 euro, riduzioni per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso. Biglietto speciale a 8 euro per allievi delle scuole di danza (prenotazioni tel. 3401369666 – compagniasimonabucci@gmail.com).

Prevendite online su www.boxofficetoscana.it e www.ticketone.it e nei punti vendita dei circuiti Boxoffice Toscanawww.boxofficetoscana.it/punti-vendita, compresa la Coop Lastra a Signa.

Per chi lo desidera, la sera dello spettacolo dalle 19.45, c’è l’aperitivo teatrale, con buffet e drink 6 euro (prenotazione consigliata entro il giorno precedente lo spettacolo – 055 8720058 – 331 9002510 teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com).

Come di consueto, è disponibile su prenotazione un servizio navetta dal capolinea Villa Costanza della tramvia, a Scandicci, e ritorno.

Lascia un commento