Dall’archivio dei diari di Pieve Santo Stefano arriva “Lammerica”, i racconti di due donne italiane durante le migrazioni del ‘900. Alle Murate (il 23 settembre alle 21) con la Compagnia Catalyst per Intemporanea Festival

Arezzo, Firenze, Teatro e Danza

Due donne italiane e i loro diari privati, il racconto dei loro viaggi, nel cuore delle migrazioni del Novecento. Sono questi gli ingredienti che compongono “Lammerica”, la produzione teatrale protagonista di Intemporanea Festival. La mise en espace avrà luogo lunedì 23 settembre 2019, negli spazi de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, alle ore 21, a ingresso libero. Unica data della sezione “Intemporanea – Atelier”, il progetto fa parte del ricco programma dell’edizione 2019 dell’Estate Fiorentina, a cura del Comune di Firenze (le foto sono di Filippo Raschi).

  • 23 I loro umori e le loro emozioni sono così diversi, per ambizioni e obiettivi, ma tanto simili per la simbologia che evocano: quella del viaggio, della migrazione. Tema sempre attuale nella storia recente, come di tutto il Novecento, quello della migrazione è un argomento da trattare con rispetto, consapevolezza e profonda comprensione. A rivivere nei diari delle tue donne è il sogno di un futuro migliore.

La messa in scena è a curata e prodotta dalla compagnia teatrale Catalyst e dall’associazione Cinemareale, in collaborazione con il centro di ricerca produzione e didattica musicale Tempo Reale. La regia è di Riccardo Rombi, regista e direttore artistico di Catalyst, e si avvale del lavoro scenico delle attrici Giorgia Calandrini e Dafne Tinti. Le musiche originali sono invece di Giovanni Magaglio.

Lammerica_1 foto credits Filippo Raschi

I diari scelti per la rappresentazione provengono dalla selezione di testi eseguita per il progetto “Italiani all’estero” dell’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, realizzato con il contributo della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.idiariraccontano.org).

La prima edizione di Intemporanea Festival continua con “Intemporanea – Incontri”, questo il titolo della sezione letteraria del festival, con due appuntamenti molto attesi a ottobre. Saranno ospiti due scrittori di fama internazionale e originari della Toscana per le anteprime nazionali dei nuovi romanzi: Edoardo Nesi (Premio Strega 2011), nel giorno mercoledì 2 ottobre alle ore 21 alla Biblioteca delle Oblate (sempre nella sala Sibilla Aleramo), e Sandro Veronesi (Premio Strega 2006), mercoledì 30 ottobre ore 21 al Cenacolo di Santa Croce.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero con prenotazione.
Per info e prenotazioni: intemporanea.produzione@gmail.com

 

PROGRAMMA DEL FESTIVAL 2019

-Lunedì 23 settembre, ore 21, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea

Lettura scenica “Lammerica” (mise en espace)

 

-Mercoledì 2 ottobre ore 21, Biblioteca delle Oblate – Sala Sibilla Aleramo 

Edoardo Nesi presenta il nuovo romanzo


-Mercoledì 30 ottobre, ore 21, Cenacolo di Santa Croce

Sandro Veronesi presenta il nuovo romanzo

 

Lascia un commento