Daniele Rustioni (sempre più impegnato all’estero) dà le dimissioni da direttore artistico dell’ORT, al suo posto nominato Daniele Spini. Il 2023 anno clou per l’Orchestra della Toscana dove arriveranno dieci nuovi muscisti

L’ORT davanti a nuove sfide e nuovi impegni: Daniele Rustioni sempre più richiesto a livello internazionale, sceglie responsabilmente di farsi da parte.  Il CdA della Fondazione nomina Daniele Spini nuovo direttore artistico. (Sopra il titolo: l’ORT 7 ph. Marco Borrelli – 2021).

Daniele Spini, nuovo direttore artistico ell’ORT

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione ORT si è riunito la scorsa settimana per esaminare le dimissioni del M° Daniele Rustioni dalla carica di Direttore artistico. I motivi di questa scelta derivano dal fatto che il 2023 sarà per l’Orchestra della Toscana un anno fondamentale. Davanti a sé ha il più importante cambiamento dalla sua creazione, ovvero da 43 anni a questa parte.
Sono stati o stanno per essere pubblicati numerosi bandi di concorso per coprire ben 10 posizioni di prime parti.  Una vera e propria rivoluzione, un duro processo che cambierà il volto dell’ORT.

Daniele Rustioni: ha dato le dimissioni da direttore artistico

Per far fronte a tutto ciò, il Consiglio d’amministrazione della Fondazione ORT aveva chiesto una presenza più cospicua a Firenze del Maestro Daniele Rustioni, presenza che questi – a causa della sua intensa attività di direttore d’orchestra internazionale – non è in grado di assicurare. Per senso di responsabilità e per l’attaccamento affettivo che lo lega alla istituzione, ha pensato dunque di fare questa scelta.

Il Consiglio ha accolto con dispiacere le dimissioni comprendendo e condividendo pienamente le ragioni che hanno indotto il Maestro a rassegnarle. Nell’apprezzare l’operato e l’attaccamento istituzionale del Maestro, il Consiglio ha al contempo ritenuto opportuno procedere immediatamente con la sua sostituzione.

Il Consiglio ha pertanto deliberato all’unanimità di nominare il prof. Daniele Spini nel ruolo di Direttore artistico a far data dal 1° febbraio 2023, per il prossimo biennio.

 Il futuro artistico dell’ORT è stato affidato dunque ad un professionista fra i più qualificati, di comprovata esperienza e serietà, ottimo conoscitore della nostra realtà, che saprà garantire all’Orchestra lo smalto che le compete, così come richiesto dalle importanti sfide che abbiamo davanti.

“Sono onorato di succedere a un musicista che ammiro – questo il primo commento di Daniele Spini – in un’istituzione gloriosa che servo già da quasi un anno in collaborazione intensa e felice con la direzione artistica lungimirante e vincente di Daniele Rustioni. Ringrazio quindi il CdA, saluto Rustioni con l’amicizia che sa, e mi impegno a far sì che l’ORT mantenga con lui il rapporto più stretto che gli sia consentito dallo sviluppo straordinario della sua carriera”.

Lascia un commento