Danza in arte a Pietrasanta dal 17 al 30 giugno. Stretto un accordo anche con una univerisità siberiana

Teatro e Danza, Versilia

Da quest’anno i partner internazionali del Dap Festival di Pietrasanta diventano due. È infatti di questi giorni la firma dell’accordo fra la russa Kemerovo State University of Culture and Arts che si aggiunge all’americana Troy University fra i partner internazionali che hanno scelto il Dap (Danza in Arte a Pietrasanta, 17-30 giugno 2018) come sede accreditata per la formazione dei propri allievi. La partecipazione al Dap Festival, già come avvenuto e come avverrà per gli americani, rientrerà nel programma di studio all’estero organizzato dalle due Università in occasione dell’evento che a Pietrasanta unisce danza e arti visive. In occasione del festival, infatti, le esibizioni si aprono alla città attorno alle opere d’arte dislocate sul territorio comunale.

È dei giorni scorsi la firma dell’accordo fra la direttrice artistica Adria Ferrali e Alexander Shunkov, rettore del prestigioso ateneo con sede nella Siberia Sudoccidentale, una delle cinque università più importanti sul vasto territorio ex sovietico. Unica, però, ad occuparsi di educazione nella cultura e nelle arti, con sette diverse facoltà, una delle quali specializzata in coreografia, da cui escono alcuni dei più noti professionisti contemporanei (nella foto sopra il titolo particolare della locandina dell’edizione 2017 del festival Dap).

“Oggi attiviamo una nuova importante partnership che si aggiunge alle nove già esistenti con altrettanti paesi” ha commentato il rettore Shunkov al momento della firma. Shunkov ha scelto Pietrasanta e il festival di danza contemporanea diretto dalla coreografa Adria Ferrali come luogo formativo per gli allievi più meritevoli dell’ateneo.

“È un momento importante, questo – ha aggiunto la direttrice artistica Adria Ferrali per Dap – perché con questa collaborazione apriamo le porte ad un importante crocevia fra Oriente ed Occidente, dato che la Kemerovo University oltre ad essere un prestigioso ateneo, è per noi anche la porta d’accesso all’Oriente”.

La delegazione russa guidata dal rettore Shunkov di cui faceva parte anche la preside Anna Yudina, è stata accolta a palazzo comunale di Pietrasanta dal funzionario degli istituti culturali Sergio Tedeschi, dalla direttrice artistica del Festival e dalla delegata di Start Paola Brizzolari che ha commentato: “Ci auguriamo che questo patto di amicizia sia l’inizio di una collaborazione duratura nel tempo, in modo da nel mondo il messaggio artistico che parte da Pietrasanta, già nota per le abilità delle proprie maestranze che del marmo e del bronzo”. Presente in sala anche lo scultore russo naturalizzato americano Sergey Eylanbeker, incaricato dal governo di Washington insieme all’architetto Frank Gehry (autore del Guggenheim Museum di Bilbao) di realizzare il memoriale per Eisenhower. Eylanbeker sta lavorando a Pietrasanta, fra gli studi Buratti e Mariani, alle dodici statue commissionate per questo importante memoriale che dovrebbe venire inaugurato a maggio 2020.

Info: www.dapfestival.com

Lascia un commento